Peronospora pomodoro: Sintomi e rimedi

111
Peronospora

La Peronospora del pomodoro è una malattia causata da un organismo simile a un fungo che si diffonde attraverso il fogliame e il frutto dei pomodori, causando il collasso delle piante e il decadimento dei frutti. È particolarmente grave in climi caldi e umidi.

La peronospora del pomodoro è una malattia che colpisce le foglie e i frutti dei pomodori, causandone la decomposizione. È più frequente in climi caldi e umidi e in certi anni può provocare una significativa riduzione della resa, soprattutto per le varietà di pomodoro sensibili coltivate all’aperto. Lo stesso patogeno può infettare anche le patate.

Le foglie e i frutti vengono attaccati dal patogeno, che provoca macchie scure, decomposizione e marciume. Combattere la peronospora richiede misure preventive e curative. È importante adottare una corretta rotazione delle colture, evitare l’irrigazione eccessiva e favorire la circolazione dell’aria tra le piante.

Cos’è la peronospora del pomodoro?

La peronospora del pomodoro, conosciuta anche come peronospora, è una malattia fungina che si diffonde rapidamente attraverso il fogliame e il frutto dei pomodori in climi caldi e umidi, causando il collasso e il decadimento delle piante.

È particolarmente grave per i pomodori coltivati all’aperto, anche se quelli in serra non sono esenti da rischi. La peronospora colpisce anche le patate, nota come peronospora della patata, e alcune specie ornamentali come il Solanum laciniatum e occasionalmente la Petunia.

Per prevenire la diffusione della malattia, è consigliabile adottare pratiche di coltivazione corrette, come la rotazione delle colture, l’irrigazione controllata e l’uso di varietà resistenti.

Peronospora in breve

  • Nome comune: Peronospora del pomodoro, peronospora
  • Nome scientifico: Phytophthora infestans
  • Piante colpite: Pomodori, patate
  • Sintomi principali: Foglie brune e marce, avvizzite. Decomposizione dei frutti
  • Causata da: organismi simili a funghi (Oomiceti)
  • Tempi: dall’inizio dell’estate in poi

Peronospora del pomodoro: Sintomi

I sintomi della peronospora sulle piante di pomodoro includono un iniziale marciume acquoso delle foglie che si estende rapidamente, causando accartocciamento, crollo e colorazione marrone. In presenza di condizioni favorevoli, i bordi delle lesioni possono presentare un colore verde chiaro, mentre sulla parte inferiore delle foglie si può osservare una sottile crescita “fungina” bianca.

Si possono sviluppare anche lesioni marroni sui piccioli delle foglie e sugli steli, accompagnate da una crescita bianca visibile in condizioni umide. Queste lesioni possono portare al collasso e alla morte di foglie, steli e persino dell’intera pianta.

Sui frutti verdi possono comparire macchie impregnate d’acqua che diventano marroni, mentre i frutti più maturi si decompongono rapidamente. È importante distinguere la peronospora dalla muffa fogliare, una malattia diversa che colpisce le piante di pomodoro in serra e presenta sintomi simili ma con una crescita di muffa bruno-grigiastra sulla parte inferiore delle foglie.

Come contrastare la peronospora sulle piante di pomodoro

Scopri le strategie efficaci per contrastare la peronospora sulle piante di pomodoro. Dalla corretta gestione del materiale infetto al mantenimento del fogliame asciutto, queste pratiche ti aiuteranno a proteggere le tue piante dalla malattia.

  • Il materiale infetto deve essere seppellito in profondità, al di sotto della profondità di coltivazione.
  • Prima di riutilizzare supporti per piante e altre attrezzature da giardino che sono entrati in contatto con la peronospora, è importante pulirli con un disinfettante per prevenire la trasmissione delle malattie. Anche le superfici dure e il vetro delle serre possono essere puliti allo stesso modo.
  • Se alcune foglie sono colpite, la rimozione può rallentare leggermente il progresso della malattia, ma non risolverà completamente il problema.
  • È fondamentale mantenere il fogliame dei pomodori coltivati ​​in serra il più asciutto possibile.
  • Utilizzare i frutti delle colture colpite il prima possibile. Se la pianta ha elevati livelli di malattia sulle foglie e sugli steli, è probabile che molti frutti siano infetti, anche se non mostrano ancora sintomi. Raccogliere e far maturare frutta verde dalle piante colpite all’interno potrebbe portare alla decomposizione di una grande percentuale di frutta. Utilizzare immediatamente la frutta acerba potrebbe essere una scelta migliore.
  • Evitare di utilizzare il terreno o il compost di una coltura in serra colpita dalla peronospora per coltivare pomodori negli anni successivi. Il riutilizzo del terreno o del compost aumenta il rischio di altre malattie che possono attaccare il sistema radicale o vascolare delle piante. È possibile distribuire il terreno o il compost su un’area dell’orto non utilizzata per la coltivazione di pomodori o patate.
  • Per ridurre il rischio di infezione da spore a riposo, è consigliabile effettuare una rotazione delle colture per almeno quattro anni quando si coltivano pomodori all’aperto. Durante questo periodo, evitare anche di coltivare patate nel terreno.
  • Sono disponibili varietà di pomodoro che dichiarano di essere resistenti alla peronospora, anche se nessuna varietà è completamente immune. Tuttavia, queste varietà possono garantire una buona resa quando le varietà sensibili sono colpite dalla malattia. Sono particolarmente utili per le colture all’aperto.
  • Le colture di pomodori in serra sono meno soggette all’attacco della peronospora poiché le spore trasportate dal vento hanno meno probabilità di raggiungere le piante. Tuttavia, se le spore entrano attraverso la porta o le prese d’aria, la malattia può comunque causare danni significativi.
  • La popolazione genetica del patogeno della peronospora è in costante evoluzione, quindi è possibile che nuovi ceppi genetici che superano la resistenza delle varietà precedenti possano emergere in qualsiasi momento.

Contrastare la peronospora chimicamente

Attualmente non esistono fungicidi specifici per il controllo della peronospora disponibili per l’uso da parte dei giardinieri.

Biologia

L’agente patogeno della peronospora, simile a un fungo microscopico, si diffonde attraverso le spore che vengono liberate dal fogliame infetto e trasportate dal vento per lunghe distanze. L’infezione richiede una bagnatura prolungata delle superfici, come accade nelle estati umide, permettendo all’agente patogeno di diffondersi rapidamente attraverso i tessuti vegetali e causando la morte delle cellule.

Le piante di patate infette sono spesso la fonte primaria di infezione ogni anno, poiché l’agente patogeno sverna all’interno dei tuberi lasciati nel terreno. Tuttavia, la maggior parte delle infezioni negli orti proviene da sporangi trasportati dal vento da altre fonti come orti e patate commerciali raccolte.

I pomodori all’aperto sono particolarmente vulnerabili all’infezione in condizioni climatiche favorevoli. Sebbene la peronospora sia di solito meno problematica sotto vetro, se si manifesta in una serra, l’alta umidità favorisce uno sviluppo rapido dei sintomi.

Approfondimento:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy