fbpx

Quando si piantano le melanzane: Dalla semina in semenzaio al trapianto delle piantine

1.6K

Questo splendido ortaggio dalla buccia lucida e scura racchiude un tesoro di nutrienti. L'accortezza da adottare con la melanzana è raccoglierla quando è ancora giovane, altrimenti tenderà ad amaricare. Una volta cotta diventa molto morbida e acquisisce gradevolmente i sapori circostanti. Approfondiamo la coltivazione di questo ortaggio dalla semina, al trapianto delle piantine fino alla raccolta. (Aggiornato il: 17-03-24)

La melanzana (Solanum melongena) è un ortaggio tipicamente estivo, considerato annuale nelle aree temperate. La crescita è più rapida con temperature di 21-30°C, mentre rallenta con il clima più fresco. Come il pomodoro e il peperone, la melanzana è una pianta che può raggiungere diversi metri d’altezza, con frutti penduli dai rami.

Essendo esigente di calore, di solito viene messa a dimora con piantine già sviluppate da 6-8 settimane o avviate con le tecnica dell’innesto. Le aiuole rialzate concimate con compost rappresentano la collocazione ideale, riscaldandosi più velocemente. Ottima anche la coltivazione in vaso, che valorizza il portamento ornamentale.

I frutti, tipicamente di un bel viola scuro, possono presentarsi anche bianchi, rosa, verdi, neri o variegati. Bene, dopo questa rapida panoramica sulla melanzana, entriamo nel vivo della guida spiegando nel dettaglio la coltivazione sia da seme che tramite trapianto delle piantine.

Come e quando seminare le melanzane nel semenzaio

Il momento giusto per iniziare la semina delle melanzane nel semenzaio varia in base alla tua zona geografica. In generale, si consiglia di farlo tra febbraio e marzo. Questo periodo permette alle piantine di svilupparsi adeguatamente prima del trapianto in giardino.

Ecco i passi chiave per seminare le melanzane con successo:

  1. Scelta dei Semi: Scegli semi di alta qualità che puoi acquistare cliccando qui. Puoi anche optare per varietà ibride o tradizionali, a seconda delle tue preferenze.
  2. Seminare in Contenitori: Utilizza vasetti o semenzai con buon drenaggio. Riempili con terriccio di alta qualità e posiziona i semi a una profondità di circa 0,5 cm.
  3. Temperatura Adeguata: Mantieni una temperatura costante di circa 25-30°C per favorire la germinazione. Un tappeto riscaldante può essere utile per mantenere il calore necessario.
  4. Crescita delle Piantine: Le piantine di melanzane dovrebbero emergere entro 7-14 giorni. Dopo la germinazione, fornisci loro una buona illuminazione.
  5. Trapianto in Giardino: Quando le piantine hanno almeno due foglie vere e le temperature esterne si sono stabilizzate, sono pronte per il trapianto in giardino.

Specifiche

  • Nome botanico: Melongena di Solanum
  • Tipo di impianto: Ortaggio
  • Esposizione al sole: Pieno sole
  • pH del suolo: Da leggermente acido a neutro
  • Tempo di fioritura: Estate
  • Colore del fiore: Bianco porpora

Come seminare i semi di melanzane nell’orto

A fine inverno/inizio primavera, quando le temperature si stabilizzano intorno ai 15-18°C, bisogna preparare il terreno rendendolo morbido e ricco di sostanze organiche. A questo punto si procede con la semina:

  • si dispongono i semi, precedente sul fondo di piccoli solchi distanziati 30-40cm tra loro.
  • I semi andranno posizionati ad intervalli regolari sul solco e ricoperti con uno strato sottile di terriccio, possibilmente setacciato, omogeneo e privo di grossi grumi.
  • Dopo la semina è essenziale irrigare copiosamente per favorire la germinazione.
  • Tra 3-4 settimane si saranno formate le prime piantine, a quel punto si potrà procedere con il dirado, lasciando solo le piantine più robuste a distanza di 50-60 cm.

Come lavorare il terreno prima della semina

Innanzitutto, è importante testare il pH del terreno. Le melanzane preferiscono terreni leggermente alcalini con un pH compreso tra 6,0 e 6,8. Se il pH è al di sotto di questa gamma, puoi correggerlo aggiungendo calcare al terreno.

La preparazione del terreno inizia con l’eliminazione delle erbacce e dei detriti. Assicurati che l’area sia pulita per evitare la concorrenza delle erbacce e facilitare l’accesso alle risorse per le tue piante.

Successivamente, lavora il terreno in profondità. Usa una vanga o un aratro per allentare il terreno fino a una profondità di almeno 30-45 cm. Questo permetterà alle radici delle melanzane di penetrare facilmente nel terreno.

Mischia il terreno con compost o materia organica ben decomposta. Questo migliorerà la struttura del terreno, aumenterà la sua capacità di trattenere l’umidità e fornirà nutrienti essenziali alle tue melanzane. Infine, livella la superficie del terreno in modo uniforme. Ora il tuo terreno è pronto per la semina.

Quando trapiantare le piantine di melanzana

Il periodo di piantumazione delle piantine di melanzane varia notevolmente tra il Nord e il Sud Italia a causa delle differenze climatiche significative tra le due regioni. È essenziale considerare attentamente il clima locale per ottenere il massimo dalla tua coltivazione di melanzane.

  • Nord Italia: Nel Nord Italia, le temperature in primavera possono essere più fresche rispetto al Sud. Di solito, il periodo migliore per piantare le piantine di melanzane in quest’area è verso la fine di aprile o l’inizio di maggio. Attendi che le minime notturne superino costantemente i 10°C prima di effettuare il trapianto. Questo garantisce che le piantine siano al riparo dalle gelate.
  • Sud Italia: Nel Sud Italia, le temperature primaverili sono più miti, consentendo un periodo di piantumazione più precoce. Qui, è possibile iniziare a trapiantare le piantine di melanzane già da metà aprile o persino a marzo nelle zone costiere. Assicurati comunque di tenere d’occhio le previsioni del tempo per evitare improvvisi sbalzi di temperatura.
  • Considerazioni Generali: In entrambe le regioni, è fondamentale che il terreno abbia riscaldato bene e che il rischio di gelate sia passato. Le melanzane amano il calore e prosperano a temperature comprese tra i 24°C e i 30°C.

Tenendo conto delle specificità climatiche del Nord e del Sud Italia, potrai pianificare il trapianto delle piantine di melanzane in modo da massimizzare il successo della tua coltivazione.

Come piantare le melanzane

trapianto melanzana
Quando le piantine raggiungono le dimensioni visibili in foto, si può procedere al trapianto nell’orto.

Per assicurarti una buona riuscita, segui attentamente questi passaggi:

  1. Preparazione del Terreno: Prima del trapianto, è fondamentale preparare il terreno. Assicurati che sia ben drenante e ricco di sostanze nutritive. Aggiungi letame maturo o compost per migliorare la fertilità.
  2. Scelta del Momento Giusto: Aspetta il periodo ideale in base alla tua regione, come descritto nell’h2 precedente. Scegli una giornata nuvolosa o serale per il trapianto per evitare lo stress termico alle piantine.
  3. Distanza tra le Piantine: Pianta le melanzane a una distanza di almeno 60-80 cm l’una dall’altra per permettere lo sviluppo delle radici e l’areazione delle piante.
  4. Profondità del Buco: Scava buchi profondi circa 10-15 cm e inserisci le piantine con cura. Assicurati che il livello del terreno intorno al colletto della piantina sia simile a quello della vasca in cui era coltivata precedentemente.
  5. Annaffiatura Adeguata: Dopo il trapianto, effettua un’annaffiatura abbondante per stabilizzare il terreno intorno alle piantine e garantire un buon contatto radice-terreno.
  6. Protezione dalle Intemperie: Se il clima è instabile, proteggi le piantine con coperture o tunnel per proteggerle da vento e pioggia e mantenere la temperatura costante.
  7. Cura Costante: Le melanzane richiedono cure regolari, tra cui l’irrigazione adeguata, l’eliminazione delle erbacce e l’applicazione di fertilizzanti bilanciati.

A che distanza si piantano le melanzane

La distanza tra le piantine di melanzane influenzerà lo spazio disponibile per le radici e il corretto sviluppo delle piante. Di solito, la distanza consigliata tra le piantine di melanzane è di circa 60-90 centimetri. Questo spazio permette alle piante di ricevere l’illuminazione e l’areazione necessarie, promuovendo la produzione di frutti di alta qualità.

Quando si trapiantano le piantine di melanzane, è importante creare file distinte per agevolare la gestione del giardino. Di solito, puoi piantare le melanzane in file separate, lasciando uno spazio di circa 90-120 centimetri tra le file. Questo spazio tra le file rende più semplice l’accesso alle piante per l’irrigazione, la concimazione e la raccolta dei frutti.

Come prendersi cura delle piante di melanzana

Per prosperare, la melanzana necessita di temperature costanti intorno ai 20°C. Quando le piante raggiungono 30 cm, pinzare le cime degli steli principali per stimolare la crescita di rami laterali. A fioritura iniziata, concimare settimanalmente con fertilizzanti potassici per migliorare l’allegagione. Una volta presenti 5-6 frutticini, eliminare eventuali altri germogli.

supporto melanzane
In foto è possibile vedere come sia stato praticato un supporto alla pianta di melanzana in crescita per sostenere lo sviluppo della piatta e del frutto.

Le varietà più sviluppate potrebbero richiedere sostegni, soprattutto a maturazione inoltrata. Mantenere sempre ben irrigate e pacciamate.

Come raccogliere le melanzane

Il momento giusto per raccogliere le melanzane trapiantate dipende da vari fattori. In genere, puoi aspettarti di raccogliere le melanzane trapiantate circa 65-85 giorni dopo il trapianto, ma questo periodo può variare in base alla varietà coltivata e alle condizioni climatiche.

La regola generale per la raccolta della melanzana prevede di cogliere i frutti prima che la buccia perda lucentezza. Questo può indicare una sovramaturazione incombente, anche se è opportuno verificare le caratteristiche specifiche della varietà coltivata, dal momento che alcune presentano buccia naturalmente opaca.

Altro sulla melanzana:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy