Quando si pianta la lavanda

951
LAVANDA

La lavanda è una pianta perenne cespugliosa e dal profumo intenso proveniente dal Mediterraneo. Nelle regioni più calde, il fogliame da grigio a verde rimane sempreverde durante tutto l'anno e l'erba prospera in alcune delle condizioni più difficili del giardino. Ecco come piantare, coltivare e raccogliere la lavanda in giardino!

Quando si pianta la lavanda e come si coltiva

Se ti stai chiedendo quando si pianta la lavanda, in questo articolo leggerai tutte le istruzioni per aver una pianta bella e piacevole da guardare e non solo. In un giardino, la lavanda può essere tagliata per formare una siepe bassa o un bordo aromatico lungo un sentiero.

Naturalmente, la lavanda è una scelta naturale per qualsiasi orto. Il fogliame fresco e grigio-verde contrasta piacevolmente con i suoi fiori, così come le erbe verde scuro e altre piante. La lavanda cresce abbastanza bene anche nei contenitori.




Quando si pianta la lavanda

Guida alla coltivazione della lavanda

Ingo generali

  • Semina: Marzo – Giugno
  • PH Terreno: 6,7 – 7,3
  • Sole: 8 Ore Giorno
  • Tipologia Terreno: Argilloso e Calcareo

Specifiche

  • È meglio piantare la lavanda da giovane in primavera, dopo che il terreno si è riscaldato ad almeno 15 °C e la minaccia del gelo è passata.
  • Se pianti in autunno, scegli piante più grandi e consolidate per garantire la loro sopravvivenza durante l’inverno.
  • La lavanda prospera nella maggior parte delle qualità del suolo, da povero a moderatamente fertile.
  • Tenere lontano da zone bagnate e umide, che potrebbero favorire il marciume radicale.

Istruzioni

  • Innaffia una o due volte alla settimana dopo la semina fino a quando le piante non si sono stabilite.
  • Innaffia le piante mature ogni due o tre settimane fino alla formazione dei boccioli, quindi una o due volte alla settimana fino al raccolto.
  • Nelle aree di coltivazione più fredde, le piante potrebbero aver bisogno di una protezione invernale aggiuntiva.
  • Copri le piante con un pacciame invernale di rami sempreverdi o paglia, che isoli dai venti e dalle temperature gelide.
  • Un’altra opzione per le zone fredde è coltivare la lavanda in un vaso, tenendola all’aperto d’estate e al chiuso d’inverno.
  • All’interno, posiziona il vaso in una finestra esposta a sud con più luce possibile.
  • Innaffia con parsimonia, poiché la pianta sarà dormiente in questo momento.

Video

Note sulla coltivazione, semina, raccolto, conservazione e altro ancora

  • La lavanda non è facile da coltivare da seme; si consiglia di acquistare piccole piante di avviamento da un vivaio. I semi possono impiegare fino a tre mesi per germogliare e le piantine dovranno essere svernate al chiuso in climi freschi.
  • Puoi anche provare a prendere una talea da una pianta matura. Prendi un taglio di legno tenero di diversi pollici in primavera o più tardi in estate quando gli steli sono più maturi.
  • Pianta la lavanda a 60 centimetri di distanza. Le piante in genere raggiungono tra i 50 e 60 cm di altezza.
  • Aggiungi del pacciame (la roccia o la ghiaia dei piselli funzionano particolarmente bene) per ridurre al minimo le erbacce. Tieni il pacciame lontano dalla corona della pianta di lavanda, tuttavia, per prevenire l’umidità in eccesso e il marciume radicale.
Keyword: coltivazione della lavanda




Quando piantare la lavanda

  • Pianta la lavanda in primavera, una volta passate tutte le possibilità di gelo. Questa bella e profumata erba è un’ottima aggiunta ai letti rialzati, ai giardini interrati e alla crescita in contenitori.
  • Piante di lavanda spaziale da 60 centimetri di distanza in un’area con molta luce solare e terreno sabbioso e ben drenato con un pH compreso tra 6,7 ​​e 7,3.
  • Dai alle giovani piante un ottimo inizio della stagione di crescita mescolando diversi centimetri di compost o altra materia organica ricca nel tuo terreno nativo.
  • La lavanda sopravvive bene in condizioni asciutte, quindi dovrai annaffiare solo quando i primi 2 pollici di terreno sono asciutti.
  • Promuove fioriture vibranti nutrendosi regolarmente con cibo vegetale solubile in acqua.
  • Raccogli gli steli una volta che sono abbastanza grandi per l’uso. Evita di raccogliere più di un terzo della pianta alla volta.




Quando piantare la lavanda: Terreno, semina e cura

Metti le piante da 30 a 40 cm l’una dall’altra in un’area aperta con pieno sole e una buona circolazione dell’aria. Assicurati di scegliere giovani piante di lavanda forti e vigorose.

Pianta la lavanda in un terreno ben drenato, leggermente alcalino con un pH compreso tra 6,7 ​​e 7,3. Puoi aggiungere sabbia da cantiere al terreno prima di piantare per aumentare il drenaggio, il che è vitale perché la lavanda non tollera l’eccessiva umidità o umidità del suolo.

Per migliorare ulteriormente il drenaggio, pianta la lavanda in un letto rialzato, lungo un muro o vicino alla cima di un pendio. Assicurati un buon drenaggio piantando la lavanda su un piccolo tumulo. 

Quando si pianta la lavanda in vaso, assicurarsi di utilizzare un mix di invasatura di alta qualità. Per ottenere i migliori risultati – pensa a tanti fiori belli e profumati – è anche importante nutrire regolarmente la lavanda con un alimento vegetale di alta qualità.

fiori di lavanda sbocciano in estate; puoi ritagliare le fioriture sbiadite per incoraggiare la continua fioritura durante la stagione calda. Potare leggermente per favorire la ramificazione, soprattutto in primavera quando le piante mostrano una nuova crescita.




Risoluzione dei problemi e raccolta

Ricorda che la lavanda ha bisogno di un buon drenaggio e di una buona circolazione dell’aria. Non innaffiare eccessivamente e lasciare che il terreno si asciughi prima di annaffiare di nuovo. Quando c’è molto calore e umidità, i funghi possono attaccare le piante, facendo diventare marroni le foglie.

Per ridurre al minimo la possibilità di avere un tale problema, pacciamare con ciottoli o cospargere di sabbia intorno alla base della pianta per un’evaporazione più rapida. Se tagli i fiori, taglia in modo da assottigliare un po’ la pianta, lasciandola aperta per una migliore circolazione dell’aria.

Raccogli i gambi di lavanda in qualsiasi momento tagliandoli dalla pianta. Tuttavia, evita di tagliare più di uno stelo su tre per mantenere la pianta piena. I fiori manterranno il loro profumo per mesi quando raccoglierai appena prima che siano completamente aperti.

Per essiccare i fiori, raccogli un mazzo di steli e appendili a testa in giù in un luogo buio e ben ventilato per preservare il colore e impedire agli steli di ammuffire.




Usi della lavanda

I fiori freschi possono essere utilizzati in salse, marinate e dessert. Maneggia con cura i fragili fiori secchi e usali in tè, sali, pot-pourri, bustine e prodotti artigianali.

Articolo correlato: Coltivazione del rosmarino.




Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close