Come proteggere la mimosa dal gelo

79
mimosa e gelo

La mimosa non cresce bene nei climi settentrionali, ma si adatta bene alle zone costiere miti. Le lesioni da freddo, anche se non impossibili. Un congelamento improvviso e prolungato può causare danni. Ramoscelli e rami diventano marroni e muoiono. In casi estremi, l'intero albero potrebbe morire. Occasionalmente, i tronchi degli alberi sviluppano crepe, causate da periodi alternati di temperature calde e fredde.

Molti anni fa, ho ricevuto alcuni semi di albero di mimosa da un amico. Avevo già visto fiorire alcuni alberi, con i loro bellissimi fiori piumati e sapevo che dovevo averne uno nel mio giardino. Anche se tutti i miei amici si lamentano sempre del disordine che fa sui loro prati, quando i fiori sbiadiscono e cadono a terra.

Ho seminato alcuni semi in una pentola e ho iniziato ad annaffiarli regolarmente. Presto è iniziata a crescere una piccola pianta. Cresceva molto velocemente, quindi in primavera era abbastanza alta da poter essere piantato all’aperto.

È stato un po’ difficile trovare un buon posto per la piccola mimosa nel mio giardino, perché avevo già molti alberi e cespugli. Ma volevo davvero che crescesse nel cortile vicino alla recinzione, in modo che tutti potessero vederne la bellezza.

Ho deciso di piantarlo nel mezzo della macchia di fragole, che era completamente sgombra da alberi o cespugli e nel giardino antistante. Era solo un piccolo albero, che cresceva meglio senza altri alberi o cespugli intorno.

La primavera successiva non c’era traccia della piccola mimosa, eppure germogliò di nuovo dalle sue piccole radici.







Albero di mimosa

È noto che l’albero della mimosa cresce velocemente e molto alto, fino a 16 metri. La sua corona è molto grande.

L’albero di mimosa, chiamato anche albero della seta persiana – dal nome latino Albizia julibrissin – è un albero ornamentale deciduo, della famiglia delle Fabaceae (famiglia dei fagioli) Albizia genere, originario dell’Asia sudoccidentale, dell’Iran (in passato noto come Persia), della Corea e della Cina.

Il suo primo nome latino onora il primo uomo che portò questo albero in Europa, un nobile italiano, Filippo degli Albizzi; il secondo nome significa “fiore di seta” a causa dei loro fiori rosa e bianchi piumati come la seta. La corteccia dell’albero di Mimosa è grigio verdastro, le sue foglie sono bipennate, simili a piume, con 20-30 paia di foglioline su ciascuna pinna.




Mimosa invasiva

I fiori hanno lunghi e densi stami bianchi e rosa, che sembrano fili di seta, che sono una buona fonte di nettare per farfalle e api. In autunno svaniscono e compaiono numerosi bacilli con molti semi fertili all’interno, che rimangono vitali per un lungo periodo di tempo e sono resistenti alla siccità.

Germinano molto bene quando cadono a terra, motivo per cui l’albero è considerato una specie invasiva in molte parti del mondo. Le numerose piantine spesso spiazzano le piante autoctone.

Ferita da freddo

Le lesioni da freddo sono rare. Tuttavia, un congelamento improvviso e prolungato può causare danni. Ramoscelli e rami diventano marroni e muoiono. In casi estremi, l’intero albero potrebbe morire. Occasionalmente, i tronchi degli alberi sviluppano crepe, causate da periodi alternati di temperature calde e fredde.

Questa situazione si verifica quando il rigido freddo invernale danneggia la corteccia dei giovani alberi, causando macchie marroni o infossate sul tronco. Questi problemi sono rari nelle mimose piantate in climi miti.




Prevenzione e trattamento

Sebbene non sia possibile prevenire i danni da gelo in tutti i casi, alcune precauzioni possono ridurre al minimo il rischio. Gli alberi stressati da siccità, suolo povero o malattie sono più vulnerabili ai danni causati dal gelo.

Condizioni di crescita adeguate possono aiutare gli alberi a resistere alle basse temperature. Anche la coltivazione di alberi in un’area protetta vicino a una casa o altri alberi può aiutare. Gli alberi di mimose non dovrebbero mai essere concimati a fine estate.

La fertilizzazione incoraggia una nuova crescita, soggetta a danni da gelo. Se un albero subisce lesioni, il modo migliore è potare i rami per rimuovere i danni. I rami morti possono essere identificati in due modi.

I rami che non riescono a produrre nuova crescita in primavera sono probabilmente morti. I rami vivi avranno un materiale morbido e verde se raschi via un po’ la corteccia. ma i rami secchi sono duri e marroni.




Patologia

I danni da gelo sono rari nelle regioni costiere. La malattia è il colpevole più probabile di lesioni o morte per l’albero di mimosa. Una malattia, in particolare, l’appassimento del fusarium, infetta comunemente le mimose.

Il primo sintomo è l’ingiallimento delle foglie o la defogliazione precoce. Con il progredire della malattia, la corteccia si spezza e i rami muoiono. A volte, l’albero trasuda una schiuma bianca o gialla maleodorante.

Alla fine, l’intero albero muore. Sfortunatamente, non è disponibile alcuna cura per questa malattia letale, ma una pronta rimozione può prevenirne la diffusione.

Distinguere tra malattia e lesione da freddo

Poiché i trattamenti variano a seconda della causa della lesione, è importante distinguere tra gelo e danno da malattia. Il danno da gelo si verifica improvvisamente dopo uno scatto di freddo, mentre il danno da malattia di solito progredisce nell’arco di diversi mesi o addirittura anni.

I sintomi dei danni da gelo si verificano principalmente in inverno; il danno della malattia è spesso più evidente in estate e in autunno.




Come proteggere la mimosa dal gelo: Conclusioni

Come si è intuito dai paragrafi precedenti l’albero di mimosa teme le temperature quando scendono sotto lo zero. Per prevenire i danni da freddo, puoi nel mese di novembre reperire delle coperture per proteggere la pianta.

Tutto quello che occorre fare per proteggere la mimosa dal gelo, è quello di procurarsi foglie, paglia, scarti di legna o acquistare dei teli protettivi per mettere al riparo la tua pianta di mimosa. Con gli scarti di legna o con i mucchi di foglie che ti sei procurato, puoi effettuare la pacciamatura intorno al tronco per difendere le radici dal freddo. Mentre con i teli protettivi se la pianta non è troppo grande, puoi mettere il telo sopra la sua corona.

Per chi vive in climi temperati, vicino al mare o nel sud Italia, queste coperture possono fornire una protezione adeguata. Al nord, invece, le temperature registrate del mercurio sono spesso ben al di sotto dello zero, il che potrebbe non bastare.

Articoli correlati:



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close