Come seminare l’alocasia: Guida dettagliata alle tecniche di coltivazione da seme

321
semina

La semina dell'alocasia prevede l'interramento dei suoi piccoli semi neri in terriccio caldo e umido, fornendo irrigazioni frequenti fino alla germinazione che avviene dopo circa 1 mese e mezzo. Le piantine vanno poi trapiantate singolarmente.

La semina è un modo per moltiplicare l’alocasia partendo dai suoi piccoli semi neri che puoi acquistare qui. Anche se più laboriosa rispetto alla divisione di rizoma, consente di ottenere nuove piante a costo zero. In questa guida completa scoprirai tutti i segreti della semina dell’alocasia: quando seminare, come preparare il terreno, il tipo di terriccio da usare, le modalità di semina.

Ti illustreremo nel dettaglio come riconoscere la germinazione, quando e come trapiantare le piantine. Approfondirò le cure necessarie dopo la germinazione e gli errori da evitare. Grazie alla semina potrai ottenere nuove piante di alocasia per decorare casa o giardino.

Quando è il momento giusto per seminare i semi di alocasia

Il periodo migliore per seminare l’alocasia va da febbraio ad aprile. In questi mesi le temperature sono miti, ideali per la germinazione che richiede 20-25°C costanti. Meglio evitare i mesi troppo caldi dell’estate dove il terriccio si asciuga velocemente.

In inverno è possibile con riscaldamento basale. La scelta del momento giusto incrementa le possibilità di una buona germinazione in 5-6 settimane.

Come preparare il terreno per la semina dell’alocasia

Per preparare al meglio il terreno, si consiglia di mescolare terriccio universale con 20% di terriccio per piante tropicali, per fornire sostanze nutritive. 2-3 settimane prima della semina, si può arricchire con compost o stallatico maturo.

Il terreno deve essere soffice, sciolto e privo di grumi. Livellare la superficie e compattare leggermente. Si può usare un fondo di argilla espansa per il drenaggio. Mantenere il terreno umido prima della semina.

Che tipo di terriccio scegliere per seminare l’alocasia

Il terriccio ideale per la semina dell’alocasia deve essere leggero, poroso e ricco di sostanze nutritive. La scelta migliore è un mix di 2 parti di terriccio universale e 1 parte di terriccio per piante tropicali o terriccio per orchidee. Ti rimandiamo qui per l’acquisto del terriccio.

Questi forniscono elementi essenziali per la germinazione come azoto, fosforo e potassio. Aggiungere 20% di perlite per migliorare il drenaggio. Il PH leggermente acido, 6.5-7, è l’ideale.

Come piantare i semi di alocasia: profondità e distanze consigliate

I semi di alocasia vanno interrati a una profondità di circa 1 cm, distanziandoli tra loro di almeno 2.5 cm per evitare la competizione durante la germinazione. Dopo aver distribuito i semi, coprirli con uno strato sottile di terriccio Fine e compattarlo delicatamente.

Si possono disporre in filari distanziati 10 cm per semplificare le cure. Innaffiare dall’alto con un nebulizzatore per non sradicare i semi.

Quanto tempo necessita la germinazione dei semi di alocasia

In presenza di calore e umidità costanti, i semi di alocasia impiegano circa 5-6 settimane per germinare. Con temperature inferiori a 20°C i tempi possono allungarsi anche a 2 mesi.

Dopo la semina, controllare quotidianamente la comparsa dei germogli mantenendo il substrato umido. La pazienza è indispensabile, la germinazione può essere irregolare.

Come e quanto annaffiare i semi di alocasia dopo la semina

Dopo la semina, i semi di alocasia devono essere annaffiati delicatamente con un nebulizzatore 2-3 volte al giorno per mantenere il terriccio costantemente umido ma non saturo.

Meglio più passaggi leggeri che una sola abbondante irrigazione. Ridurre le annaffiature quando spuntano i primi germogli. L’umidità costante è cruciale per la germinazione.

Quanto concime usare per i semi di alocasia appena germinati

Nei primi 15-20 giorni dopo la comparsa dei germogli dei semi di alocasia è bene non concimare, per evitare di bruciare le delicate piantine. Dopo 2 settimane, si può dare un concime liquido molto diluito una volta alla settimana. Ideale un fertilizzante a basso tenore di azoto, fosforo e potassio. Solo dopo un mese usare concimi specifici per alocasia.

Come riconoscere la germinazione dei semi di alocasia

La germinazione dei semi di alocasia si riconosce quando da un seme spunta una piantina alta circa 1 cm con due foglioline arrotondate. I germogli sono molto delicati e vanno maneggiati con cura. Se i semi non germinano entro 2 mesi, è probabile che siano stati raccolti immaturi o che le condizioni non siano state ottimali.

Quando e come trapiantare le piantine di alocasia da seme

Le piantine di alocasia ottenute da seme vanno trapiantate quando hanno sviluppato 2-3 foglie vere e le radici fuoriescono dal fondo. Questo avviene circa 6-8 settimane dopo la germinazione. Usare vasetti di 7-9 cm riempiti con terriccio soffice e fertile. Interrare la piantina fino alle foglioline e annaffiare bene. Mantenere in posizione ombreggiata per 10 giorni.

Come curare le giovani piantine di alocasia dopo la germinazione

Le piantine di alocasia richiedono aria umida, calore e irrigazioni frequenti. Vaporizzare spesso le foglie con acqua non calcarea e monitora il loro colore, possono ingiallire. Esporre alla luce diretta gradualmente. Dopo 2 settimane concimare con fertilizzante diluito.

Spolverare sul terriccio carbone in polvere contro i funghi. Tra 4 mesi rinvasare in contenitori più grandi. Ruotare periodicamente i vasi.

Errori da evitare nella semina e germinazione dei semi di alocasia

Per una buona riuscita della semina dell’alocasia, bisogna evitare alcuni errori: non prestare attenzione alla freschezza dei semi, lasciar essiccare il terreno dopo la semina, concimare troppo presto le piantine.

Altri errori sono: esporre immediatamente al sole, trapiantare con radici troppo corte, somministrare troppa acqua causando marciumi radicali. Ogni fase è critica e necessita di attenzione.

Approfondimento:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close