Azalee potatura

76
Azalee

Le azalee sono amate per i loro colori primaverili quando sono in fiore e sono anche facili da curare. Scopri tutto quello che devi sapere su come potare le azalee.

Le azalee sono bellissimi arbusti da fiore che fioriscono in primavera e se ami i colori vivaci delle azalee, probabilmente puoi coltivarle nel tuo giardino perché non sono eccessivamente esigenti.

Sebbene possano raggiungere un’altezza di circa due metri e mezzo, mantenere questi arbusti fioriti tagliati e sagomati consente una corretta circolazione dell’aria, la prevenzione delle malattie e una migliore salute generale.




Seguendo alcune semplici linee guida, le azalee produrranno splendide fioriture, aggiungendo un tocco di colore a tutto il prato.

Quando potare le azalee

Il momento migliore per dare forma o potare un’azalea è dopo che i fiori primaverili svaniscono, ma non tagliate oltre luglio.

Ricordate che meno è meglio quando si tratta di tagliare pezzi di bella azalea. Lasciate che la pianta faccia il suo corso e controllate le dimensioni in base alle vostre preferenze. Eliminate i rametti deboli e friabili che perdono vivacità.




Tagliando questi ultimi, è possibile far dominare nuove sezioni più sane.

Se si pota troppo tardi durante la fine dell’estate, l’autunno o l’inverno, si tagliano i boccioli dei fiori per l’anno successivo e si impedisce alla pianta di fiorire.

Quando potare l’azalea Encore

Come tutte le altre azalee, le azalee Encore vanno potate subito dopo la fioritura primaverile. In questo modo si ottiene il massimo numero di boccioli da far attecchire. Molto probabilmente è sufficiente una potatura leggera per stimolare la crescita e la fioritura.

Perché potare le azalee

Nella maggior parte dei casi non è necessario potare le azalee. Sono piante a bassa manutenzione e dovrebbero produrre bellissimi fiori anno dopo anno.

Ma forse la vostra bella azalea è cresciuta fino a raggiungere proporzioni mostruose e blocca la vista sul resto del giardino perché il cespuglio è troppo alto. Oppure l’arbusto non produce più tanti fiori come in passato.




Oppure, a volte, le azalee si afflosciano e hanno bisogno di essere ringiovanite. La potatura può migliorare la circolazione dell’aria, prevenire le malattie e incoraggiare la nuova crescita. Inoltre, può modellare la pianta per adattarla meglio alla posizione in cui cresce nel vostro giardino.

Come potare le azalee

La maggior parte delle azalee ha bisogno solo di un po’ di sfoltimento per mantenere le dimensioni e la salute. È facile come 1-2-3 e per questo le azalee e i rododendri sono considerati a bassa manutenzione.

Fase 1 – Aspettate la morte dei fiori in primavera per potare.

Fase 2 – tagliare i rami e gli steli morti dell’arbusto

Fase 3 – potare i fusti e i rami vivi per dare alla pianta la forma che preferite.




È possibile mantenere le piante piccole e graziose, oppure farne un arbusto più imponente. Alcuni giardinieri esperti sono in grado di trasformare queste piante in topiari o addirittura di farle crescere ad albero con la potatura.

Cosa vi serve per potare le azalee

  • Pinze manuali: questo piccolo strumento è ideale per un taglio controllato. Assicuratevi che le lame siano affilate e pulite per evitare la diffusione di malattie del fogliame.
  • Troncarami: più grandi delle cesoie a mano, i troncarami possono affrontare gli steli più pesanti.
  • Guanti: la potatura è un lavoro duro per le mani!

Assicuratevi di pulire gli attrezzi tra una potatura e l’altra per evitare la diffusione di malattie e per rimuovere la linfa che si trova sulle lame.




Si sconsiglia di utilizzare i tosasiepi per potare le azalee in cassette o in altre forme. In questo modo la pianta avrà un aspetto terribile e il fogliame e i fiori saranno presenti solo nei centimetri esterni dei cespugli.

Potatura delle azalee

Nella maggior parte dei casi, le azalee hanno bisogno di una leggera potatura solo quando diventano “spilungone”. Per “gambetta” si intende che le foglie crescono solo sui bordi esterni dei rami e la pianta non ha un aspetto pieno e rigoglioso.

Per incoraggiare la crescita di un fogliame più folto, la strategia migliore è la potatura selettiva del legno vecchio. Scegliete solo alcuni rami all’anno e riduceteli a una gemma dormiente o a un ramo robusto più basso.

Per ottenere i migliori risultati, eseguite pochi rami all’anno. Si tratta di un processo lento, ma molto efficace. L’operazione va eseguita in inverno, quando la pianta è dormiente.

Si possono tagliare le azalee a terra?

Non consigliamo mai di tagliare un’azalea di altezza inferiore a 12 pollici. Se si taglia la pianta fino a terra, si rischia che la pianta si indebolisca a causa di una cattiva alimentazione o di una malattia e muoia. Inoltre, la pianta può impiegare fino a 3 anni per rifiorire se si taglia così tanto l’arbusto.




Se dovete prendere misure drastiche, vi consigliamo di lasciare due rami principali alti almeno un metro e mezzo e di tagliare gli altri rami principali a 15 centimetri di altezza. In questo modo ci sono almeno alcuni rami che non vengono tagliati completamente.

Decapitazione di azalee e rododendri

A seconda del tipo di azalea che avete, la decapitazione (rimozione dei fiori esauriti) può incoraggiare la pianta a produrre nuovi bellissimi fiori. Se avete un’azalea decidua, potete decapitare i fiori. Se invece si tratta di un’azalea o di un rododendro sempreverde, in genere non si procede alla decapitazione dei fiori.




Il motivo della decapitazione è duplice. In primo luogo, la pianta assume un aspetto migliore e favorisce la crescita di più fiori l’anno successivo. In secondo luogo, i fiori diventano talvolta viscidi e ammuffiti durante i periodi di pioggia intensa, con il rischio di contrarre malattie fungine.

Per decapitare i fiori, si possono usare le dita e pizzicare i fiori, oppure si possono usare delle piccole forbici per fare il lavoro. Assicuratevi di lavarvi accuratamente le mani dopo l’operazione. Assicuratevi di rimuovere solo i fiori morti, non i boccioli della pianta.

In generale, prendersi cura delle azalee è un gioco da ragazzi e sono particolarmente indicate per chi ha poco tempo da dedicare al giardino. La potatura è semplice e, se la si esegue con costanza, non si dovrà mai perdere troppo tempo. E poi avrete un sacco di ore pomeridiane per sedervi in veranda con un bicchiere di limonata, ammirando la loro bellezza.

Articolo correlato:



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close