fbpx

5 buoni motivi per masticare chiodi di garofano con regolarità

142

I chiodi di garofano sono i piccoli boccioli essiccati della pianta del garofano, molto utilizzati in cucina come spezia per insaporire dolci e piatti salati. Oltre alle proprietà aromatiche, i chiodi di garofano vantano anche effetti benefici per la salute, tanto da essere impiegati nella medicina tradizionale come rimedio naturale.

Grazie al loro principale componente attivo, l’eugenolo, i chiodi di garofano possiedono riconosciute proprietà analgesiche, antinfiammatorie, antisettiche e anestetiche. Per questo motivo la pratica di masticare chiodi di garofano era ed è tuttora diffusa come metodo per alleviare in modo naturale il dolore ai denti o il mal di stomaco.

L’eugenolo contenuto nei chiodi di garofano agisce infatti da potente analgesico e antinfiammatorio quando raggiunge il flusso sanguigno attraverso la mucosa orale. Masticarne uno spicchio può quindi aiutare a ridurre dolori e infiammazioni in varie parti del corpo, sfruttandone le proprietà medicinali e dando sollievo in modo del tutto naturale.

Cosa sono i chiodi di garofano

Sono una spezia molto particolare e interessante. Si tratta infatti dei boccioli essiccati di un albero tropicale chiamato Syzygium aromaticum, appartenente alla famiglia delle Myrtaceae. I fiori di questa pianta crescono riuniti in grappoli terminali e ogni singolo fiore è composto da un calice con quattro sepali di colore rosso scuro che racchiude la corolla. Quando i boccioli florali sono ancora verdi, vengono raccolti a mano, poi sottoposti ad un processo di essiccazione.

I boccioli cambiano colore durante l’essiccazione, assumendo la classica colorazione che va dal marrone scuro al nero. I chiodi di garofano essiccati si presentano come piccole “teste” sormontate da una punta, che dona loro la caratteristica forma a chiodo. Hanno dimensioni di 1-2 cm e la superficie è rugosa. L’aroma è intenso e speziato. Ogni singolo chiodo di garofano altro non è che il bocciolo di quella che sarebbe diventata una delicata corolla dai petali rosa. In questo stadio però vengono raccolti e lavorati per ottenere una spezia dalle notevoli proprietà aromatiche e officinali.

Proprietà nutrizionali dei chiodi di garofano

Ogni 100 grammi di chiodi di garofano contengono:

  • Circa 65 grammi di carboidrati, 13 grammi di lipidi e 6 grammi di proteine, fornendo 274 calorie.
  • Un’elevata quantità di fibre, pari a 34 grammi.
  • Sali minerali come potassio, calcio, magnesio, ferro e zinco.
  • Diverse vitamine del gruppo B, in particolare riboflavina, niacina e vitamina B6.
  • Buone quantità di vitamina A, vitamina E e vitamina K.
  • Composti bioattivi come l’eugenolo dalle proprietà analgesiche, antiossidanti e antinfiammatorie.

Questa composizione conferisce ai chiodi di garofano eccezionali benefici per la salute, rendendoli un’ottima spezia da integrare nella propria dieta.

Quali sono gli effetti dei chiodi di garofano sul nostro organismo

Sono un rimedio naturale molto utile per la salute, conosciuto e utilizzato fin dall’antichità. Masticarne regolarmente uno spicchio può portare diversi benefici, grazie alle sostanze benefiche in essi contenute. L’eugenolo ha un potente effetto antinfiammatorio e analgesico, quindi masticare chiodi di garofano può lenire il dolore di denti, gengive, stomaco e articolazioni. La sua azione disinfettante inoltre può prevenire le infezioni del cavo orale.

Gli antiossidanti dei chiodi di garofano contribuiscono a rallentare l’invecchiamento cellulare e le sostanze antibatteriche combattono le infezioni urinarie. Per questo in passato venivano utilizzati per trattare la cistite. Masticandone periodicamente si possono attenuare anche altri disturbi come gonfiore addominale e aerofagia, grazie all’azione digestiva e carminativa. Insomma, questa piccola spezia racchiude grandi benefici, da sfruttare masticandola semplicemente come si fa con una gomma o un lecca-lecca. Dopo questa breve introduzione sui benefici, entriamo nel dettaglio e vediamo 5 benefici per l’organismo:

1. Igiene orale e mal di denti

Il mal di denti è un disturbo molto fastidioso che può avere origini diverse, come carie, infezioni, infiammazioni gengivali o piccole fratture. Masticarli può dare sollievo grazie alle proprietà analgesiche e anestetiche locali dell’eugenolo in esso contenuto.

Questa sostanza agisce bloccando la trasmissione del dolore a livello dei recettori presenti nel cavo orale. Inoltre le proprietà antibatteriche dei chiodi di garofano possono prevenire o contrastare eventuali infezioni batteriche o micotiche che interessano denti e gengive.

2. Mal di gola

Il mal di gola può avere varie cause scatenanti come virus, batteri, allergie o sostanze irritanti. I sintomi principali sono infiammazione, arrossamento, dolore e difficoltà a deglutire. Masticare uno spicchio di chiodo di garofano può dare sollievo al mal di gola grazie alle proprietà dell’eugenolo in esso contenuto.

Questa sostanza agisce come antinfiammatorio e antisettico, riducendo il gonfiore e uccidendo i microrganismi responsabili dell’infezione. Inoltre stimolano la produzione di saliva che lubrifica, idrata e pulisce la gola, dando ulteriore beneficio. Masticarli periodicamente può quindi lenire il fastidio e contrastare le cause del mal di gola.

3. Mal di testa

Il mal di testa può derivare da cause diverse come stress, tensioni muscolari, emicrania, sinusite o ipertensione. I sintomi tipici sono dolore pulsante o pressante localizzato nella zona della testa, che può associarsi a nausea, vertigini e fotofobia. Masticare uno spicchio di chiodo di garofano può dare sollievo grazie all’azione analgesica e vasodilatatrice dell’eugenolo in esso contenuto.

Questa sostanza aiuta a rilassare la muscolatura e i vasi sanguigni del capo, diminuendo la pressione intra-cranica. Inoltre blocca la trasmissione del dolore a livello dei recettori cerebrali. L’uso regolare può dunque attenuare l’intensità e la frequenza degli attacchi di mal di testa, in modo naturale.

4. Dolori articolari e muscolari

I dolori articolari possono essere causati da diverse condizioni come artrite, artrosi, gotta, traumi o infezioni e si manifestano con sintomi come gonfiore, rigidità, dolore e limitazione nei movimenti. I chiodi di garofano possono dare sollievo grazie alle proprietà antinfiammatorie e analgesiche dell’eugenolo, che allevia il dolore e riduce il gonfiore a carico delle articolazioni.

Inoltre, essendo ricchi di antiossidanti, proteggono la cartilagine e le ossa dai danni dei radicali liberi. Anche il dolore muscolare causato da sforzi fisici intensi, traumi o crampi, può essere attenuato masticandoli regolarmente.

5. Mal di stomaco

Il mal di stomaco può derivare da diverse cause come gastriti, ulcere, indigestioni, intolleranze alimentari o infezioni. I sintomi tipici sono dolore crampiforme o urente localizzato all’addome, nausea, vomito o diarrea. Uno spicchio di chiodo di garofano può alleviare il mal di stomaco grazie alle proprietà digestive e protettive dello stomaco.

Questa sostanza ha un effetto antiulcera, carminativo e antispasmodico, quindi facilita la digestione, riduce i crampi gastrici e previene la formazione di ulcere. Le componenti antibatteriche possono debellare eventuali infezioni a carico della mucosa gastrica. Masticarli periodicamente può dunque dare sollievo ai sintomi e curare le cause del mal di stomaco.

Eventuali controindicazioni nel consumo regolare dei chiodi di garofano

Sono una spezia dalle tante proprietà benefiche, ma come per tutti i rimedi naturali anche il loro utilizzo nasconde alcune controindicazioni che è bene conoscere. Queste piccole gemme aromatiche vanno consumate con moderazione, senza eccedere nelle quantità giornaliere raccomandate. Un loro uso smodato e prolungato nel tempo potrebbe irritare la mucosa gastrica e danneggiare il fegato, oltre a causare effetti indesiderati come reazioni allergiche, coagulopatie o intossicazione.

È bene prestare cautela soprattutto in alcune categorie di persone più sensibili come i bambini, le donne incinte e chi soffre di patologie epatiche. In questi casi il parere del medico è fondamentale. Non vanno demonizzati, ma utilizzati con giudizio per trarne i massimi vantaggi senza effetti collaterali. Un consumo moderato e consapevole permetterà di beneficiare delle loro riconosciute proprietà terapeutiche.

Quanti chiodi di garofano masticare al giorno

Gli esperti raccomandano di non superare 1-2 chiodi di garofano al giorno per un adulto sano. Questa quantità è sufficiente per ottenere gli effetti terapeutici derivanti dall’eugenolo e dagli altri composti benefici contenuti nei chiodi di garofano. Superare le 2-3 unità rischia di irritare la mucosa gastrica e danneggiare il fegato, oltre a causare intossicazione e altri disturbi.

Anche se queste controindicazioni sono molto rare. I bambini dovrebbero assumere solo la metà della dose degli adulti. Rispettando queste semplici indicazioni, possono essere masticati quotidianamente per alleviare dolori e disturbi in modo naturale, senza effetti indesiderati.

Si posso masticare i chiodi di garofano anche senza disturbi o dolori?

Solitamente li si mastica quando si soffre di mal di denti, mal di testa, dolori articolari o problemi digestivi, per ottenere un sollievo mirato. Tuttavia, possono essere masticati con profitto anche quando non si hanno dolori o malesseri specifici. La presenza di oli essenziali, flavonoidi, tannini e altre sostanze bioattive, infatti, rafforza comunque lo stato di salute generale dell’organismo.

Masticandone uno o due al giorno, anche in assenza di disturbi, possiamo ottenere benefici come un aumento delle difese immunitarie, una migliore salute di denti e gengive, una protezione di stomaco e intestino e un’azione anti-age dovuta agli antiossidanti. In più, l’aroma fresco e balsamico che si sprigiona masticando queste piccole gemme aromatiche migliora l’alito, stimola la salivazione e dona una sensazione di benessere.

Come integrare i chiodi di garofano nella dieta quotidiana

Possono essere integrati facilmente nella dieta quotidiana, per trarne il massimo dei benefici. Ecco alcuni consigli pratici per inserire questa preziosa spezia nell’alimentazione di tutti i giorni:

  • Masticare 1-2 chiodi di garofano al mattino a digiuno oppure dopo i pasti, per ottenere un effetto digestivo, antinfiammatorio e antisettico.
  • Aggiungere i chiodi di garofano interi o in polvere nelle preparazioni dolci come biscotti, torte, budini, creme e frullati. Conferiscono un aroma intenso e una nota pepata.
  • Insaporire carni, pesci, salse, zuppe e legumi con una spolverata di polvere di chiodi di garofano oppure 1-2 chiodi interi in infusione.
  • Preparare tisane digestive e antisettiche facendo bollire per 10-15 minuti acqua e 1-2 chiodi di garofano.
  • Masticarne uno spicchio dopo i pasti più abbondanti e pesanti per favorire la digestione.
  • Aggiungere 1 goccia di olio essenziale di chiodi di garofano all’acqua del pediluvio serale.

Approfondimento: https://it.wikipedia.org/wiki/Syzygium_aromaticum

Altri rimedi naturali:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy