Semina aglio

795
semina

L'aglio ha bisogno di una lunga stagione di crescita per crescere bene e l'autunno fino all'inizio dell'inverno è il momento perfetto per seminare in modo che le piante sviluppino radici e germogli prima delle forti gelate. Alcune varietà possono essere seminate in primavera. L'aglio coltivato in casa occupa poco spazio e non richiede quasi alcuno sforzo per ottenere un buon raccolto. È un raccolto facile da coltivare: viene seminato da spicchi d'aglio anziché da semi.

Coltivare il tuo aglio è sempre emozionante. Questo bulbo pungente aggiunge sapore a innumerevoli ricette ed è anche salutare! Pianta gli spicchi d’aglio in autunno e sarai ricompensato con un abbondante raccolto di aglio dopo l’inverno!

Prima di piantare, è importante sapere quale varietà si adatta al tuo clima e alla tua cucina!

Varietà Softneck: Il tipo più comune nei supermercati. Produce il maggior numero di chiodi di garofano per bulbo, fino a 18. Ha una buccia bianca e cartacea, si conserva bene e raramente produce un gambo di fiori. L’aglio tenero è meno tollerante alle temperature fredde prolungate ed è quindi più adatto alla coltivazione, sebbene possa essere coltivato con protezione in inverno.

Varietà Hardneck: L’aglio hardneck ha meno chiodi di garofano per bulbo, di solito 10 o meno. Sono generalmente più resistenti dei tipi soft neck e possono essere coltivati ​​in tutta Italia. I tipi hard neck producono spesso un gambo di fiore arricciato o “scapo”.

Questo si raddrizza man mano che matura, per portare una testa di minuscoli bulbilli simili a chiodi di garofano. È meglio rimuovere lo scapo non appena appare (usarlo nelle patatine fritte) in modo che la pianta devii le sue energie per produrre un bulbo più grande.

Se lasciati sviluppare sulle piante, puoi raccogliere e piantare i bulbilli, ma potrebbero essere necessari 2-3 anni per formare un bulbo decente.







Informazioni generali sull’aglio

L’aglio è una delle poche colture che pianti in autunno! Basta piantare uno spicchio dalla testa d’aglio di quest’anno, coprire con pacciame e raccogliere in estate durante la stagione dell’orto. Dopo aver raccolto e pulito il letto, puoi piantare un altro raccolto nello stesso letto!

Puoi anche gustare foglie d’aglio o “scapi” che compaiono all’inizio della primavera. Sono buonissimi saltati in padella o in insalata.

Oltre ad avere un sapore intenso e molti usi culinari, l’aglio funge anche da repellente per insetti in giardino, ed è stata usata per secoli come rimedio casalingo.

Puoi piantare l’aglio acquistato in negozio?

Non lo consigliamo. La maggior parte delle teste d’aglio dei negozi di alimentari sono state trattate. Inoltre, la maggior parte dell’aglio commerciale proviene da aree agricole su larga scala con climi miti, quindi l’aglio potrebbe non essere adatto per crescere nel tuo clima e può portare anche parassiti o malattie.

Se vuoi bulbi grandi, usa l’aglio “seme” da un vivaio locale, un mercato agricolo o un fornitore di semi online. Oppure, conserva alcune delle tue migliori teste d’aglio dal tuo raccolto per ripiantarle! Ma prima di piantare l’aglio, assicurati di conoscere la differenza tra i due tipi principali di aglio: aglio a collo duro e a collo morbido e quale tipo crescerà meglio nel tuo clima. Vedere le varietà consigliate di seguito.




Seminare l’aglio

Coltiva l’aglio in un luogo caldo e soleggiato, in un terreno fertile e ben drenato che non si bagni troppo in inverno. L’aglio viene solitamente piantato nel tardo autunno o all’inizio dell’inverno (sebbene alcune cultivar possano essere piantate all’inizio della primavera).

Può essere seminato direttamente nel terreno o iniziato in piccoli vasi se hai terreno pesante. Può anche essere coltivato in un grande contenitore.

Qualunque sia il modo in cui decidi di seminare l’aglio, spezza i bulbi in spicchi separati e pianta quelli grandi con la parte grassa verso il basso e l’estremità appuntita a 2,5 cm sotto la superficie del terreno.

Vendemmia da luglio in poi, una volta che la crescita superiore ha iniziato a estinguersi. Lascia asciugare i bulbi al sole per alcuni giorni prima di riporli.

Piantare gli spicchi d’aglio

Su un terreno pesante e umido, l’aglio è meglio iniziare in moduli in autunno, svernare in una serra fredda o non riscaldata, quindi piantare in primavera.

  • Riempi parzialmente un vassoio modulare con compost multiuso o a base di terra
  • Inserisci uno spicchio in ogni modulo e copri con il compost
  • Conservare in un luogo fresco – un coldframe ben ventilato è l’ideale – per fornire protezione dal clima invernale più rigido
  • Assicurati che il compost sia umido ma non bagnato
  • Piantare in primavera, a 15 cm di distanza




Come piantare gli spicchi d’aglio

Prima di piantare, rimuovere eventuali erbacce, quindi migliorare la struttura del terreno, la ritenzione di umidità e i livelli di nutrienti scavando nella materia organica. Applicare circa due secchi di letame o compost fatto in giardino.

Il compost da giardino è un ammendante prodotto da rifiuti vegetali decomposti, solitamente in un bidone del compost. Viene aggiunto al terreno per migliorarne la fertilità, la struttura e la capacità di trattenere l’acqua.

È necessario poco fertilizzante alla semina. In un terreno medio, applica un fertilizzante multiuso. Se non è stata applicata materia organica, raddoppiare la quantità di fertilizzante. Per ridurre la necessità di diserbo in seguito, potresti coprire il terreno con teli di plastica nera o una membrana antierba, quindi piantare i chiodi d’aglio attraverso le fessure.

Spezzare con cura i bulbi in singoli chiodi. Abbiate cura di piantarli nel modo giusto, con la piastra basale piatta rivolta verso il basso e l’estremità appuntita verso l’alto.

Distanzia i chiodi di garofano a 15 cm di distanza, con la punta a 2,5 cm sotto la superficie del terreno. In un terreno leggero, una semina più profonda può produrre bulbi più grandi, ma non piantare in profondità

Se hai un terreno argilloso pesante, puoi iniziare l’aglio piantando i chiodi di aglio singolarmente in vassoi modulari in autunno e coltivandoli in una cornice fredda. Ciò impedisce ai bulbi di marcire in un terreno molto umido durante l’inverno.

Puoi quindi piantarli in primavera, quando il terreno si è leggermente asciugato. Potresti anche provare a coltivare l’aglio in cumuli alti 15 cm e larghi 20 cm alla base. Pianta gli spicchi d’aglio in questi cumuli, a 15-20 cm di distanza e 7-10 cm di profondità. Poiché il terreno è leggermente rialzato, non si bagna, quindi è meno probabile che l’aglio marcisca.




Seminare l’aglio in contenitore

Se non hai spazio o la tua trama è stata influenzata dal marciume bianco della cipolla in passato, allora la coltivazione in contenitori fa per te. Usa qualsiasi vaso largo e profondo almeno 15 cm, riempito con compost multiuso.

Semina tre chiodi di aglio in un vaso largo 15 cm, sei in uno da 30 cm. Nutri da aprile quando vedi una forte crescita primaverile, usando un mangime ad alto contenuto di azoto come pellet di letame di pollo essiccato o riempi il contenitore fino in cima con più compost.

Quando seminare l’aglio

L’aglio viene piantato più spesso in autunno (tra fine settembre e novembre). Nelle aree soggette a forti gelate, piantare gli spicchi d’aglio da 6 a 8 settimane prima della prima data di gelo autunnale, prima che il terreno si congeli.

Piantando i bulbi d’aglio in autunno, hanno il tempo di sviluppare radici sane prima che le temperature scendano e/o il terreno si congeli, ma non abbastanza perché l’aglio formi una crescita superiore. Quindi, all’inizio della primavera, i bulbi si “risvegliano” dalla loro dormienza e iniziano a produrre rapidamente fogliame, seguito da bulbi, prima che il caldo più rigido dell’estate fermi la loro crescita.

Nei climi miti, puoi piantare spicchi d’aglio fino a febbraio o marzo, ma i bulbi risultanti non saranno così grandi. Tuttavia, puoi ancora goderti gli scapi all’aglio durante l’estate. Se pianti in primavera, aspetta di farlo finché il terreno non può essere lavorato e si sbriciola facilmente.




Varietà consigliate

Prima di scegliere una varietà di aglio, devi considerare il clima che determina se pianti una varietà hardneck o softneck. Quindi devi considerare la tua cucina perché diverse varietà hanno profili di gusto diversi, dal delicato al dolce al piccante al piccante!

  • Gli hardneck sono la scelta migliore per i giardinieri del nord. Sono estremamente resistenti al freddo per inverni rigidi. Questi crescono un anello di chiodi di garofano grasso attorno a un gambo duro, con meno chiodi di garofano ma più grandi per bulbo rispetto ai colli morbidi.

Note: Gli hardneck producono steli di fiori, noti anche come “scapi”, che devono essere tagliati per incoraggiare i bulbi a raggiungere il loro pieno potenziale. Gli scapi stessi sono una delizia di inizio estate, deliziosi se tagliati in insalata o aggiunti alle patatine fritte.

Varietà hardneck popolari: ‘Music’ (sul lato mite ma ricco e pastoso); ‘Chesnok Red’ (consistenza delicata e dolce, cremosa quando arrostito); “Early Italian” (sapore più dolce che non prevale sui piatti); ‘rosso tedesco’ (robusto, classico sapore di aglio che i cuochi amano); “Spanish Roja” (forte e piccante, cimelio di famiglia con il classico sapore di aglio)

  • I softneck sono più comuni con i giardinieri del sud, crescendo bene nei climi caldi con inverni caldi. Hanno sapori più intensi e tendono a far crescere bulbi più grandi con chiodi di garofano più piccoli per bulbo perché l’energia non viene deviata verso bulbi posizionati in alto come gli hardnecks.

Non hanno scapi, ma si conservano meglio degli hardneck. Come suggerisce il nome, hanno colli che rimangono morbidi dopo il raccolto, e quindi sono i tipi che vedrai intrecciati insieme.

Varietà a collo morbido popolari: ‘California White Early’ (classico sapore di aglio moderato, tipo più popolare nei negozi di alimentari, raccolto in primavera); ‘California White Late’ (raccolto in estate); ‘Inchelium Red’ (sapore di aglio meraviglioso ma delicato, durata di conservazione superiore); ‘Silver White’ (aglio classico, ottima conservazione, ottimo per principianti); ‘Lorz Italian’ (cimelio caldo e piccante, popolare tra i cuochi).

  • L’aglio di elefante non è un vero aglio, ma viene coltivato in modo simile alle varietà hardneck, richiedendo una lunga stagione di crescita fresca. La maggior parte dei tipi richiede circa 90 giorni per la raccolta, una volta iniziata la crescita. Nonostante le sue dimensioni, ha un sapore abbastanza delicato più simile alla cipolla e allo scalogno rispetto all’aglio tradizionale. Bulbi e chiodi di garofano sono grandi.

Articoli correlati:



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close