Rimedi naturali punture zanzare

158
puntura zanzara

Le punture di zanzara spesso provocano una piccola protuberanza che può essere pruriginosa e scomoda. I rimedi casalinghi includono l'applicazione di ghiaccio, miele o aloe vera per ridurre l'irritazione. I metodi di prevenzione includono l'uso di un repellente per zanzare e la copertura della pelle esposta.

In alcune parti del mondo, le zanzare possono portare malattie. Le zanzare femmine pungono gli animali e gli esseri umani per bere piccole quantità del loro sangue, di cui hanno bisogno per produrre le uova. Il prurito che si sviluppa si verifica perché le zanzare lasciano dietro di sé una piccola quantità di saliva e il sistema immunitario di una persona risponde innescando un’infiammazione nell’area. Questo spesso provoca lo sviluppo di una protuberanza pruriginosa e scomoda.

I rimedi casalinghi possono aiutare a ridurre il prurito e il disagio di una puntura di zanzara. In questo articolo, esaminiamo sei trattamenti che potrebbero portare un rapido sollievo.




6 rimedi casalinghi per le punture di zanzara per fermare il prurito e dare sollievo

Le zanzare, gli ospiti indesiderati che si presentano a ogni barbecue nel cortile e lasciano fastidiosi ricordi della loro presenza, sono una delle parti meno divertenti dell’estate.

Ci sono molti trattamenti da banco che possono sbarazzarsi delle punture di zanzara. Ad esempio, la crema all’idrocortisone o la lozione alla calamina possono fermare il prurito e aiutare il tuo morso a guarire rapidamente.

Ma se non hai quei prodotti e non puoi andare in farmacia, potresti avere altri rimedi naturali a casa tua in questo momento.




1. Impacco freddo

Il rimedio casalingo più semplice per le punture di zanzara è un impacco di ghiaccio o qualsiasi impacco freddo (ad esempio, anche un sacchetto di piselli surgelati funziona bene).

Quando una zanzara punge, inietta la sua saliva nel flusso sanguigno. Quella saliva fa sì che il tuo sistema immunitario invii istamine al morso, che provoca una risposta infiammatoria: quella protuberanza rossa, gonfia e pruriginosa.

Il ghiaccio intorpidisce l’area della puntura di zanzara, che aiuta a ridurre il prurito e lenisce la pelle. Applicare l’impacco per circa 5-10 minuti dovrebbe essere sufficiente per alleviare il disagio, almeno temporaneamente.

Il ghiaccio può anche aiutare a ridurre l’infiammazione e il gonfiore mentre il tuo corpo risponde alla sostanza estranea iniettata dalla zanzara, ma non aiuterà il morso a guarire più velocemente, però.




2. Aloe vera

L’aloe è stata usata in medicina per migliaia di anni, fin dal primo Egitto. Al giorno d’oggi, è una pianta da appartamento abbastanza comune e facile da curare. Il gel all’interno delle foglie spesse e tozze è usato per trattare molte malattie della pelle e l’ aloe può aiutare ad alleviare le scottature solari o le punture di zanzara.

Per cominciare, spalmare l’aloe su una puntura di zanzara probabilmente ti darà un sollievo immediato, perché ha un leggero effetto rinfrescante sulla pelle.

Inoltre, l’aloe vera ha anche dimostrato di essere efficace nel ridurre l’eritema, che si riferisce al rossore che accompagna l’irritazione della pelle, sia da una puntura di zanzara che da una scottatura solare.




3. Bicarbonato di sodio

Per curare il prurito e favorire la guarigione, mescola il bicarbonato di sodio con l’acqua e mettilo sulla puntura di zanzara. Non devi preoccuparti delle misurazioni esatte di acqua e bicarbonato di sodio, inizia con circa un cucchiaino di bicarbonato di sodio e aggiungi un po’ d’acqua per creare una pasta che puoi applicare sulla pelle.

Il bicarbonato di sodio, è una base, quindi aiuta a contrastare l’acidità della reazione tra il tuo corpo e la saliva della zanzara.

Il bicarbonato di sodio può anche essere usato come rimedio casalingo per la varicella o l’eczema, che causano chiazze di pelle secca, pruriginosa e infiammata. Spesso, i prodotti o i trattamenti commercializzati per l’eczema aiutano anche con le punture di zanzara, perché affrontano gli stessi sintomi di infiammazione e irritazione della pelle.




4. Farina d’avena

Come il bicarbonato di sodio, la farina d’avena è un oggetto da cucina comune che è stato usato per anni per alleviare il prurito.

Il metodo più comune è un bagno di farina d’avena. Puoi ottenerlo in una forma chiamata farina d’avena colloidale, che è fondamentalmente solo farina d’avena macinata finemente realizzata appositamente per i trattamenti della pelle. Funzionerà anche l’avena normale cruda, ma è meglio se prima la macini in un robot da cucina o in un frullatore.

Per fare un bagno di farina d’avena, basta cospargere la farina d’avena in un bagno caldo, quindi entrare e immergerti per circa 10 minuti. Se stai usando la farina d’avena colloidale acquistata in negozio, segui le istruzioni sul contenitore. Se stai usando l’avena macinata fai-da-te, aggiungine una manciata all’acqua.




5. Miele crudo

Questo metodo, sebbene un po’ appiccicoso, ha una serie di vantaggi. Il miele, come molti altri rimedi casalinghi, ha proprietà antinfiammatorie che ti aiuteranno a curare la puntura di zanzara.

Fondamentalmente, il miele estrae il fluido dal tessuto attorno alla ferita, il che aiuta anche a lavare la ferita ed eliminare eventuali irritanti.

Se la puntura di zanzara si apre, come se l’avessi graffiata molto, considera di metterci sopra una piccola quantità di miele, proprio come faresti con qualsiasi tipo di unguento. Potresti coprirlo con un cerotto per evitare di sporcare di miele qualsiasi altra cosa.




6. Olio dell’albero del tè

L’olio dell’albero del tè, che deriva dalle foglie dell’albero arbustivo dell’Australia Melaleuca alternifolia, è stato usato in medicina per decenni, principalmente come medicinale antisettico e antinfiammatorio. Ora si trova anche in alcuni trattamenti anti-prurito da banco.

Uno studio del 2002 pubblicato sul British Journal of Dermatology suggerisce anche che l’olio dell’albero del tè può essere un antistaminico naturale, che può aiutare a ridurre il prurito per le punture di zanzara. I ricercatori hanno iniettato istamina difosfato nel braccio a 27 volontari, quindi hanno misurato il bagliore e l’intensità della reazione ogni 10 minuti. Dopo che i partecipanti hanno applicato l’olio dell’albero del tè, il volume del benessere è diminuito.

Per utilizzare l’olio dell’albero del tè su una puntura di zanzara, ti consigliamo di mescolare un po’ con qualsiasi altro tipo di olio comune, come l’olio d’oliva o l’olio vegetale, per diluirlo. Quindi, puoi semplicemente tamponarlo sul morso.

Leggi anche: Rimedi naturali contro le zanzare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.