fbpx

Quando si piantano i peperoni, dal periodo ideale alla fase di trapianto nel terreno

1.4K
trapianto peperoni

Dopo aver fatto crescere le piantine di peperone nel vaso, è arrivato il momento di trapiantarle nell'orto! Prepariamo i solchi, posizioniamo delicatamente le piantine distanziate 40-50 cm e ricopriamo le radici con il terriccio. Annaffiamo copiosamente e lasciamo che la natura faccia il suo corso!

I peperoni sono una pianta appartenente alla famiglia delle Solanacee, originaria dell’America centrale e meridionale, ma ormai diffusa in tutto il mondo. Questa pianta è apprezzata per il suo sapore dolce e piccante, ma anche per le sue proprietà benefiche per la salute. Proprio per questo motivo, sempre più persone si stanno avvicinando alla coltivazione dei peperoni, sia a livello amatoriale che professionale.

Se sei uno di quelli che hanno deciso di avventurarsi nella coltivazione dei peperoni, il primo passo è quello di sapere quando e come piantarli. In questo articolo, ti forniremo tutte le informazioni utili su quando piantare i peperoni e come farli crescere sani e forti, partendo dalla scelta del momento ideale per il trapianto, passando per la preparazione del terreno, l’esposizione solare, l’irrigazione, la fertilizzazione, la prevenzione delle malattie, la potatura e la raccolta. Se cerchi una guida sulla coltivazione in vaso, ti suggeriamo questa lettura.

Origine e benefici dei peperoni

La pianta di peperoni, scientificamente conosciuta come Capsicum annuum, è originaria delle regioni tropicali dell’America centrale e del Sud America. Questa pianta appartiene alla famiglia delle Solanaceae, che comprende anche altre piante come i pomodori e le melanzane. Disponibili in diverse varietà di colori, forme e dimensioni, i peperoni contengono vitamine A, C, E e B6, betacarotene, licopene, zeaxantina e luteina.

Questi nutrienti offrono molteplici benefici, tra cui la salute degli occhi, grazie ai composti carotenoidi, e l’attività antiossidante, che protegge dal danno ossidativo. Inoltre, i peperoni possono aiutare a ridurre il rischio di infiammazioni e artrite, grazie alla presenza di beta-criptoxantina e vitamina C. La loro consistenza croccante favorisce la salute dei denti, mentre la capsaicina contenuta nei peperoni rossi può contribuire alla perdita di peso attraverso l’aumento del metabolismo.

I peperoni sono anche benefici per il controllo del diabete e per la salute di capelli e pelle. Ricchi di vitamine essenziali, rappresentano un alimento nutritivo e salutare per tutte le età.

Specifiche di coltivazione

  • Specie: Capsicum annuum
  • Famiglia: Solanaceae
  • Pianta: Perenne
  • Altezza: 60 cm
  • Origine: America
  • Fiori: Bianchi
  • Foglie: Ellittiche
  • PH Terreno: 5,5 – 7,0
  • Semina interna: Marzo
  • Semina esterna: Aprile – Giugno
  • Trapianto: Giugno
  • Sole: Pieno
  • Tipologia Terreno: Sabbioso
  • Irrigazione: 2 volte a settimana

Quando si piantare le piantine di peperoni nell’orto

Piantare piantine di peperoni nell’orto è un passo entusiasmante, ma capire quando farlo richiede attenzione alle sfumature climatiche della tua regione.

  • Nel Nord Italia, dove gli inverni possono essere più rigidi, il momento ideale per il trapianto delle piantine di peperoni di solito arriva a metà aprile o all’inizio di maggio. È importante aspettare finché il rischio di gelate tardive non è scomparso e le temperature notturne si mantengono costantemente al di sopra dei 10°C. Questo è il segnale che le piantine di peperoni possono crescere vigorosamente.
  • Nel Sud Italia, con inverni più miti, puoi anticipare il trapianto a marzo, poiché le temperature notturne rimangono più elevate. Tuttavia, è fondamentale tenere d’occhio le previsioni meteorologiche, poiché le improvvise variazioni di temperatura possono ancora rappresentare una minaccia per le giovani piantine.

La scelta del momento giusto per il trapianto delle piantine di peperoni è il primo passo per una coltivazione di successo, che ti ricompenserà con una generosa raccolta di peperoni gustosi.

Come trapiantare i peperoni nel terreno

Dopo aver fatto crescere le nostre piantine di peperone in vaso, è arrivato il momento di trapiantarle in piena terra per godere di una gustosa produzione! Il primo passo è preparare il terreno renderlo morbido e privo di erbacce con l’aiuto della vanga. A questo punto tracciamo dei solchi profondi 15-20 cm e distanziati 80-100 cm gli uni dagli altri.

Ora non ci resta che svellere con delicatezza le piantine dal vaso, stando attenti a non danneggiare troppo le radici. Posizioniamole quindi sul fondo del solco, ad una distanza di 40-50 cm l’una dall’altra. Ricopriamo le radici con il terriccio di scavo e premiamo leggermente per assicurare un buon contatto col suolo.

A trapianto ultimato non dimentichiamoci di annaffiare copiosamente per favorire l’attecchimento!

Come lavorare il terreno per la coltivazione dei peperoni

I peperoni hanno bisogno di un terreno ben curato per crescere rigogliosi. Scopriamo come prepararlo al meglio! In autunno è buona cosa arricchire il suolo con compost, così da fornire sostanze organiche utili alle piante per tutto l’inverno.

In primavera, quando le temperature si alzano, si lavora in profondità con la vanga, per ridurre le zolle e controllare le erbe infestanti. A lavorazione ultimata, si aggiunge del concime organico a lenta cessione per aumentare la fertilità del suolo.

Ora tracciare dei solchi distanziati 80-100 cm dove trapiantare le piantine. I solchi devono essere ben rimossi e il fondo compatto ma drenante. Con questi accorgimenti otterremo un terreno ricco di sostanze nutritive e privo di ristagni idrici, perfetto per le radici dei peperoni!

Le piante potranno così crescere vegete e produrre un raccolto abbondante!

Malattie e parassiti della pianta di peperoni

Le piante di peperoni possono essere suscettibili a diverse malattie e infestazioni di parassiti. È importante essere consapevoli di queste potenziali minacce e prendere le giuste precauzioni per proteggere le tue piante.

Uno dei problemi più comuni che possono colpire i peperoni è il marciume delle radici, causato da un’eccessiva umidità del terreno. Per prevenirlo, assicurati che il terreno sia ben drenato e regola le annaffiature in base alle esigenze delle piante. L’uso di mulching può anche aiutare a mantenere il terreno umido senza ristagni d’acqua.

Altre malattie comuni dei peperoni includono la maculatura batterica e il virus del mosaico del cetriolo. La maculatura batterica può causare macchie scure sulle foglie e sui frutti dei peperoni, mentre il virus del mosaico del cetriolo può causare deformazioni delle foglie e ridurre la resa dei frutti. Per prevenire queste malattie, evita di maneggiare le piante quando sono bagnate, usa semi e piante di alta qualità e tieni l’orto pulito da eventuali piante infette.

Quanto ai parassiti, i peperoni possono essere attaccati da afidi, bruchi, tripidi e acari. Gli afidi sono piccoli insetti che succhiano la linfa delle piante, causando deformazioni delle foglie e trasmettendo malattie. I bruchi possono mangiare le foglie dei peperoni, causando danni significativi.

I tripidi e gli acari possono causare macchie argentee sulle foglie e rendere i frutti poco attraenti. Per controllare questi parassiti, puoi utilizzare metodi di controllo biologico, come l’uso di insetti predatori o l’applicazione di oli vegetali o sapone insetticida.

Raccolta e conservazione dei peperoni

I nostri peperoncini stanno crescendo rigogliosi, ma quando saranno davvero maturi per essere gustati? Il momento giusto per la raccolta è quando raggiungono le dimensioni tipiche della varietà e la loro buccia si è indurita.

I peperoni sono pronti generalmente dopo 60-70 giorni dal trapianto e il loro colore può variare dal verde al rosso intenso. Per raccoglierli, tagliamo il picciolo con le forbici, facendo attenzione a non danneggiare la pianta.

Possiamo consumarli subito oppure conservarli: i peperoni verdi si mantengono freschi in frigo 3-4 giorni mentre quelli rossi e gialli anche una settimana. Per prolungarne la shelf life, possiamo seccarli o congelarli: basterà tagliarli a listarelle sottili e riporli in sacchetti per freezer, da utilizzare all’occorrenza!

In questo modo potremo gustare i nostri peperoncini per molto tempo!

Approfondimento:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy