fbpx

Come coltivare l’origano: Guida completa dalla semina al rinvaso

1K

Coltivare l'origano è semplicissimo e regala grandi soddisfazioni. Basta seminare i piccoli semi in primavera o acquistare piantine già pronte per il trapianto. L'origano predilige un terreno soleggiato e ben drenato, con moderata irrigazione. Una volta cresciuto, si può raccogliere tutto l'anno le aromatiche foglioline da usare fresche o essiccate per insaporire i piatti.

L’origano è un’erba aromatica dai molteplici utilizzi in cucina, molto apprezzata per il suo inconfondibile aroma. Coltivare questa pianta aromatica in casa è un’attività gratificante e semplice, alla portata anche dei meno esperti.

In questa guida completa scopriremo tutti i segreti per una coltivazione riuscita, dai metodi di semina alle tecniche di rinvaso. Seguendo passo dopo passo le istruzioni, potrete ammirare la crescita rigogliosa delle vostre piantine di origano e raccogliere deliziose foglioline fresche da utilizzare per insaporire piatti di ogni genere. Vediamo insieme come seminare, far germogliare e rinvasare l’origano nel modo corretto.

Periodo ideale per la semina dell’origano

Per una semina efficace dell’origano, è fondamentale rispettare i periodi più propizi. Se si desidera coltivare questa erba aromatica direttamente in piena terra, il momento migliore è la tarda primavera, quando le temperature si stabilizzano su valori più miti.

Per ottenere invece piantine da trapiantare successivamente, la semina in semenzaio va effettuata verso la fine dell’inverno, orientativamente tra febbraio e marzo. In questo modo, le piantine saranno pronte per essere messe a dimora all’aperto nel periodo più caldo. La semina in vaso può avvenire in qualsiasi periodo dell’anno, purché si garantiscano le giuste condizioni di calore necessarie per la germinazione dei semi.

Temperature e tempi di germinazione dei semi

I semi di origano richiedono temperature piuttosto elevate per germinare correttamente, comprese tra i 20 e i 25 °C. Con queste condizioni ideali, i tempi di germinazione possono variare da un minimo di 7 giorni a un massimo di 3 settimane.

Durante questa delicata fase, è cruciale mantenere il terriccio di semina umido ma non eccessivamente bagnato. Ambienti troppo freddi o un substrato troppo secco possono compromettere la germinazione o addirittura impedirla del tutto.

Una volta spuntate, le prime piantine vanno tenute in un luogo luminoso e ventilato, al riparo però da fonti di calore dirette. Temperature superiori ai 30 °C possono infatti stressare le delicate piantine appena nate, rallentandone lo sviluppo.

Caratteristiche e metodi di riproduzione

L’origano è una pianta perenne rustica, che riesce a sopravvivere anche agli inverni più rigidi in molte zone temperate. Questa versatile aromatica si può riprodurre tramite semi oppure per via vegetativa, ad esempio dividendo i cespi o ricavando talee.

La propagazione seminale è un metodo abbastanza semplice ed economico, ma comporta una maggiore variabilità genetica tra le piante ottenute. La divisione dei cespi e la moltiplicazione tramite talee consentono invece di duplicare fedelmente le caratteristiche della pianta madre.

Queste tecniche sono utili per mantenere inalterate le qualità di esemplari particolarmente vigorosi o che presentano determinate caratteristiche ornamentali o aromatiche apprezzate.

Procedura passo-passo per seminare l’origano in vaso

Per seminare l’origano in vaso, il primo passo è procurarsi un contenitore adatto come una cassetta di semina o dei vasetti individuali, e un terriccio universale o specifico per semine. Riempite i contenitori con il terriccio e compattate leggermente la superficie.

Create quindi dei solchi profondi circa 1 cm e distribuite i semi ad una distanza di 5-10 cm l’uno dall’altro. Ricoprite delicatamente i semi con uno strato sottile di terriccio e annaffiate generosamente con uno spruzzino, in modo da inumidire bene il substrato. Per agevolare la germinazione, create una mini-serra coprendo i vasetti con un foglio di plastica trasparente.

Posizionate i semenzai in un luogo caldo e luminoso, evitando però l’esposizione diretta a fonti di calore. Rimuovete la copertura non appena iniziano a spuntare le prime piantine e mantenete il terriccio sempre leggermente umido.

Aggiornamenti sulla germinazione a un mese e dieci giorni 

Dopo un mese e dieci giorni circa dalla semina, la maggior parte dei semi dovrebbe aver germinato con successo. In questa fase, le piantine appaiono come esili fusticini verdi ricoperti da numerose minuscole foglioline. È importante continuare a fornire le condizioni ottimali di luce e umidità per favorire il loro sviluppo.

Esponete gradualmente le piantine a periodi sempre più lunghi di luce diretta, evitando però che il substrato si asciughi completamente. Diradatele laddove siano cresciute troppo fitte, mantenendo una distanza di circa 5 cm tra loro per scongiurare fenomeni di competizione.

Sviluppo delle piantine dopo due mesi e dieci giorni 

Trascorsi due mesi e dieci giorni dalla semina, le piantine di origano dovrebbero presentare un’altezza di circa 10-15 cm e un apparato radicale ben sviluppato. A questo punto, necessitano di essere rinvasate in contenitori più ampi oppure messe a dimora in piena terra, nel caso si voglia coltivarle all’aperto.

Per il rinvaso, utilizzate un terriccio universale arricchito con torba o altro ammendante organico come stallatico maturo. Scegliete vasi con un diametro di 15-20 cm e un buon drenaggio. Posizionate ogni piantina al centro del nuovo vaso, coprite con terriccio fino al colletto e compattate delicatamente il substrato.

Un generoso apporto di acqua favorirà l’ambientamento dell’apparato radicale. Mantenete le piantine in semi-ombra per qualche giorno, poi esponetele gradualmente e in modo crescente alla luce diretta del sole.

Tecnica di rinvaso delle piantine di origano germogliate

Quando le piantine di origano raggiungono un’altezza di 15 cm circa, è arrivato il momento di procedere con il rinvaso. Preparate vasi o contenitori con un diametro di 15-20 cm, riempiendoli con un terriccio universale arricchito.

Estraete delicatamente le piantine dai semenzai, evitando di danneggiare le radici. Posizionatele al centro dei nuovi vasi e coprite con terriccio fino al colletto, compattando leggermente il substrato. Annaffiate abbondantemente per favorire l’ambientamento delle piantine. Esponete inizialmente i vasi appena rinvasati in semi-ombra, per poi aumentare gradatamente l’esposizione alla luce diretta del sole. Con le giuste cure, le vostre piantine di origano saranno pronte per crescere rigogliose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy