Quando si pianta la salvia, come si trapianta e come raccogliere le foglie

1.5K
trapianto salvia

Giunto il tiepido periodo primaverile, è tempo di sistemare le giovani piantine nella loro dimora definitiva. Con delicatezza le si estraggono dal vaso originario, preparando per ciascuna una buca protettiva nella quale deporle con cautela. Una volta ricoperte, non resta che riservare loro acqua tiepida per avviare la crescita rigogliosa.

La salvia è una pianta aromatica molto apprezzata in cucina per il suo profumo intenso e il sapore speziato. Cresce facilmente in giardino o in vaso, sia in ambienti caldi che freddi, e può essere coltivata sia all’aperto che in serra.

La salvia è una pianta rustica e resistente, che richiede poca manutenzione e può essere coltivata sia in piena terra che in vaso, purché il terreno sia ben drenato e il vaso abbastanza grande.

La salvia è una pianta a crescita rapida che non richiede molta acqua, ma è importante innaffiarla regolarmente durante i periodi di siccità o di alta temperatura.

La salvia si adatta facilmente a diverse condizioni climatiche ed è resistente a molti parassiti e malattie, ma può essere soggetta a infestazioni di afidi e a marciume radicale se il terreno è troppo umido. Solo personalmente viene molto apprezzata questa pianta, che rende vivace il giardino con la sua presenza e risulta semplice da curare.

Quando piantare la salvia in giardino e in vaso

La salvia è un’erba aromatica che si presta molto bene alla coltivazione in giardino, sia da trapianto che da semina diretta. I mesi ideali per il trapianto delle piantine variano però in base alla zona geografica.

Al Nord Italia, dove le temperature primaverili sono più fredde ed è abbondante la pioggia, è preferibile attendere a fine maggio o all’inizio di giugno. Scendendo verso il Centro invece, le condizioni meteo più miti consentono il trapianto già dalla seconda metà di maggio.

Al Sud, grazie al clima caldo e secco, è possibile sistemare a dimora le giovani piantine di salvia addirittura già da metà aprile. In ogni caso, per un buon attecchimento, è importante che al momento dell’impianto il terreno sia asciutto e che non si prevedono successive piogge.

Specifiche di coltivazione

  • PH Terreno: 6,0 – 7,0
  • Semina: Marzo – Aprile
  • Trapianto: Giungo – Maggio
  • Tipologia Terreno: Sabbioso – Drenante
  • Sole: Pieno

Come piantare la salvia in giardino e in vaso

La piantumazione della salvia può avvenire sia direttamente in giardino che in vaso. In entrambi i casi è necessario seguire alcuni semplici accorgimenti per assicurare alle piantine un ottimo attecchimento.

Per la messa a dimora in giardino è importante scavare una buca proporzionata alle dimensioni del sistema radicale, aggiungendo sul fondo del compost o del letame maturo. A questo punto, dopo aver sistemato la piantina, si procede al ricoprimento e alla compattazione del terriccio.

Per la coltivazione in vaso è preferibile scegliere un contenitore di dimensioni adeguate e munito di fori di drenaggio. Il terriccio deve essere ricco, drenante e ben nutrito. La salvia va inserita cercando di non danneggiare troppo le radici.

In entrambi i casi è importante bagnare con moderazione ed evitare ristagni idrici per un ottimo prendere atto!

Maggiori informazioni per la coltivazione

  • Pianta la salvia in pieno sole.
  • La salvia dovrebbe essere piantata in un terreno ben drenante; non tollererà di stare in terra bagnata.
  • Il modo più semplice e migliore per iniziare la salvia è da una piccola pianta.
  • Metti le piante a 1 metro circa di distanza.
  • Puoi anche seminare i semi fino a due settimane prima dell’ultima data di gelata.
  • Le piante dovrebbero crescere tra i 30 e i 80 cm di altezza.
  • In giardino, pianta vicino a rosmarino, cavolo e carote, ma tieni la salvia lontana dai cetrioli.

Istruzioni per la coltivazione

  1. Assicurati di innaffiare regolarmente le giovani piante fino a quando non sono completamente cresciute in modo che non si secchino.
  2. Avranno bisogno di un costante apporto di umidità fino a quando non inizieranno a crescere rapidamente.
  3. Pota gli steli più pesanti e legnosi ogni primavera.
  4. È meglio sostituire le piante ogni pochi anni in modo che rimangano produttive.

Terreno ideale per coltivare e trapiantare la salvia

er una buona riuscita della coltivazione, è importante scegliere un terreno adatto alle esigenze della salvia. Questa pianta aromatica cresce al meglio in suoli ben drenati e ricchi di sostanze nutritive, preferendo quelli sciolti, profondi e con pH neutro o leggermente alcalino.

terreni grassi e con ristagni idrici vanno invece evitati, in quanto favoriscono lo sviluppo di malattie fungine. Prima del trapianto è consigliabile aggiungere del compost maturo per aumentare l’apporto di humus e salis infondibili.

Per le coltivazioni in vaso, l’ideale è un substrato drenante a base di torba e perlite, eventualmente arricchito con sabbia grossolana. Con uno di questi terreni adatti, le piante di salvia cresceranno vigorose e produttive per sfornare un olio essenziale aromatico di ottima qualità.

Come raccogliere la salvia

  • Stacca le foglie o taglia piccoli rametti dalla pianta.
  • Durante il primo anno, raccogli leggermente per assicurarti che la pianta cresca completamente.
  • Dopo il primo anno, assicurati di lasciare alcuni steli in modo che la pianta possa ringiovanire in futuro.
  • Se completamente stabilizzata, una pianta può essere raccolta fino a tre volte in una stagione.
  • Interrompi la raccolta in autunno in modo che la pianta possa prepararsi per l’inverno.

In giardino, pianta vicino a cavolo e carote, ma tieni la salvia lontana dai cetrioli.

Varietà di salvia

Ci sono 900 specie di salvia (che è il più grande genere di piante della famiglia della menta). Alcune delle varietà più popolari sono:

  • Salvia Berggarten – La salvia Berggarten è molto simile alla comune salvia da giardino per colore, aspetto e stile delle foglie, ma non fiorisce.
  • Garden Sage – La salvia da giardino è una delle varietà più conosciute ed è anche chiamata “salvia comune”. È resistente e può resistere anche al freddo estremo durante gli inverni, riprendendosi ogni primavera. Morbide foglie argentate verdastre con fiori viola-bluastri rendono questa aggiunta a base di erbe un piacere in ogni giardino.
  • Golden Sage – Golden Sage è una pianta rampicante e ha foglie variegate verdi e dorate. Bello in un giardino con altre piante, poiché i colori accentuano tutto ciò che è piantato intorno.
  • Salvia profumata all’uva – La salvia profumata all’uva è una delle varietà a crescita più grande, che cresce fino a 2 metri di altezza per 2 metri di larghezza. Questa salvia in realtà non odora di uva, come suggerirebbe il nome, ma ha il dolce profumo della fresia. I suoi fiori e le sue foglie attireranno i colibrì e possono essere inzuppati per fare il tè.
  • Mealycup Sage – Mealycup Sage , la versione più comune è conosciuta come salvia blu, cresce di circa 1 metro, a seconda della regione in cui la stai coltivando.
  • Salvia messicana – La salvia messicana è resistente alla siccità e cresce di circa 1 metro. Nonostante sia in grado di resistere a condizioni di siccità, è comunque una tenera perenne con spighe di fiori bianchi o viola.
  • Purple Sage – Le piante di salvia viola hanno foglie viola quando sono giovani. Utilizzato anche per cucinare, ma a differenza della salvia da giardino, un cespuglio di salvia viola non fiorisce molto spesso.
  • Salvia ananas – La salvia ananas viene coltivata principalmente come pianta ornamentale, ma è anche ampiamente ritenuta avere proprietà medicinali. Questa perenne coltiva fiori rossi tubolari e attira colibrì e farfalle.
  • Salvia scarlatta – La salvia scarlatta è una pianta annuale che prospera davvero in pieno sole, ma può anche sopportare un po’ di ombra parziale purché sia ​​piantata in un terreno ben drenante. Vanta splendide fioriture scarlatte che producono dalla tarda primavera fino al primo gelo dell’anno.
  • Tricolore Garden Sage – La salvia tricolore da giardino è simile nell’aspetto alla salvia viola, ma ha foglie accentate bianche irregolari, che gli danno la percezione di essere “tricolore”.
  • Salvia bianca – La salvia bianca è anche conosciuta come salvia d’api ed è usata per cucinare. A crescita lenta, la pianta di salvia bianca è un arbusto perenne sempreverde che può impiegare fino a 3 anni per maturare e cresce fino a 1 metro di altezza.

Leggi anche: Come conservare la salvia

Articolo correlato: Quando si pianta il rosmarino.

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy