fbpx

Quando si pianta la rucola: Dalla semina in vaso e nell’orto fino al trapianto delle piantine

1.2K

La rucola (Eruca vesicaria) è un ortaggio a foglia annuale a rapida crescita, appartenente alla famiglia delle Brassicaceae, coltivato come insalata dal sapore leggermente piccante e pepato. Le foglie, profondamente lobate, raggiungono una lunghezza tra 8 e 15 cm e crescono in rosetta. Come verdura tipica della stagione fredda, la rucola si può seminare all'inizio della primavera o alla fine dell'estate.

La rucola è un’insalata a foglia verde dalla rapida crescita, tipica della stagione fredda, che conferisce un sapore piccante e simile alla senape alle insalate. Ricca di sali minerali e di vitamina C. Piantare e coltivare la rucola nell’orto casalingo è piuttosto semplice.

La rucola, detta anche ruchetta o ruca, nome botanico Eruca vesicaria, è una pianta della famiglia delle crocifere, parente stretto del cavolo cappuccio e del ravanello.

Dove piantarla

La rucola cresce al meglio in terreni fertili, nutrienti e ben drenati, ma tollera una grande varietà di condizioni, il che la rende adatta a contenitori, aiuole rialzate o direttamente nell’orto. Predilige terreni leggermente acidi con pH compreso tra 6 e 7.

Per ottenere i migliori risultati, piantarla in pieno sole (almeno 6 ore di luce diretta). Crescerà anche con sole parziale ma in modo meno rigoglioso.

Evitare di seminarla in zone dove recentemente sono state coltivate altre brassicacee, perché parassiti e malattie potrebbero persistere.

Specifiche di coltivazione

  • Nome comune: Rucola, rucola, rucola da giardino
  • Nome botanico: Eruca versicaria
  • Famiglia: Brassicaceae
  • Tipo di impianto: Annuale, vegetale
  • Semina: Marzo – settembre
  • Esposizione al sole: Pieno sole, mezz’ombra
  • Tipo di terreno: Argilloso, umido, ben drenato
  • pH del suolo: Acido, neutro (da 6 a 7)
  • Raccolto: 2 settimane

Quando piantarla

La rucola è una pianta erbacea annuale che appartiene alla famiglia delle Brassicaceae. In Italia, il periodo di coltivazione della rucola varia a seconda della zona climatica. Nelle regioni del centro e del sud, la rucola può essere coltivata tutto l’anno, poiché il clima mite permette una crescita costante della pianta.

Nelle regioni del nord, invece, è consigliabile coltivare la rucola in primavera e in autunno, poiché il clima più freddo potrebbe impedire una crescita soddisfacente della pianta. In generale, il periodo di semina della rucola va da marzo a ottobre, a seconda della zona climatica e delle preferenze personali del coltivatore.

Come seminare la rucola

Come seminare la rucola
Come è possibile vedere nella foto, puoi seminare direttamente nell’orto avendo preparato preventivamente il terreno con dei solchi.
  • Seminare i semi a una profondità di 0,5-1 cm e a una distanza di circa 2,5 cm, in file distanziate di 25 cm. In alternativa, distribuire i semi di rucola da soli o mescolati con altre insalate.
  • I semi germinano in circa una settimana (un po’ di più se il terreno è freddo). Per accelerare la germinazione, immergere i semi in acqua qualche ora prima della semina.
  • Per un raccolto continuativo, riseminare ogni 2-3 settimane!

Come trapiantare le piantine nell’orto

Il trapianto delle piantine di rucola dall’ambiente protetto alla coltivazione in pieno campo è un passaggio cruciale per garantire una crescita sana e rigogliosa. Se hai effettuato la semina della rucola in vasetti, puoi trasferire le piantine nell’orto o in un vaso più grande quando raggiungono un’altezza di circa 5-7 cm.

Per iniziare, prepara il terreno destinato al trapianto, arricchendolo con compost maturo e assicurandoti che sia ben drenato. Scava delle buche leggermente più grandi delle radici delle piantine, distanziandole di 15-20 cm tra loro. Estrai delicatamente le piantine dai vasetti, facendo attenzione a non danneggiare le radici, e posizionale nelle buche preparate. Ricopri le radici con il terreno e pressa leggermente per favorire il contatto.

Annaffia abbondantemente le piantine trapiantate per aiutarle a superare lo stress del trapianto. Nei giorni successivi, assicurati di mantenere il terreno umido ma non saturo, fornendo un’irrigazione regolare fino a quando le piantine non si saranno stabilite completamente nel loro nuovo ambiente.

Come coltivarla

  • Mantenere il terreno uniformemente umido, specialmente nella stagione più calda quando potrebbe verificarsi la montatura a seme (quando la pianta passa direttamente alla produzione di fiori e semi senza prima sviluppare molto fogliame).
  • Diradare le piantine a una distanza di circa 15 cm, utilizzando quelle diradate come insalata.
  • Per ridurre lo stress da calore e prevenire la montatura a seme, fornire un po’ di ombreggiatura alle coltivazioni estive.

Come coltivare la rucola in vaso

Le piante di rucola, relativamente piccole e autonome, sono facili da coltivare in vaso. Questo permette di tenere le piante vicino alla cucina per un raccolto regolare. Inoltre, con il clima caldo i vasi consentono di spostare facilmente le piante all’ombra nelle ore più calde, prolungandone la crescita.

Dato che le radici sono piuttosto superficiali, non servono vasi eccessivamente profondi: una profondità di almeno 15 cm e un diametro ampio bastano. Assicurarsi che il vaso abbia fori di drenaggio. L’argilla non smaltata è un buon materiale che fa evaporare l’umidità in eccesso. Un vaso auto-irrigante può semplificare la cura.

Invasatura e rinvaso

Per l’invasatura è indicato un terriccio biologico universale, ben drenante. Cercare di scegliere vasi abbastanza grandi per le dimensioni mature delle piante, così da evitare trapianti successivi che ne disturbano la rapida crescita.

Svernamento

La rucola è una pianta annuale, quindi non necessita di svernamento. Si può coltivare in casa d’inverno fornendo adeguata illuminazione, ad esempio con lampade da coltivazione ad integrazione della luce naturale.

Malattie e parassiti comuni

La rucola è poco soggetta a malattie, a parte possibili maculature fogliari di origine batterica e oidio. La breve stagione di crescita precoce limita le infestazioni primaverili di parassiti, ma non quelle di fine estate in caso di nuove semine.

Tra i parassiti più comuni ci sono lumache, cavolaie, pulci, afidi e farfalle cavolaie. Controllare e rimuovere manualmente uova di insetti. Gli afidi si eliminano con spruzzi d’acqua. Per allontanare le lumache usare trappole con birra, farina fossile o altri metodi tradizionali.

Raccolta e conservazione

Le foglie di rucola hanno un sapore migliore quando sono giovani. Le foglie più vecchie possono essere più dure e avere più mordente!

  • Raccogliere le foglie quando sono lunghe circa 5-8 cm.
  • Raccogliere le piante intere o tagliare le singole foglie secondo necessità.
  • Anche i fiori bianchi sono commestibili, provarli nelle insalate o come decorazione.
  • Quando la pianta è in pre-fioritura, le foglie hanno un sapore amaro.

Per conservare la rucola:

  • lavare delicatamente e asciugare bene le foglie
  • riporre in sacchetti per alimenti o contenitori ermetici
  • conservare in frigorifero fino a 5 giorni
  • non congelare per evitare che le foglie si ammorbidiscano

Cosa coltivare vicino la rucola:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy