Quando si pianta la dracena

324
dracena

Le piante di Dracaena, con le loro foglie simili a cinghie e l'aspetto ad albero, aggiungono varietà alla tua collezione di piante d'appartamento. Esistono diversi tipi popolari di piante di dracaena, incluso il "bambù fortunato" (Dracaena sanderiana), che in realtà non è affatto un bambù. La Dracaena fragrans, chiamata "pianta di mais", ha spessi steli marroni e foglie verdi (spesso con una striscia gialla al centro) che sembrano quelle di una pianta di mais.

Le piante d’appartamento popolari conosciute collettivamente come Dracaenas includono in realtà diverse specie all’interno del genere Dracena, così come alcune piante che ora sono classificate in generi completamente diversi. Ad esempio, la pianta d’appartamento a volte chiamata “ti tree” è ora ufficialmente etichettata come Cordyline australis, anche se a volte viene ancora venduta come dracana.

Pertanto, quando acquisti una pianta d’appartamento Dracena, di solito acquisti una delle specie caratterizzate da foglie a forma di lancia o erba che si estendono su uno o più steli principali ispessiti, simili a canne. Ci sono anche altre specie di Dracena che crescono da radici simili a rizomi, ma queste sono generalmente vendute con altri nomi.

Le specie normalmente vendute come piante d’appartamento con quel nome Dracena includono:

  • Dracaena fragrans (Dracaena profumata, pianta di mais) ha foglie simili a cinghie che emergono in un grappolo simile a una fontana da uno spesso stelo legnoso. Questa pianta può crescere fino a 180 cm di altezza se coltivata come pianta in vaso.
  • La Dracaena deremensis è una specie ampiamente coltivata con molte cultivar denominate eccellenti. All’aperto queste piante possono raggiungere grandi dimensioni, ma quando vengono coltivate in vaso rimangono generalmente sotto i 3 metri.
  • Dracaena marginata ( albero del drago ) ha foglie più sottili, simili a erba, che zampillano da steli multiplo spessi. La Dracaena sanderiana (bambù fortunato) viene spesso addestrata ad avere steli arricciati mediante un’attenta manipolazione della direzione della luce solare. Questa è una pianta di novità familiare che può essere mantenuta alta solo pochi pollici o cresciuta fino a diversi piedi di altezza.
  • La cordilina fruticosa ( albero di cavolo, albero di ti o pianta di ti ) è una pianta simile a una palma con foglie sottili e più spesse che emergono in una disposizione simile a una fontana in cima a uno o più steli legnosi sottili. Ha foglie lanceolate colorate che si inarcano dalla base.
  • Cordyline australis (palma cavolo) è spesso venduta come Dracaena, poiché la pianta era inizialmente classificata in quel genere. Cresce fino a diventare un albero piuttosto grande nell’habitat nativo, ma le piante immature sono spesso usate come piante d’appartamento. Ha foglie colorate sottili, simili all’erba che si inarcano in un portamento di crescita simile a una fontana.

Queste specie variano ampiamente nelle loro dimensioni, ma le specie vendute come piante d’appartamento hanno tipicamente foglie simili a lance o erba che spesso emergono da uno o più steli che con il tempo crescono spessi e simili a canne.







Coltivazione e Storia

Parte della famiglia delle Asparagaceae, il genere Dracaena comprende circa 120 specie, di dimensioni variabili da piccole piante d’appartamento ad arbusti e alberi più grandi. Ma potresti notare che alcune fonti affermano che ci sono in realtà solo 40 specie nominate nel genere.

Questa vasta gamma è in parte dovuta al fatto che è in corso un dibattito su cosa dovrebbe essere classificato esattamente in questo genere.

Vale anche la pena notare, sono spesso confusi con Cordyline, sebbene queste siano in realtà distinte. Un modo chiaro per capire la differenza è guardare alle radici. Le cordiline hanno radici bianche, mentre le radici di dracaena sono di colore arancione.

La maggior parte di queste specie sono originarie dei tropici, in alcune parti dell’Africa, dell’Asia meridionale e dell’Australia settentrionale.

Mentre molti alberi di dracaena possono crescere oltre 3 metri di altezza, sono generalmente gli arbusti più piccoli che vengono coltivati ​​come piante d’appartamento da interno.

Questi possono essere trovati in un’ampia gamma di forme, dimensioni e colori e molti tipi popolari presentano foglie a strisce colorate abbaglianti.

Dracaenas ha fatto parte della cultura umana per molti secoli ed è stato ufficialmente chiamato nel 1700 dopo l’antica Drakaina greca, un mitico drago spirituale femminile con caratteristiche simili a quelle umane.

Alcune varietà contengono una resina rossa nei loro steli nota come “sangue di drago”, che è stata usata per migliaia di anni per fare tinture, incenso e medicine.

Dal 17° secolo, è stato utilizzato anche per produrre vernici per violini e altri strumenti a corda, ed è spesso usato per macchiare e lucidare il legno.

La dracaena iniziò ad apparire ornamentale in Europa nel 1800 e alla fine del secolo era diventata una pianta d’appartamento relativamente comune.




Quando si pianta la dracena

Tutte queste varietà sono facili da curare. Segui questi suggerimenti per coltivare piante di dracaena.

Equipment

  • Semina Marco
  • Sole Indiretto
  • PH Terreno 6,5 – 7,0
  • Tipologia Terreno: Drenante
  • Fioritura: Luglio

Ingredienti

  • Le dracaenas sono coltivatrici lente, è meglio iniziare da talee o acquistarle come vivaio.
  • Puoi scegliere di piantare la talea direttamente in un vaso di terriccio umido o in un vaso traslucido riempito per circa un quarto con acqua fredda. Assicurati di scegliere un vaso o una pentola abbastanza grande, in modo che il taglio non si ribalti.
  • Piantare in acqua prima accelera un po' il processo ed è anche un modo divertente per monitorare l'andamento dello sviluppo delle radici.
  • Dopo aver piantato la talea, posiziona il vaso o il vaso in un luogo caldo (circa 20-24°C) che riceva luce solare indiretta. I primi segni di crescita delle radici dovrebbero apparire in circa una o due settimane.
  • Se stai usando il metodo dell'acqua, cambia l'acqua ogni pochi giorni, controllando la presenza di noduli bianchi che si svilupperanno in radici.
  • Queste piante sono incredibilmente facili da coltivare. Basta posizionarli da qualche parte con luce filtrata, come una finestra luminosa con una tenda trasparente.

Istruzioni

  • Evita le aree che ricevono la luce solare diretta, poiché potrebbe bruciare il fogliame.
  • Possono tollerare poca luce, ma la luce media e indiretta è la migliore.
  • Possono tollerare una gamma di temperature.
  • Assicurati di annaffiare con acqua purificata o acqua piovana, poiché le dracene sono sensibili ai sali di fluoro comuni nell'acqua del rubinetto.
  • Mantieni il terreno umido ma mai inzuppato, lasciando sempre che la parte superiore del terreno si asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra. Troppa umidità o scarso drenaggio possono far ingiallire e far cadere le foglie e probabilmente porteranno al marciume radicale.

Note

Concimazione

Queste piante a crescita lenta non richiedono molto in termini di fertilizzante, e mi astengo dal nutrire molto le mie.
Invece, scelgo di tenerli d’occhio per i segni di stress, come l’ingiallimento o l’imbrunimento delle foglie, che potrebbero indicare una carenza di nutrienti.
Se lo desideri, puoi scegliere di nutrire la tua dracaena circa una volta al mese durante la primavera e l’estate con un fertilizzante liquido bilanciato diluito a metà.
Alcuni giardinieri lo fanno con più parsimonia, nutrendosi una volta in primavera e di nuovo alla fine dell’estate.
Non nutrire durante l’inverno, quando la crescita rallenta naturalmente.
Anche la medicazione o il rinvaso in terriccio nuovo ogni due anni può aiutare a mantenere le piante sane e ben nutrite, con un sacco di nutrienti disponibili.
Keyword: Come coltivare la dracena




Suggerimenti per la coltivazione

Scegli un luogo con luce filtrata e temperature diurne di 60-70°F. Non lasciare mai che le temperature scendano sotto i 12°C. Innaffiare con acqua purificata o filtrata, lasciando asciugare la superficie del terreno tra un’annaffiatura e l’altra.

Metti un vassoio poco profondo di pietre e acqua sotto le pentole per aumentare l’umidità.

Potatura e Manutenzione

Man mano che una pianta di dracaena cresce, perderà naturalmente le foglie inferiori.

La potatura può essere effettuata in qualsiasi momento per rimuovere le canne danneggiate e per evitare che sfuggano al controllo.

Alcune specie possono crescere fino a 3 metri di altezza, quindi la potatura potrebbe essere una necessità per tenere sotto controllo le dimensioni degli alberi da interno.

Fortunatamente, questo genere è molto tollerante alla potatura. Puoi tagliare le piante sane a qualsiasi altezza senza preoccuparti di causare danni. Puoi anche potarli come piante bonsai.

Per potare, usa semplicemente una lama affilata e taglia qualsiasi canna che desideri rimuovere. Effettua il taglio con un angolo di 45 gradi per evitare danni causati dall’acqua.

Puoi anche eliminare le foglie che sono diventate marroni o che sembrano morte o morenti. Le punte o le sezioni marroni possono essere tagliate senza rimuovere l’intera foglia.

Quando una sezione del gambo viene rimossa, qualche settimana dopo apparirà una nuova crescita sotto il taglio.




Se lo desideri, puoi anche propagare canne sane che hai rimosso per iniziare una nuova pianta!

È anche una buona idea spolverare di tanto in tanto le foglie con un panno umido. La polvere può bloccare la luce solare, inibendo la fotosintesi.

Rinvasare le dracene ogni due anni per aiutare a reintegrare i nutrienti del suolo e per evitare che le piante si leghino alle radici. Seleziona un contenitore più grande di due pollici rispetto al vaso attuale.

Un giorno circa prima di pianificare il rinvaso, annaffia bene in modo che il terreno sia umido. Questo aiuterà a tenere tutto insieme durante il trapianto.

Fai scorrere con cautela la pianta fuori dal contenitore, tagliando via le radici che potrebbero aver iniziato a crescere dai fori di drenaggio. Passare un coltello attorno al bordo interno del contenitore può aiutare ad allentare la pianta se è bloccata.

Metti la zolla nella nuova pentola, circondata da terriccio umido. Innaffia abbondantemente.

Se le piante sono molto grandi e pesanti o ingombranti, invece di rinvasare, puoi sostituire i primi pochi centimetri di terreno con nuovo terreno. Una medicazione superiore almeno una all’anno aiuta a ripristinare i nutrienti senza disturbare le radici.

La tossicità del fluoro è un altro potenziale problema da tenere sotto controllo.

A seconda della specie, ciò può essere indicato dall’imbrunimento delle strisce bianche sulle foglie, dall’ingiallimento e dalla morte delle punte delle foglie, o da macchie marroni morte con anelli giallo brillante che compaiono lungo i margini delle foglie.




Specie da selezionare

Ci sono molte specie e cultivar uniche di dracaena che creano meravigliose piante d’appartamento.

Dovresti essere in grado di individuare le specie più popolari nel tuo vivaio locale, o meglio ancora, da un amico se è disposto a darti una talea.

Per una maggiore comodità, puoi persino ordinare le piante di dracaena online. Inizia con le seguenti varietà consigliate:

Dracaena Fragrans var. Massangeana

Una pianta da interno comune, questa varietà tende ad essere la più economica delle dracene.

Ha anche una crescita molto lenta, poca manutenzione e può tollerare una luce inferiore rispetto ad altre varietà, rendendola un’ottima scelta per il tuo spazio interno.

È caratterizzato da lunghe foglie verdi lucide con strisce centrali giallo brillante e canne spesse e legnose.




Dracaena Marginata (albero del drago)

Un ottimo punto focale per uno spazio interno, questo sorprendente albero sempreverde può raggiungere altezze di circa sei piedi all’interno, anche se è a crescita lenta e potrebbero essere necessari circa 10 anni per raggiungere questa altezza.

L’albero del drago ha steli ricurvi e foglie verdi sottili e arcuate con bordi rossi.

Una delle specie più tolleranti della dracaena, è una scelta molto popolare per la coltivazione indoor.

Dracaena Reflexa (Canzone dell’India, Canzone della Giamaica)

Forse la specie più comune coltivata come pianta d’appartamento, D. reflexa è popolare per il suo fogliame distintamente colorato.

Le foglie appuntite, strette e verde intenso hanno strisce giallo brillante. È altamente adattabile ed è un’ottima scelta per la coltivazione indoor.




Gestione di parassiti e malattie

Non dovrai preoccuparti troppo dei potenziali problemi che affliggono queste piante incredibilmente facili da curare, ma ci sono alcuni parassiti e malattie che possono insorgere ed è sempre bene essere preparati.

Insetti

Ci sono alcuni insetti che amano nutrirsi del fogliame della dracaena. Fortunatamente, i parassiti sono generalmente abbastanza facili da tenere sotto controllo, purché ti ricordi di controllare occasionalmente le tue piante.

Afidi

Questi minuscoli insetti possono formare grappoli sulla pianta, succhiando i succhi da steli, foglie e gemme. Le infestazioni possono causare avvizzimento e riduzione del vigore.




Cocciniglie e insetti in scala

Insetti senza ali con un mantello ceroso, cocciniglie si radunano insieme in quella che assomiglia a una massa simile al cotone e le cocciniglie hanno corpi marroni con un rivestimento simile al cotone.

Producono anche sacche di uova bianche sfocate, che possono essere trovate attaccate alle piante.

Questi parassiti possono essere trovati nascosti in aree protette come le ascelle delle foglie. I segni di infestazione includono crescita stentata e caduta delle foglie.

Anche cocciniglie, squame e afidi secernono melata, che attira le formiche.

Le infestazioni lievi possono essere controllate spruzzando regolarmente le piante con un forte flusso d’acqua. Spruzzare ogni pochi giorni in presenza di parassiti.

Le forti infestazioni possono essere controllate con un sapone insetticida fatto in casa o olio di neem.

Puoi preparare un semplice sapone insetticida da usare su questi parassiti combinando un cucchiaio di sapone liquido biodegradabile con un litro di acqua tiepida.

Puoi aggiungere un po’ di aglio o peperoncino alla miscela per scoraggiare ulteriormente i parassiti. Spruzza quotidianamente la parte superiore e inferiore delle foglie fino a quando l’infestazione non è sotto controllo.




Acari di ragno

Quasi troppo piccoli per essere visti, gli acari della famiglia Tetranychidae possono apparire come minuscoli punti mobili sulle foglie. Causano macchie marroni e gialle sul fogliame e potresti anche notare una sottile tessitura.

Questi parassiti preferiscono condizioni asciutte e spesso si trovano su piante a cui viene data poca acqua. Spruzzare il fogliame con un forte getto d’acqua può far cadere gli acari.

L’olio di neem può anche essere applicato quando necessario.




La pianta d’appartamento perfetta

Dracaena potrebbe essere semplicemente la pianta d’appartamento perfetta. Chiedendo molto poco a noi giardinieri, ci si può sedere felicemente incustoditi per lunghi periodi, aggiungendo un tocco stravagante al proprio soggiorno.

E con così tante specie diverse tra cui scegliere, non ti annoierai mai!

Quale specie di dracaena ti piace coltivare? Condividi i tuoi preferiti nella sezione commenti qui sotto e sentiti libero di condividere una foto!

Articolo correlati:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close