fbpx

Coltivazione dei ranuncoli: dalla preparazione del terreno alla conservazione dei bulbi

1.1K

Per ottenere abbondanti fioriture di ranuncoli, a dicembre mettiamo a dimora i bulbi in un terriccio soffice e fertile, a circa 10 cm di profondità. Durante la primavera-estate curiamo le annaffiature, evitando i ristagni idrici. Concimiamo ogni 15 giorni con fertilizzanti specifici. Posizioniamo le piante in semiombra e ammireremo splendidi fiori delicati da giugno fino all'autunno!

I ranuncoli sono fiori primaverili dal fascino senza tempo, in grado di arricchire qualsiasi giardino con la loro esplosione di colori. Grazie a una coltivazione attenta e a qualche semplice accorgimento, anche i pollici meno verdi potranno godersi la fioritura di questi splendidi fiori.

Dalla scelta del momento ideale per piantarli, alla preparazione del terreno, fino alla conservazione dei bulbi per il prossimo anno: scopriamo insieme tutti i passaggi fondamentali per una coltivazione di successo.

Scelta del momento per la piantumazione

In base al clima della propria zona, la coltivazione dei ranuncoli può iniziare già in autunno oppure in primavera. Nei climi miti, è possibile piantare i bulbi in autunno, così da ottenere una fioritura precoce in primavera. Invece, in presenza di inverni rigidi, con diversi giorni consecutivi sotto lo zero, la semina andrà effettuata direttamente in primavera. In entrambi i casi, i ranuncoli avranno bisogno di circa 90 giorni per completare il loro ciclo di crescita e arrivare alla fioritura.

Preparazione del terreno e posizionamento

I ranuncoli prediligono un terreno ricco di sostanza organica, ben drenato e in posizione luminosa, con una leggera protezione dal sole pomeridiano. Durante la fase vegetativa, quando si sviluppano le foglie, le piante andranno concimate con fertilizzanti a base di azoto, mentre dal momento in cui inizieranno a produrre i fiori, sarà preferibile passare a fertilizzanti con un maggior contenuto di fosforo e potassio. Una corretta concimazione è fondamentale per ottenere una fioritura rigogliosa e duratura.

Tecnica di semina

La semina dei ranuncoli prevede un passaggio iniziale molto importante: i bulbi vanno messi a bagno in acqua corrente per 4-10 ore. Questo accorgimento aiuta a stimolare la germinazione. Successivamente, i bulbi vengono piantati in vasetti riempiti con terriccio da semina già inumidito, e sistemati in un luogo al riparo dal gelo, con temperature non inferiori ai 10°C. Quando spunteranno i primi germogli verdi, le piantine potranno essere poste direttamente all’esterno, in una zona riparata.

Raccolta e conservazione dei bulbi

Per mantenere i ranuncoli in fiore il più a lungo possibile, è importante raccogliere i fiori in modo continuativo, evitando di coglierli quando sono ancora chiusi. Una volta terminata la fioritura, verso giugno-luglio, la parte aerea della pianta entrerà in una fase di riposo. A questo punto, sarà il momento di lasciar appassire completamente le foglie e gli steli, per permettere all’ultima energia di ritornare nel bulbo. Solo dopo questa fase, i bulbi potranno essere dissotterrati, puliti e conservati in un luogo fresco e asciutto, pronti per essere reimpiantati la primavera successiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy