Quando si pianta il kaki

780
Cachi

I cachi non hanno bisogno di passare attraverso il gelo per essere appetibili, ma hanno bisogno di molto tempo per finire la maturazione dopo che sono stati raccolti. I cachi possono impiegare sette anni per iniziare a produrre e poi produrre per decenni.

Il kaki è una pianta appartenente alla famiglia delle Ebenaceae, originaria della Cina e del Giappone.

I frutti del kaki, conosciuti anche come cachi o diospiri, sono di forma ovale o tondeggiante, con buccia sottile e rugosa e polpa dolce e succosa.

La pianta del kaki è adatta a climi caldi e secchi, ma può essere coltivata anche in Italia, soprattutto nelle regioni meridionali.

L’albero del kaki è molto resistente e non richiede particolari cure, ma è importante assicurare una buona esposizione al sole e un terreno ben drenato.




I frutti del kaki sono molto versatili in cucina e possono essere utilizzati in diverse preparazioni, dolci o salate.

Quando si pianta il kaki e come ci coltiva

La coltivazione dei cachi ( Diospyros virginiana ) è un ottimo modo per godersi qualcosa di diverso in giardino. L‘albero di kaki è molto attraente e apprezzato sia per il legno che per i frutti. La corteccia si forma in spessi blocchi quadrati che ricordano la pelle di alligatore.




Il legno è forte e resistente, utilizzato per realizzare mazze da golf, pavimenti, impiallacciature e stecche da biliardo.

La coltivazione dei cachi ( Diospyros virginiana ) è un ottimo modo per godersi qualcosa di diverso in giardino. L‘albero di kaki è molto attraente e apprezzato sia per il legno che per i frutti. La corteccia si forma in spessi blocchi quadrati che ricordano la pelle di alligatore.

Il legno è forte e resistente, utilizzato per realizzare mazze da golf, pavimenti, impiallacciature e stecche da biliardo.

Quando piantare il kaki

Il kaki è una pianta originaria della Cina, conosciuta anche come Diospyros kaki o cachi. È una pianta che può essere coltivata sia in vaso che a terra e produce dei frutti di colore rosso o arancione a forma di pera.




Il kaki è una pianta che ama il caldo e il sole, quindi in Italia è più facile trovarla nel sud, dove le temperature sono più miti.

Tuttavia, è possibile coltivarla anche al nord, soprattutto se si utilizza un vaso e si posiziona la pianta in un luogo riparato e soleggiato.

È importante innaffiare regolarmente il kaki, ma evitando di bagnare troppo le radici, poiché potrebbero marcire. Inoltre, è consigliabile concimare la pianta ogni 15 giorni con un fertilizzante specifico per piante da frutto.

Specifiche di coltivazione

  • PH Terreno: 6,2 – 7,5
  • Coltivazione: Autunno – Inverno
  • Frutto: Ottobre – Novembre
  • Tipologia Terreno: Drenante




Maggiori informazioni per la coltivazione

  • Terreno caldo, fertile, ben drenato con PH leggermente acido.
  • Posto soleggiato e riparato.
  • Resistente al gelo.
  • I cachi di solito non hanno bisogno di fertilizzanti.

Istruzioni per la coltivazione

  1. Metti le piante a fine inverno o all’inizio della primavera.
  2. Semina in un contenitore per poi trapiantare la pianta.
  3. Utilizza un pò di compost domestico.
  4. Se non hai compost puoi utilizzare un terriccio concimato.

Note

  • I cachi non hanno bisogno di passare attraverso il gelo per essere appetibili, ma hanno bisogno di molto tempo per finire la maturazione dopo che sono stati raccolti.
  • I cachi possono impiegare sette anni per iniziare a produrre e poi produrre per decenni.
  • Taglia i frutti dall’albero prima che siano maturi, mantenendo il pedicello corto.
  • Conservare in un luogo fresco e asciutto per un massimo di quattro mesi.




Come coltivare alberi di cachi

Puoi coltivare cachi da semitaleepolloni o innesti. Le giovani piantine di uno o due anni possono essere trapiantate in un frutteto.

La migliore qualità, tuttavia, proviene da alberi innestati o germogliati. Un fattore importante per coloro che vogliono sapere come coltivare alberi di kaki include il tipo e il numero di alberi da piantare.

L’albero di cachi richiede sia il maschio che la femmina per i frutti, mentre la varietà asiatica è autofruttuosa. Se hai un giardino più piccolo, prendi in considerazione il cachi asiatico.




Cura dell’albero di cachi

Non c’è molto da curare per gli alberi di cachi oltre all’irrigazione. Innaffia bene i giovani alberi fino a quando non si sono stabilizzati.

Successivamente, tienili annaffiati ogni volta che non ci sono precipitazioni significative, come i periodi di siccità.

Non concimare l’albero a meno che non sembri florido. Sebbene sia possibile potare l’albero a un capo centrale quando è giovane, è necessaria pochissima potatura con i cachi in crescita più vecchi, purché stiano dando frutti.

Ora che sai come coltivare alberi di cachi nel giardino di casa, perché non provare questi frutti interessanti?

Articolo correlatoI migliori frutti esotici



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close