fbpx

Quali verdure piantare in agosto nell’orto per raccolti abbondanti in autunno

17.6K
agosto

Ad agosto nell'orto si seminano gli ortaggi autunnali e invernali, si cura l'irrigazione per contrastare il caldo, si pulisce il terreno ed eliminano le erbe infestanti.

Agosto rappresenta un momento ideale per seminare i semi e trapiantare giovani piante. Nell’orto, seminare e trapiantare ora garantirà una stagione di raccolto continua, fornendo raccolti a breve termine di foglie di insalata e altre colture a crescita rapida come i ravanelli, insieme a piante a lungo ciclo come i cavoli invernali. Per le verdure che richiedono un po’ di tempo per crescere bene, piantare ad agosto garantirà che le piante ricevano abbondante luce solare e temperature calde prima dell’arrivo dell’autunno.

Nei bordi ornamentali e nelle zone dedicate ai tagli, agosto è un ottimo momento per pianificare e prepararsi per l’anno successivo. Seminare annuali rustici ora vi darà un primo raccolto di fiori in primavera, mentre i biennali seminati ad agosto fioriranno l’estate successiva.

Tieni presente che, sebbene le temperature calde di agosto siano perfette per favorire la germinazione dei semi, il livello dell’acqua è più basso, quindi potrebbe essere necessario fornire acqua aggiuntiva alle piantine e alle piante appena piantate. Durante periodi di clima secco o siccità, considera che potresti dover ridurre l’uso dell’acqua in giardino.

Piante da orto da piantare in agosto

Agosto è il mese perfetto per piantare alcune colture dell’orto prima dell’arrivo dell’autunno. Con le giuste piante, si possono ottenere ottime verdure anche nei mesi più freddi. Vediamo quali sono le migliori da mettere a dimora in questo periodo. Sono diverse le varietà che possono essere seminate o trapiantate ad agosto. In particolare è il momento ideale per via degli sbalzi termici ridotti.

1. Lattuga

Più robuste di quanto sembrino, le lattughe possono essere coltivate in serra e sotto cloche durante l’inverno, per raccogliere foglie da aprile a giugno.

2. Spinaci

Semina a fine agosto, gli spinaci possono fornire una raccolta di giovani foglie in ottobre e poi entrare in dormienza durante l’inverno, pronti a offrire una fresca raccolta di foglie all’inizio della primavera. Gli spinaci possono sopravvivere a forti gelate e piogge. Semina direttamente in un terreno ben preparato e fertile, e copri con una bassa cloche quando le temperature iniziano a scendere.

3. Rucola

La rucola selvatica seminata all’inizio di agosto ti fornirà una raccolta di foglie fresche prima dell’inverno, per poi entrare in dormienza fino a marzo, quando svilupperà nuovo fogliame. La rucola da insalata ha maggiori probabilità di sopravvivere alle gelate se seminata a fine agosto. Offre anche più foglie in inverno rispetto alla rucola selvatica, ma spesso va in fiore in aprile.

4. Valeriana

La valerianella è una deliziosa pianta da foglie che produce durante tutto l’inverno. Semina direttamente in terreno ben preparato e copri con una cloche quando le temperature iniziano a scendere. Le radici della valerianella sono superficiali, quindi irriga regolarmente se sotto copertura o in condizioni di aridità.

5. Cipolla

Le cipolle non germinano bene a temperature costantemente superiori ai 20°C, quindi tieni presente questo fattore quando semini ad agosto. Puoi seminare direttamente in file all’aperto, coprendo i semi con 2 cm di terra, oppure in moduli, con fino a 10 semi ciascuno, per ottenere un “grappolo” raccolto in primavera.

6. Rape

Le rape sono meglio seminate direttamente e poi diradate. Semina i semi con parsimonia, perché anche se sono piccoli, sembrano tutti germinare e la crescita successiva è rapida. Effettua il diradamento a fine agosto o inizio settembre. I semi seminati in moduli possono essere diradati a due o tre radici ciascuno, da piantare a fine agosto. Tessuti o reti protettive aiutano a tenere lontani piccioni, farfalle e mosche della radice del cavolo.

7. Cicoria

La cicoria resistente può essere seminata da febbraio a settembre per una lunga stagione di raccolto, quindi continua a seminare in agosto per un raccolto invernale. Avvia i semi in un vassoio da semina, prima di piantarli in un luogo soleggiato.

8. Bietola

La bietola può essere seminata in successione durante la primavera e l’estate, ma agosto è l’ultima opportunità per fare una semina per una coltivazione invernale. Semina direttamente in solchi poco profondi o in vasi di terriccio umido e privo di torba.

Cosa seminare nell’orto in Agosto

Agosto è il periodo perfetto per seminare e trapiantare diverse verdure che si raccolgono in autunno e inverno. Molti ortaggi infatti necessitano di un clima mite per germogliare e attecchire, per poi svilupparsi con il calare delle temperature.

Tra le verdure da seminare all’aperto ci sono spinaci, cicorie come radicchio e indivia, lattughe, rucola, rapanelli e carote. Bisogna però prestare attenzione all’irrigazione, bagnando il terreno frequentemente con acqua a temperatura ambiente per evitare sbalzi termici. Meglio seminare al mattino presto o alla sera, quando le temperature sono più miti.

In semenzaio si possono coltivare cicorie tardive come il radicchio rosso e iniziare la semina delle cipolle invernali. La resa sarà migliore rispetto alla messa a dimora di bulbi.

Le condizioni climatiche di agosto sono diverse nelle varie zone d’Italia, condizionando la scelta delle colture. Al sud, con caldo intenso, è preferibile usare solo il semenzaio ombreggiato. Al nord invece il clima è adatto a molte specie come finocchi, porri, cime di rapa, lattughe, carote, rucola, ravanelli e cavoli.

Ottime verdure da coltivare in questo mese sono anche la verza, le cicorie da taglio, il cavolo nero, gli spinaci, il radicchio, le cipolle e le biete da costa. Non mancano zucchine, carciofi, fagioli, cavolfiori, broccoli, cavoletti di Bruxelles e insalate come il grumolo e il soncino.

In sintesi agosto è il mese ideale per assicurarsi una produzione abbondante di ortaggi autunnali e invernali, sfruttando al meglio il clima ancora caldo ma più stabile. Con buone pratiche di semina e trapianto si possono ottenere ottime verdure per tutto l’autunno.

Come lavorare l’orto in Agosto

In agosto il lavoro nell’orto può essere faticoso per via del caldo. Per fortuna molti ortaggi tipici della stagione sono dissetanti, come pomodori, meloni e angurie. Questi possono dare sollievo durante la coltivazione.

Il caldo secca il terreno, aumentando la traspirazione delle piante. L’irrigazione è quindi fondamentale, specie per i pomodori in piena fruttificazione. Bagnare nelle ore meno calde ed evitare l’acqua troppo fredda. Anche la pacciamatura conserva l’umidità nel suolo.

Oltre all’ombreggiamento, è consigliabile usare reti antigrandine per proteggere le colture da improvvisi temporali.

Tra i lavori di agosto, il terreno va tenuto pulito, sarchiato per eliminare erbacce e croste superficiali. Inoltre le piante da frutto vanno controllate, fissandole a tutori robusti che sostengano i frutti in maturazione.

È anche il periodo adatto per riseminare gli ortaggi estivi in esaurimento, prolungandone la produttività. Via libera quindi a zucchine, fagiolini, fagioli rampicanti, cetrioli e basilico. Con il caldo è importante concimare e irrigare con costanza, per mantenere le piante in forze. Ottimi i concimi organici ricchi di azoto, potassio e ferro.

Per contrastare gli insetti dannosi, prediligere metodi biologici, come trappole cromotropiche e insetti utili. Evitare concimi chimici e pesticidi aggressivi.

In sintesi, ad agosto l’orto richiede cura costante tra semina, irrigazione, pulizia e tutela delle piante. Ma con buone pratiche si possono coltivare ortaggi freschi e genuini da gustare fino all’autunno inoltrato. Il caldo intenso si combatte con ombreggiamento, irrigazione mirata e piante dissetanti.

Approfondimento:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy