fbpx

Propagare il Falangio: Scopri i metodi moltiplicare questa pianta ornamentale

21

Il Falangio, conosciuto anche come pianta a ragno, è un'affascinante specie ornamentale che conquista con le sue graziose "ragnatele" vegetali. Una delle gioie di questa pianta è la facilità con cui può essere moltiplicata attraverso diverse tecniche di propagazione.

Il Falangio, noto anche come Chlorophytum comosum o pianta a ragno, è una pianta ornamentale sempreverde amata per le sue foglie lineari e i graziosi propaguli sospesi simili a ragnatele. Oltre alla sua bellezza esotica, questa specie è una scelta eccellente per gli amanti degli animali domestici poiché è non tossica per cani e gatti.

Coltivare e curare il Falangio è un’attività gratificante e semplice, adatta sia per i principianti che per gli esperti giardinieri. In questo articolo esploreremo diverse tecniche di moltiplicazione, tra cui la propagazione tramite talea, idroponica, divisione dei cespi e semina, rendendo questa pianta un’ottima opzione per arricchire la vostra casa con un tocco di verde sicuro per gli amici pelosi.

Cosa è il Falangio e i suoi nomi alternativi

È una pianta ornamentale sempreverde appartenente alla famiglia delle Asparagacee. Originaria delle foreste pluviali del Sudafrica, Mozambico e Zimbabwe, questa specie affascinante è ampiamente coltivata in tutto il mondo per la sua bellezza unica.

Il nome comune “Falangio” deriva dal greco “phalaina”, che significa “falena”, a causa delle sue caratteristiche infiorescenze sospese che ricordano le ali di una farfalla. Inoltre, è comunemente conosciuta come pianta a ragno o pianta ragnatela, in riferimento ai suoi sottili steli ricadenti che si diramano come ragnatele vegetali.

Altri nomi alternativi includono erba di San Bernardo, pianta dei gioielli e pianta dell’aeroplano. Indipendentemente dal nome, il Falangio rimane una delle piante d’appartamento più popolari e facili da coltivare.

Primo metodo: Propagazione tramite talee di rosette in acqua e in vaso

Una delle tecniche più semplici per moltiplicare il Falangio è attraverso la propagazione delle rosette. Queste piccole formazioni si sviluppano sugli steli principali e possono essere facilmente separate per creare nuove piante. Iniziate rimuovendo delicatamente una rosetta dallo stelo principale.

Potete scegliere di far radicare la talea direttamente in acqua o in un substrato di terriccio umido. Per la propagazione in acqua, immergete la parte inferiore della rosetta in un bicchiere d’acqua, cambiandola regolarmente. Dopo alcune settimane, le radici inizieranno a formarsi, e a quel punto potrete trapiantare la nuova piantina in un vaso con terriccio ben drenato.

Secondo Metodo: Coltivare in idroponica

Il Falangio prospera anche in condizioni idroponiche, rendendo questa tecnica un’opzione affascinante per gli amanti della coltivazione senza terra. Per iniziare, procuratevi un contenitore idroponico o realizzatene uno personalizzato.

Riempitelo con una soluzione nutritiva bilanciata, seguendo le istruzioni specifiche del produttore. Successivamente, preparate le talee di rosette come descritto nel metodo precedente. Posizionate le talee direttamente nella soluzione nutritiva, assicurandovi che le rosette rimangano sopra il livello del liquido.

Man mano che le radici si sviluppano, le piantine inizieranno a crescere rigogliose. Un vantaggio della coltivazione idroponica è la velocità di crescita accelerata e la riduzione dello stress per la pianta.

Terzo metodo: Propagazione tramite piantine attaccate alla pianta madre

Un altro modo naturale per propagare il Falangio è sfruttando le piccole piantine che si formano direttamente sulla pianta madre. Queste piantine, chiamate “plantule“, si sviluppano lungo gli steli principali e sono collegate alla pianta genitore tramite sottili radichette.

Per separarle, individuate le plantule desiderate e seguite attentamente le radici fino al punto di attacco sulla pianta madre. Usando delle forbici affilate, tagliate le radici il più vicino possibile alla pianta madre, staccando così la plantula. Successivamente, potete piantare direttamente la nuova piantina in un vaso con terriccio umido e ben drenato. 

Questo metodo è particolarmente vantaggioso perché le plantule hanno già sviluppato un sistema radicale, consentendo loro di ambientarsi rapidamente nel nuovo substrato.

Quarto metodo: Divisione dei cespi

Man mano che il Falangio matura, tende a formare cespi densi di piante interconnesse. Questo offre un’opportunità perfetta per dividerle e moltiplicare la vostra collezione. Durante la stagione di crescita attiva, sollevate delicatamente l’intera pianta dal vaso e separate i cespi individuali usando le mani o uno strumento affilato.

Assicuratevi che ogni cespo abbia una porzione di radici e qualche foglia. Preparate dei nuovi vasi con terriccio fresco e ben drenato, e piantate ogni cespo separatamente. Annaffiate abbondantemente dopo la divisione per favorire l’ambientamento delle nuove piante. Questa tecnica è ideale per rinvigorire piante mature e controllare la dimensione dei cespi.

Quinto metodo: Propagazione tramite semi

Sebbene meno comune, è possibile propagare il Falangio anche attraverso la semina. Questa opzione richiede più pazienza, poiché la germinazione dei semi può essere lenta e irregolare. Iniziate raccogliendo i piccoli semi neri prodotti dalle infiorescenze della pianta dopo la fioritura.

Lasciateli essiccare completamente prima di seminarli. Preparate una piccola vassoio o contenitore con terriccio leggero e ben drenato. Seminare i semi uniformemente sulla superficie, coprendo leggermente con uno strato sottile di terriccio. Mantenete il substrato umido ma non eccessivamente bagnato. Potrebbe essere necessario coprire il vassoio con un foglio di plastica trasparente per mantenere l’umidità e favorire la germinazione.

Una volta germogliati, i semenzali necessiteranno di essere rinvasati singolarmente in contenitori più grandi man mano che crescono. La propagazione tramite semi offre l’opportunità di ottenere piante uniche e variegate, ma richiede più tempo e dedizione rispetto agli altri metodi.

Coinvolgere i Bambini nella Propagazione del Falangio

La propagazione del Falangio è un’attività divertente e educativa da coinvolgere i bambini. Grazie alla sua natura non tossica e ai metodi di moltiplicazione semplici, questa pianta offre un’ottima opportunità per insegnare ai più piccoli le basi della coltivazione e dell’amore per la natura.

I bambini possono partecipare attivamente al processo di propagazione, osservando da vicino la crescita delle nuove piantine. Incoraggiateli a prendersi cura delle talee o dei semi, annaffiandoli regolarmente e monitorando i progressi.

Questa esperienza pratica può stimolare la loro curiosità e apprezzamento per il mondo vegetale, oltre a rafforzare la pazienza e la responsabilità. Coinvolgere i bambini nella propagazione del Falangio non solo crea ricordi preziosi, ma può anche ispirarli a sviluppare un interesse duraturo per il giardinaggio e la natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy