Potatura susino

643
come potare susino

Come con la maggior parte degli alberi da frutto, la potatura dei susini è un compito essenziale per la salute e il mantenimento a lungo termine dell'albero. Se hai paura di potare i tuoi alberi, sappi che un po' di potatura è meglio di nessuna potatura, specialmente quando gli alberi sono giovani e traggono beneficio dalla modellatura.

La potatura degli alberi da frutto favorisce una buona dimensione e forma, mantiene l’albero produttivo e aiuta a rimuovere il legno morto e danneggiato.

Molti alberi da frutto, come mele e pere, vengono potati in inverno, ma i susini possono essere suscettibili alla malattia delle foglie d’argento se potati in questo periodo. I susini sono quindi meglio potati in primavera o in estate.

La malattia della foglia d’argento è una malattia fungina debilitante che colpisce l’intera famiglia dei Prunus, comprese le prugne, le albicocche, le ciliegie e l’alloro portoghese.

Il fungo entra nella pianta attraverso le ferite, trasformando le foglie in argento. Alla fine l’intero ramo muore. La potatura dei susini in primavera o in estate consente alle ferite di potatura dell’albero di guarire prima che le spore della malattia delle foglie d’argento si attivino durante i mesi umidi dell’autunno e dell’inverno.




I giovani susini (fino a tre anni) è meglio potati leggermente in primavera. Il modo più popolare per potare è creare una forma a “cespuglio” con un centro aperto, come un calice o un bicchiere di vino.

Ciò significa che la luce, l’aria e il sole possono arrivare ai frutti in via di sviluppo. Potare quando i boccioli stanno appena scoppiando o quando l’albero sta appena iniziando a fiorire.

Perché i susini europei sono un’ottima scelta

Esiste più di un tipo di susino e il grado di manutenzione richiesto è una considerazione quando si sceglie tra i diversi tipi. I susini europei richiedono meno potature rispetto ai più vigorosi susini giapponesi ( P. salicina ) e sono quindi una scelta migliore per coloro che attribuiscono un’alta priorità alla minore manutenzione del paesaggio.

Ci sono altri due motivi per cui i giardinieri del nord scelgono un susino europeo (piuttosto che un susino giapponese) oltre a una minore manutenzione. Il susino europeo fiorisce più tardi, quindi c’è meno possibilità di danni da gelo, ed è più spesso autofertile (ma chiedi sempre al vivaio prima dell’acquisto), eliminando la necessità di coltivare un altro albero come impollinatore.

Anche i susini europei hanno bisogno di qualche potatura per ottenere il miglior raccolto possibile. La buona notizia è che tale potatura è abbastanza semplice, richiede poco tempo all’anno ed è abbastanza conveniente dopo l’esborso iniziale per l’acquisto di pochi strumenti poco costosi.




Perché dovresti potare i susini

Ci sono molte ragioni per potare i susini e la rilevanza di questi motivi dipenderà da fattori come l’età del tuo albero e il periodo dell’anno. La potatura all’inizio della primavera stimola una nuova crescita.

Potare in estate per limitare le dimensioni della pianta e aprirne l’interno (chioma). Aprire la chioma dell’albero (e limitarne le dimensioni) attraverso la potatura, a sua volta, aiuterà in diversi modi:

  • Promuove una buona circolazione dell’aria, che riduce le possibilità di malattia.
  • Anche la rimozione di arti morti, danneggiati o malati riduce al minimo la malattia, così come la rimozione di arti incrociati che si sfregano l’uno contro l’altro (potenzialmente aprendo ferite che invitano alla malattia ).
  • Il frutto riceve più luce solare, aiutandolo a crescere più grande e migliorandone il sapore.
  • L’aumento della luce solare aiuta anche i rami più nuovi a prosperare.
  • Le prugne saranno più facili da raggiungere al momento del raccolto perché lavorerai con un albero più corto e con meno rami trasversali che impediscono la tua portata.
  • La potatura per favorire i rami lunghi e laterali massimizzerà la produzione di frutta.

L’apertura della chioma è estremamente importante per gli alberi più vecchi, ma ovviamente non è applicabile agli alberi giovani (che non hanno ancora una chioma di cui parlare). Ma, oltre alla stimolazione di una nuova crescita, i giovani alberi traggono un vantaggio fondamentale dalla potatura: la modellatura.




È quando il susino è giovane che bisogna prestare la massima attenzione alla potatura in modo da creare un intelaiatura di rami favorevole alla salute a lungo termine dell’albero, alla produzione di frutti ben formati e alla facilità di raccolta di quel frutto.

Quando potare i susini

Quando si pota un susino dipende, in parte, dallo stadio di sviluppo dell’albero. Per i giovani alberi che stai modellando, fai solo una potatura all’inizio della primavera. Per gli alberi maturi, a cui hai già dato la giusta forma, pota una volta a metà estate (pota leggermente, tranne quelle rare occasioni in cui devi rimuovere uno dei rami principali dell’albero perché è stato danneggiato da una tempesta di ghiaccio in inverno).

Ci sono ragioni specifiche per la tempistica della potatura dei giovani alberi all’inizio della primavera: stimola la formazione di nuovi rami all’inizio della stagione di crescita, dando loro le migliori possibilità di crescere sostanzialmente quell’anno.

Le ferite provocate avranno meno tempo per guarire prima che l’albero inizi a crescere vigorosamente in primavera, periodo durante il quale i poteri curativi dell’albero sono al massimo e le piccole ferite guariscono in tempi relativamente brevi.

La prima potatura fatta su un susino in genere è già fatta in vivaio (per sicurezza, chiedi a loro) prima di acquistarlo lì in primavera; quando torni a casa, tutto ciò che devi fare è piantarlo. Si tratta di una potatura radicale in cui il tronco (capo) viene fatto risalire a circa 30 centimetri di altezza.




La preoccupazione qui per la guarigione riguarda soprattutto una malattia fungina a cui sono sensibili le prugne, nota come “foglia d’argento” ( Chondrostereum purpureum ). La foglia d’argento sfrutta le ferite da potatura per ottenere l’accesso ai rami di un albero. Risulta in argentatura delle foglie del ramo infetto. Alla fine può uccidere il ramo.

  • Nota: Durante la potatura dei susini, spruzza spesso disinfettante (rimuovendolo ogni volta con salviette di carta pulite) sul tuo utensile da taglio tra i tagli e mantieni gli strumenti da taglio affilati in modo da poter eseguire tagli netti. I tagli disordinati invitano alla malattia.

Di cosa avrai bisogno

  • Potatori bypass
  • Troncarami
  • Sega da potatura
  • Scala a pioli
  • Set di guanti da lavoro

Istruzioni per la potatura del susino

Di seguito abbiamo riportato tre step fondamentali per la potatura del susino, se seguirai i nostri semplici passaggi non avrai bisogno di altro per potare il tuo albero di susine.

1. Crea la prima spirale dell’impalcatura sul susino

La prossima primavera, hai tre diversi lavori di potatura da eseguire: rimuovi tutti tranne i rami migliori, accorcia questi rami “migliori” e torna di nuovo al capo.

Guarda oltre il susino e determina quali sono i suoi quattro rami migliori a un livello di circa 45-60 cm da terra. Questi sono quelli che manterrai, potando il resto quasi fino al tronco, lasciando solo il colletto del ramo. I rami “migliori” puntano verso l’alto dal tronco con un angolo di circa 45 gradi, sono ben formati e privi di malattie e distanziati a circa uguale distanza l’uno dall’altro sul piano orizzontale (ad esempio, si pensi a un Nord- fronte, un ramo rivolto a est, uno rivolto a sud e uno rivolto a ovest).




Anche sul piano verticale questi rami non devono essere troppo ravvicinati; garantire da 15 a 30 cm di spazio tra di loro su questo piano.

Insieme, si dice che comprendano una “spirale dell’impalcatura”, perché sono arti primari (impalcatura) e formano una disposizione circolare di parti simili.

Riduci di circa la metà la lunghezza di ciascuno dei quattro rami dell’impalcatura (ma assicurati che in ognuno rimangano almeno un paio di gemme). Taglia proprio sopra il bocciolo più esterno che rimarrà. Riduci l’altezza del leader di un piede o due, tagliando appena sopra un bocciolo. Da questo germoglio più alto emergerà il nuovo leader.

2. Crea la seconda spirale dell’impalcatura sul susino

L’operazione di potatura la prossima primavera sarà simile. L’idea sarà quella di creare una seconda spirale dell’impalcatura, situata a circa un piede sopra il ramo più alto della prima spirale dell’impalcatura.

Ancora una volta, riduci l’altezza del capo di un piede o due, tagliando appena sopra un bocciolo. Inoltre, ripeti il ​​processo di selezione dei rami “migliori” da utilizzare come rami dell’impalcatura, utilizzando gli stessi criteri del primo set. La differenza questa volta è che devi anche assicurarti che questo secondo set sia posizionato in modo tale che nessuno dei quattro rami cresca direttamente sopra un ramo dell’impalcatura nel primo set.




Potare nuovamente gli arti nella prima spirale dell’impalcatura della metà, così come gli arti nella seconda spirale dell’impalcatura. Poiché questi ultimi sono più giovani, questo dimezzamento li lascerà comunque più corti degli arti nella prima spirale dell’impalcatura. Il risultato è una forma ad albero di Natale.

3. Esegui la potatura di manutenzione sui susini più vecchi

Da quel momento in poi, la potatura è più soggettiva. Una volta che il susino raggiunge l’altezza a cui vuoi che rimanga, fai tornare indietro il leader (in modo che non possa superare quell’altezza) e non permettere che si formi un nuovo leader.




Potare in estate secondo necessità per evitare che la chioma si sovraffolli. Riporta i tagli alle gemme delle foglie rivolte verso l’esterno, perché vuoi che la nuova crescita si irradi dal centro della chioma per evitare il sovraffollamento. I boccioli delle foglie possono essere distinti dai boccioli dei fiori come segue: questi ultimi sono i più grandi e carnosi dei due.

Tieni d’occhio gli speroni. Gli speroni sono raggruppamenti di (principalmente) boccioli di fiori su rami corti e nodosi che sporgono dagli arti più vecchi. Gli speroni di più di un anno sono la fonte di tutti i tuoi frutti , quindi assicurati di non eliminarli per errore.

Leggi anche:



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close