Potatura melo

414
potare albero di mele

Tutti amano un bellissimo melo carico di frutti colorati e gustosi. Tuttavia, un melo lasciato a se stesso raramente produrrà il tipo di frutta di qualità che stiamo cercando. Piuttosto, dobbiamo prestare all'albero una certa attenzione durante i mesi invernali, effettuando i giusti tagli di potatura per consentire la massima penetrazione della luce e il flusso d'aria. Potando i meli a fine inverno, possiamo massimizzare la salute e la produzione di frutta dell'albero in autunno e goderci il succo di mela, la torta di mele o i muffin di mele a cui abbiamo pensato tutto l'anno!

Ci sono opinioni contrastanti sul fatto che la potatura di un melo sia simile alla potatura di altri alberi da frutto.

I peschi se coltivati in giardino e le nettarine producono frutti solo sulla crescita della stagione precedente, quindi hanno bisogno di molte potature. Meli e peri ottimi alberi da frutto da coltivare producono frutti su rami longevi chiamati speroni fruttiferi, quindi richiedono meno lavoro.

Altri alberi da frutto cadono tra questi due estremi.

Quindi oggi ci concentreremo esclusivamente sulla potatura del melo, ma puoi usare la stessa idea generale sui peri se li hai nel tuo giardino.




Come il tuo albero di mele cresce e produce frutti

Per cominciare, capire come un melo cresce e produce frutti ti aiuterà a capire il processo di potatura dell’albero. Gli alberi di mele crescono ogni anno, il che significa che nuovi germogli si svilupperanno e cresceranno. Anche le filiali esistenti aggiungono nuova crescita.

Per trovare la nuova crescita, cerca un anello o una fascia di tessuto che circondi completamente il germoglio. È importante essere in grado di individuare dove si trova la nuova crescita quando si tratta di potare.




Il tuo albero creerà anche nuovi boccioli di fiori nella stagione prima della fioritura. In estate crea boccioli di fiori che si apriranno nella primavera successiva.

I boccioli fiorali si sviluppano all’apice dei germogli corti e sugli speroni (escrescenze corte e spesse sui rami), nei meli. I boccioli fiorali sono più rotondi e rigonfi alla base rispetto ai boccioli (vegetativi o fogliari) che si sviluppano in foglie.

I boccioli che si sviluppano per tutta la lunghezza di un germoglio raramente si trasformano in fiori. L’anno successivo possono crescere in speroni che sviluppano boccioli di fiori se non vengono potati in modo errato e innescati per sviluppare nuovi germogli.

Come potare il melo

Penso si possa dire con certezza che a pochissime persone piace sfoltire l’orto o potare gli alberi da frutto. Sembra controintuitivo rimuovere una pianta o parte di una pianta che sta crescendo bene, ma se eseguita correttamente, una corretta potatura degli alberi da frutto porta a una migliore produzione di frutta.

Quindi parliamo un po’ più approfonditamente di come potare, perché è necessario potare e suggerimenti per una potatura efficace.

La parte pratica della potatura include gli strumenti di potatura di cui avrai bisogno e come pulirli, i passaggi per potare il tuo albero e tre forme di potatura di melo di base.

Strumenti di potatura

Un melo maturo avrà rami di varie dimensioni, quindi avrai bisogno di un paio di strumenti diversi per svolgere il lavoro in modo efficiente.

Potatori: noti anche come potatori a mano o cesoie da potatura, sono piccoli per adattarsi comodamente alla tua mano. I potatori funzionano bene per piccoli rami facili da raggiungere e sono disponibili in due diversi strumenti di potatura: bypass e incudine. I potatori bypass sono migliori per tagliare rami vivi; i potatori a incudine sono i migliori per i rami secchi.




Troncarami: un buon paio di troncarami taglierà rami di piccole e medie dimensioni. I manici lunghi ti consentono di raggiungere rami più alti, inoltre forniscono una maggiore leva di taglio per tagli più spessi. Come i potatori, sono disponibili come troncarami bypass o a incudine.

Sega: questo è un must per i rami più grandi. Si consiglia di utilizzare una sega per qualsiasi cosa di diametro maggiore del pollice, ma ammetto che utilizzo i miei troncarami per rami fino a circa 1 pollice di diametro.

È importante mantenere i tuoi strumenti affilati e puliti quando poti alberi da frutto o qualsiasi albero per quella materia. Gli strumenti affilati producono tagli che attraversano rapidamente rami o steli senza lasciare un bordo frastagliato e ruvido nel punto in cui viene eseguito il taglio.

Pulisci i tuoi strumenti e mantienili puliti

Prima di iniziare la potatura, immergi le superfici taglienti di potatori e troncarami in alcool isopropilico e lasciale asciugare all’aria, disinfettando il metallo. Inumidisci un panno pulito con alcool isopropilico e pulisci accuratamente la lama della sega.

Ciò impedisce il trasferimento e la contaminazione incrociata di eventuali problemi di funghi o malattie che potrebbero essere stati raccolti da altre piante/alberi nel tuo giardino.




Quando hai finito per la giornata, rimuovi accuratamente la segatura e la linfa degli alberi con uno straccio. Spruzzare una piccola quantità di solvente sulle parti in movimento per mantenerle lubrificate e prive di ruggine.

Potatura del melo in otto passaggi

La potatura non è un processo rapido. Può richiedere molto lavoro, a seconda dell’ambito del progetto e dello stato attuale del tuo melo. Tuttavia, la logica di base alla base della potatura è semplice: rimuovi tutti i rami morti, crea la forma complessiva che desideri, esegui tagli dettagliati per aprire la chioma interna e poi termina con un taglio di base.

  1. Valuta le dimensioni e la forma del tuo albero, prestando molta attenzione a rami e rami affollati o morti che sono più alti o più lunghi di quanto desideri. Questo ti aiuta a decidere cosa deve essere potato e quali tagli devono essere fatti.
  2. Rimuovi prima i rami morti, danneggiati o malati . Rimuovere con un taglio diradamento se l’intero ramo è morto. Se la punta è morta, rimuovi il legno morto con un’intestazione tagliata appena sopra un ramo laterale.
  3. Rimuovere qualsiasi nuova crescita proveniente dalla base del tronco ; questi “succhioni” originano dal portainnesto invece che dalla varietà a frutto che è stata innestata sulla parte superiore dell’albero.
  4. Correggi le dimensioni e la forma complessive. Rimuovere i rami troppo alti/lunghi con tagli di sfoltimento o accorciarli con tagli di testata. Ciò significa il/i ramo/i terminale/i in cima all’albero, così come i rami dell’impalcatura che fuoriescono dal leader centrale.
  5. Apri la chioma attraverso il centro dell’albero. I rami principali hanno bisogno di spazio sufficiente per i loro rami laterali e la luce solare deve raggiungere i rami interni e inferiori dell’albero.
  6. Rimuovi i rami troppo vicini tra loro o quelli che ricrescono al centro dell’albero con un taglio diradante. Rimuovi eventuali rami che crescono verso il centro dell’albero con un taglio diradante.
  7. Dai all’albero un taglio di capelli. Conosciuto come tornare indietro, questo incoraggia i rami a crescere più corti e più spessi, oltre a innescare una crescita inferiore nella chioma. Impedisce ai rami del tuo melo di continuare a crescere verso l’alto e verso l’esterno.
  8. Rimuovi il 20-30 percento della crescita attiva dello scorso anno usando tagli di diradamento. È importante individuare dove inizia la nuova crescita. Potare i rami a circa un quarto di pollice sopra un bocciolo rivolto verso l’esterno per evitare che nuovi rami crescano al centro dell’albero.

Ecco come potare un melo dagli esperti.




Tre forme di albero

Esistono tre modi di base per modellare il tuo albero di mele.

  1. Naturale
  • Una forma naturale significa semplicemente che lasci crescere il tuo albero con poche potature. Un grande albero rende difficile raggiungere la cima e produce mele più piccole. Mentre alcune persone preferiscono questa estetica, dal punto di vista della salute, non è la cosa migliore per il tuo albero.
  1. Coltivato in una forma specifica
  • Alberi a capo singolo: questo stile di potatura ha un tronco che domina e cresce verso l’alto, ha diversi arti laterali orientati orizzontalmente rispetto al capo principale e numerosi rami fruttiferi che hanno origine dai rami dell’impalcatura. Ottimo per alberi naturalmente corti.
  • Leader multipli: due o più rami dominanti crescono verso l’alto e si inclinano lontano dal centro dell’albero. Questo stile di potatura aiuta a mantenere un albero più corto quando coltivi una varietà a grandezza naturale.
  1. A spalliera per adattarsi a un piccolo spazio
  • Quando un albero viene potato a forma di spalliera, viene potato per crescere lungo un muro o un traliccio. Questo crea un albero “piatto” simile a una vite. Questo non è un modello di crescita naturale per gli alberi da frutto, ma funziona bene per quelli con spazio limitato nel cortile ed è bello.

Quando potare il melo

La fine dell’inverno o l’inizio della primavera, mentre l’albero è ancora dormiente e prima che inizi la crescita attiva, è il momento migliore per potare i meli. Ecco alcuni motivi per potare in questo momento:

  • I boccioli sono più facili da vedere e aggirare.
  • Le ferite da tagli hanno la possibilità di asciugarsi prima che gli insetti escano in primavera.

La potatura riduce in piccola parte la resistenza invernale, rendendo l’albero suscettibile alle lesioni invernali dovute a temperature estremamente basse per due o tre settimane dopo la semina. Guarda le previsioni meteorologiche locali a lungo termine ed evita o rimanda la potatura quando vedi che le temperature precipiteranno nell’intervallo da due a tre settimane.




La potatura estiva può essere eseguita a fine luglio o agosto, ma fai attenzione a non potare gravemente il tuo albero in questo momento poiché indebolisce l’albero. Ecco alcuni motivi per potare delicatamente in questo momento:

  • Un albero debole poco prima della raccolta porta a una diminuzione delle dimensioni e della qualità dei frutti.
  • Quando è carico di frutta, c’è una maggiore possibilità che i rami si spezzino.

Perché potare il melo

La tua erba deve essere falciata e i tuoi capelli devono essere tagliati periodicamente per una buona salute (e per avere un bell’aspetto). Anche il tuo melo beneficia della potatura regolare. Ecco perché:

  • Troppa ombreggiatura fa male. Una mancanza di luce solare attraverso i rami interni e inferiori diminuisce la fioritura e indebolisce i rami.
  • La potatura migliora la circolazione dell’aria che riduce i problemi di parassiti e malattie.
  • I rami morti e morenti ospitano parassiti e parassiti. Devono essere rimossi dall’albero e dalla tua proprietà o bruciati.
  • Mantiene l’albero ad un’altezza gestibile per un accesso più facile quando è il momento di raccogliere.
  • Apre la chioma e incoraggia frutti più grandi e più sani.

Meno frutta porta a mele più grandi. Pensaci in questo modo: un singolo albero ha una data quantità di risorse. Ha solo così tanta acqua, luce solare e sostanze nutritive nella stagione di crescita.




Tutti i frutti dividono quelle risorse e meno mele significano che ognuna ottiene più risorse per crescere più grande.

Due tipi di tagli

  • Diradamento: la completa rimozione del germoglio o del ramo alla sua base dove si unisce al resto del lembo. Il diradamento ha un impatto minimo sull’aspetto dell’albero. È ottimo per rimuovere rami morti o tagliare rami o rami in eccesso. Aumenta anche lo sviluppo dei boccioli dei fiori.
  • Intestazione: la rimozione di parte del germoglio o del ramo. I tagli di testata sono utili per accorciare i rami. Il taglio della testata cambia la direzione in cui cresce il germoglio o il ramo e altera l’aspetto dell’albero. Rinvigorisce anche le cime e i germogli più vicini al taglio. Un taglio di testa rimuove la gemma terminale alla fine di un germoglio, quindi diversi germogli si sviluppano sotto il taglio, creando una chioma più densa.




Suggerimenti per una potatura efficace del melo

  • Evita la potatura eccessiva. Se un albero è passato un paio d’anni senza potatura, dividi il compito. Fai un po’ di potatura quest’anno, seguita da altre potature l’anno prossimo per limitare lo stress che le sottoponi. Pota gli alberi meno vigorosi in modo più severo per vederli (si spera) rimbalzare più velocemente.
  • Potare i rami con meno gemme/fiori. Se hai due rami vivi ravvicinati e devi decidere quale rimuovere, pota il ramo con meno gemme/fiori o quello che è generalmente improduttivo. Mantieni sempre il ramo più sano e più produttivo dei due.
  • Rimuovi i rami grandi in sezioni più piccole per renderlo più sicuro per te.
  • Seleziona i rami da potare in base all’angolo di crescita. Cerca di mantenere i rami che crescono verso l’alto ad angolo. Rimuovi i rami che crescono dritti verso l’alto (trombe d’acqua) o verso il basso verso il suolo. Le “trombe d’acqua” sono troppo vigorose e proiettano ombra sui rami più bassi. I rami che puntano verso il basso sono deboli e non daranno frutti.
  • Evita di potare alberi appena piantati e giovani (dopo una potatura iniziale per determinare la forma) fino a dopo le prime due stagioni il tuo albero non produce frutti. La potatura incoraggia i germogli frondosi anziché i frutti, quindi ritarderà la fruttificazione negli alberi giovani.
  • Pulisci i rami abbattuti quando hai finito. Ciò impedisce a eventuali malattie o insetti nocivi di reinfettare il tuo albero.

Potatura melo: Conclusioni

Sembra controintuitivo abbattere parti di un albero per renderlo più produttivo e sano. Continua a pensare a tutte le torte di mele, alla salsa di mele, alle mele caramellate, al sidro caldo e a tutte le prelibatezze di mele che ami.

Oppure, se proprio non riesci a tagliare, perché non assumere un professionista della cura degli alberi che lo faccia per te? Ho sentito che le torte di mele calde sono un ottimo oggetto di baratto.

Articoli correlati:



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close