Potatura agrumi

947
agrumi

Aranci, clementini, limoni… a volte è necessaria la potatura annuale per ottenere buoni raccolti e frutti grandi. Limone, arancio, mandarino, kumquat, poncirus, calamondino... A lungo confinati nel bacino del Mediterraneo, gli agrumi si stanno ora diffondendo ovunque. Che siano coltivate in vaso o in piena terra, c'è la questione della loro dimensione, cosa che spesso esitiamo a fare, credendo di sbagliare. Inizia: è molto semplice!

Fogliame, profumo, fioritura incantevole e frutti: gli agrumi non mancano di risorse, il che senza dubbio spiega il loro successo nella coltivazione nei nostri giardini.

La loro manutenzione è semplice, e se avete acquistato un agrume abbastanza grande o già ben formato, le dimensioni possono essere limitate al minimo indispensabile.

Spesso sarà sufficiente una semplice manutenzione, togliendo di tanto in tanto i rami mal orientati e ventilando un po’ l’interno dell’albero.




Se poti un po’ più pesantemente, lavora sempre dopo il raccolto.

Potatura di limoni, aranci e altri agrumi: quando e come?

La potatura del limone e degli agrumi, più in generale, non è molto complicata. Si fa al ritorno della bella stagione e permette all’arbusto di ramificarsi dandogli una bella forma che non offre una forte resistenza al vento.




Quando potare gli agrumi?

Gli alberi di agrumi vengono potati con cesoie affilate appena arriva la primavera, quando la linfa comincia a salire. Così si diffonderà in tutti i rami che diventeranno più densi e creeranno una solida struttura.

Come potare gli agrumi?

Questo viene fatto tagliando gli steli selezionati appena sopra un occhio. Da quel momento in poi, da questo luogo partiranno nuovi germogli poiché la linfa si ferma lì.

Quando il tuo albero di limone sarà giovane, diventerà piuttosto alto: inizierai quindi a potarlo tagliando la testa in modo da ottenere delle ramificazioni.




Questi, a loro volta, avranno bisogno di essere potati per ramificarsi e gradualmente l’arbusto produrrà legno e crescerà in una struttura strutturale abbastanza forte da dare frutti.

Come riequilibrare un albero di agrume?

Se hai un albero di agrumi in un vaso che è stato poco esposto e un po’ trascurato, ed è cresciuto in modo squilibrato, puoi rimediare con una potatura adeguata. Ancora una volta, taglierai sopra una foglia o una ghirlanda di foglie.

Rapidamente, nuove ramificazioni appariranno all’altezza degli occhi e restituiranno una struttura equilibrata all’arbusto.

Come salvare un albero di agrume che si è leggermente congelato?

Se l’inverno è stato particolarmente rigido e la protezione invernale che avevi programmato non è stata sufficiente a proteggere gli agrumi, alcuni rami potrebbero essersi congelati. Tuttavia, l’arbusto non è necessariamente morto. Effettuate una potatura severa ed equilibrata, i nuovi germogli ricompariranno rapidamente in numero.




Infine, non far crescere i nuovi portainnesti. E annaffia generosamente dopo la potatura in modo che avvenga la ricrescita.

Le fasi della potatura

  • Osservare l’albero in modo da mantenere lo stesso volume dopo il taglio: lo spazio che occupa non va ridotto, se non in altezza per facilitare la raccolta dei frutti.
  • Potare dall’interno verso l’esterno dell’albero per rimuovere prima i rami più grandi.
  • Inizia tagliando gli inizi della vegetazione sotto il punto di innesto. Quindi risalire in cima all’albero togliendo i rami in contraddizione con il suo sviluppo armonioso. Rimuovi i rami che vengono ad occupare uno spazio già occupato da un altro ramo. Quando due rami partono dallo stesso punto e conquisteranno lo stesso spazio, togli quello che va verso il basso.
  • Tagliare a filo con il ramo, senza lasciare strappi.

Non potare un ramo al centro perché le gemme poste sotto questo taglio si svilupperanno creando una “scopa delle streghe” (rami aggrovigliati) che renderanno l’albero troppo folto e che favoriranno i nidi di insetti. È quindi preferibile tagliare un ramo all’inizio o agli incroci.

Un gourmand è un ramo di partenza che cresce verticalmente e vigorosamente. Sugli agrumi i polloni sono fruttiferi e producono frutti di qualità perché ben irrigati di linfa. Con il peso dei frutti, i polloni si abbassano, favorendo poi lo sviluppo di altri rami.

Eliminarli solo se l’albero è sbilanciato. Un buongustaio può anche sostituire un falegname troppo vecchio.

Articoli correlati:



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close