Portulaca oleracea

110
Portulaca oleracea

La Portulaca oleracea L. è una pianta erbacea succulenta annuale a clima caldo, a distribuzione cosmopolita, appartenenza alla famiglia delle Portulacaceae. Portulaca oleracea è stata usata come medicina popolare in molti paesi, agendo come febbrifugo, antisettico, vermifugo.

Sapevi che Portulaca oleracea contiene la più alta quantità di omega-3 di qualsiasi pianta del regno vegetale, per non parlare del fatto che è ricca di minerali e vitamine A e C?

La portulaca è coltivata in India e Cina da migliaia di anni e attualmente viene coltivata e venduta al chilo in molti mercati europei, asiatici e messicani. Le foglie succulente e verde brillante di questo potherb non hanno molto odore, mentre il sapore è gradevole, delicato, leggermente erbaceo e crostata al limone.

Il sapore acido del limone è dovuto all’acido ossalico presente nelle foglie. La consistenza è ciò a cui alcune persone richiedono tempo per abituarsi poiché è sia croccante che mucillaginosa – la viscidità è scoraggiante per alcuni – quindi la uso in modi in cui non si nota la consistenza.

Tutte le parti fuori terra sono commestibili; i gambi e le foglie spessi e succulenti e i piccoli fiori gialli possono essere consumati crudi come insalata, mescolati con altre insalate o in insalate di verdure.




Portulaca oleracea: Descrizione

La portulaca comune è una succulenta annuale della famiglia delle Portulacaceae. Ha steli lisci, rossastri, per lo più prostrati e foglie ovali carnose alternate. Le foglie tendono ad essere raggruppate alle articolazioni e alle estremità dello stelo. I fiori sono piccoli, gialli e hanno cinque petali a forma di cuore che possono apparire in qualsiasi periodo dell’anno.

Si trovano nel grappolo di foglie all’estremità dello stelo e si aprono solo brevemente nelle ore mattutine. Dopo la fioritura, ogni fiore viene sostituito da una capsula di semi. Le capsule si apriranno, rilasciando semi da marrone scuro a quasi neri. Oltre alla risemina stessa, la propagazione può essere realizzata posizionando gli steli spezzati nel terreno. Questi steli produrranno radici.

Questa pianta ha un fittone e radici secondarie fibrose in grado di tollerare terreni poveri e compatti e condizioni di siccità.

È una fonte di cibo per la fauna selvatica. Varietà di sega estraggono l’interno delle foglie o si nutrono delle foglie. Il passero mangia i semi, così come il topo cervo della prateria. Anche maiali e cervi mangiano le foglie. I semi, quando vengono mangiati dai cervi dalla coda bianca, passano attraverso il loro tratto digestivo e rimangono vitali.

I problemi degli insetti includono afidi, moscerini, lumache e lumache. Nelle zone umide, può essere influenzato dal marciume dello stelo o delle radici.




Portulaca in farmacologia

Negli ultimi decenni numerosi ricercatori hanno studiato le attività farmacologiche di Portulaca oleracea. Questa recensione fornisce un riepilogo completo delle principali proprietà farmacologiche presentate di seguito.

Nutrizione

È ricca di vitamina A che è un valore antiossidante naturale. Può svolgere un ruolo nella visione delle membrane mucose sane e per proteggere dal cancro del polmone e della cavità orale. La portulaca contiene il più alto contenuto di vitamina A tra le verdure a foglia verde.

Contiene anche vitamina C e vitamine del complesso B come riboflavina, niacina e piridossina. Fornisce i più alti minerali dietetici come potassio (494 mg/100 g) seguito da magnesio (68 mg/100 g), calcio (65 mg/100 g), fosforo (44 mg/100 g) e ferro (1,99 mg/100 g). 100 g).




Acido grasso Omega-3

La portulaca è una delle più ricche fonti vegetali verdi di acidi grassi omega-3. Ha abbassato i livelli di colesterolo e trigliceridi, aumenta la benefica lipoproteina ad alta densità. Inoltre, la capacità degli acidi grassi omega-3 di diminuire lo spessore del sangue può essere vantaggiosa nel trattamento delle malattie vascolari.

A differenza degli oli di pesce con il loro alto contenuto calorico e di colesterolo, la portulaca fornisce anche un’ottima fonte dei benefici acidi grassi omega-3 senza il colesterolo degli oli di pesce, poiché non contiene colesterolo. Esistono 3 varietà di portulaca, vale a dire, la varietà verde, dorata e dorata a foglia larga.

Ha una bassa incidenza di cancro e malattie cardiache, probabilmente in parte a causa degli acidi grassi omega-3 presenti in natura nella portulaca.




Antiossidante

È stato riportato che la vitamina C (acido ascorbico) e il beta-carotene possiedono attività antiossidante, a causa della loro capacità di neutralizzare i radicali liberi, e hanno il potenziale per prevenire le malattie cardiovascolari e il cancro.

Le foglie avevano il contenuto più alto di beta-carotene, acido ascorbico e DPPH, seguite da fiori e steli. Portulaca selvatica tailandese conteneva quasi 10 volte più beta-carotene e acido ascorbico contenuto rispetto ad altre varietà.

Il contenuto di beta-carotene nella foglia era due volte superiore a quello degli steli e leggermente superiore a quello dei fiori. Questo risultato è in accordo con i dati sulla portulaca australiana, dove il contenuto di beta-carotene nella foglia era più alto che nello stelo.

Portulaca è tra il gruppo di piante ad alto contenuto di ossalato. La melatonina è una molecola onnipresente e versatile che mostra la maggior parte delle caratteristiche desiderabili di un buon antiossidante.




Proprietà portulaca oleracea: Conclusioni

In quanto fonte significativa di oli omega-3, P. oleracea potrebbe apportare notevoli benefici per la salute alle diete vegetariane e di altro tipo in cui è escluso il consumo di oli di pesce.

L’analisi scientifica dei suoi componenti chimici ha dimostrato che questa erba comune ha un valore nutritivo non comune, rendendola uno degli alimenti potenzialmente importanti per il futuro. La presenza di un alto contenuto di antiossidanti (vitamine A e C, alfa-tocoferolo, beta-carotene e glutatione) e acidi grassi omega-3 e i suoi effetti cicatrizzanti e antimicrobici, nonché il suo uso tradizionale nel trattamento topico di condizioni infiammatorie suggeriscono quella portulaca è un candidato molto probabile come ingrediente cosmetico utile.

Leggi anche: Cos’è l’humus.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.