fbpx

Perché il limone non matura e cosa fare?

51

Ogni varietà di limone, dal "primofiore" invernale al "bianchetto" di primavera, fino al "verdello" estivo, segue il proprio ritmo naturale di maturazione. Non è un errore se i limoni rimangono verdi per mesi; la natura richiede tempo per donarci il sapore e le vitamine che desideriamo. Anche se il verde persiste, non temete: una volta che il limone ha raggiunto la dimensione giusta, è pronto per essere colto e spremuto, promettendo quel tocco di freschezza e vitamina C che solo un limone sa dare.

Molti si chiedono perché i limoni sull’albero non maturano o rimangono acerbi. In realtà, questi agrumi hanno tempi di maturazione molto lunghi che dipendono dal periodo di fioritura. I limoni sono frutti aclimaterici, ovvero non maturano se raccolti prima del tempo.

Per gustare limoni maturi è necessario conoscere le diverse fioriture che danno origine ai limoni invernali, primaverili ed estivi. In questa guida vedremo nel dettaglio perché i limoni non maturano subito e come riconoscere la giusta maturazione in base al tipo di limone. Scopriremo anche alcuni trucchi colturali per favorire una maturazione adeguata.

Limoni aclimaterici: perché non maturano se raccolti acerbi

I limoni sono frutti aclimaterici, il che significa che non maturano ulteriormente una volta staccati dalla pianta, anche se raccolti quando ancora acerbi. Infatti, gli agrumi completano il processo di maturazione solo quando sono ancora sull’albero. Per questo, raccogliere i limoni quando sono ancora verdi pensando che poi matureranno è un errore: questi rimarranno acerbi.

Bisogna attendere pazientemente che i limoni ingialliscano sulla pianta prima di raccoglierli. Solo a quel punto, una volta raccolti, si potrà beneficiare di tutto il loro aroma e la loro succosità. Quindi, per assaporare il limone nel momento migliore, è indispensabile saper riconoscere la giusta maturazione sull’albero.

Limoni primofiore: i migliori limoni invernali

I limoni primofiore sono considerati i migliori in assoluto per qualità e sapore. Questi limoni nascono dalla prima fioritura della pianta, che avviene tra marzo e giugno. Da questi fiori primaverili si sviluppano i frutti più pregiati, che maturano molto lentamente sulla pianta. Infatti, i limoni primofiore si potranno raccogliere maturi solo a partire da ottobre, e anche nei mesi invernali successivi, fino a marzo. Per questo vengono anche chiamati limoni invernali.

Dunque, se troviamo dei limoni gialli e maturi sull’albero durante l’autunno o l’inverno, questi appartengono sicuramente ai primofiore, i frutti di migliore qualità, più succosi e profumati. Vale quindi la pena armarsi di pazienza e attendere anche diversi mesi prima di poter gustare questi eccezionali limoni invernali, i primofiore, che ripagano l’attesa con il loro sapore unico.

Limoni bianchetti: i frutti primaverili

I limoni bianchetti rappresentano un altro tipo di limoni dalle ottime qualità organolettiche. Questi limoni si sviluppano dalla seconda fioritura della pianta, che si ha tra giugno e luglio, nei mesi più caldi. A differenza dei primofiore, i limoni bianchetti necessitano di oltre un anno per raggiungere la perfetta maturazione sull’albero. Infatti i frutti che derivano dai fiori di giugno-luglio potranno essere raccolti maturi solo a partire dal marzo dell’anno successivo, e anche nei mesi primaverili seguenti fino a maggio.

Per questo i limoni bianchetti sono detti anche limoni primaverili. Dunque, se troviamo dei bei limoni gialli e succosi sulla pianta in primavera, questi certamente fanno parte della categoria dei bianchetti, limoni dal sapore eccellente che vale la pena attendere anche oltre 12 mesi prima di poterli finalmente raccogliere e gustare maturi.

Limoni verdelli o estivi

I limoni verdelli, detti anche limoni estivi, sono più rari e particolari. Questi limoni nascono infatti da una fioritura eccezionale che la pianta può fare in piena estate, tra agosto e settembre, se stimolata da particolari condizioni. Ad esempio, quando l’albero subisce un forte stress idrico, con appassimento delle foglie per la siccità, e poi viene improvvisamente irrigato da una pioggia torrenziale che lo fa riprendere. In questo caso la pianta può produrre nuovi fiori nel cuore dell’estate.

I frutti che ne derivano sono i limoni verdelli, così chiamati per il loro colore verde intenso. Questi limoni potranno essere raccolti maturi solo nell’estate dell’anno successivo, indicativamente da maggio ad agosto. Trovare dei limoni completamente gialli e maturi sulla pianta in piena estate è dunque un evento raro e indice della presenza di limoni verdelli, una particolare tipologia di limoni estivi dal sapore unico.

Consigli per la raccolta e l’utilizzo dei limoni maturi e non

Per raccogliere e utilizzare al meglio i limoni, è importante conoscerne il grado di maturazione. I limoni completamente gialli e maturi sulla pianta sono ovviamente ideali per essere gustati freschi, perché forniscono il massimo del sapore e dei benefici nutrizionali. Tuttavia anche i limoni parzialmente acerbi, che hanno concluso la fase di accrescimento e iniziano a cambiare colore, possono essere raccolti e utilizzati.

Questi limoni leggermente acerbi hanno una buccia più spessa e si conservano meno a lungo, ma la polpa è comunque già buona, succosa e ricca di vitamina C, perfetta per spremute o come ingrediente nelle ricette. L’importante è non raccogliere mai i limoni quando sono ancora piccoli e completamente verdi perché, essendo frutti aclimaterici, non completeranno la maturazione. Con un po’ di esperienza è possibile riconoscere il momento ottimale di raccolta dei limoni e il loro migliore utilizzo in cucina.

Letture correlate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy