fbpx

Perché il limone ha le spine? Come gestire al meglio i limoni spinosi

551

Le piante di limone sviluppano spine come meccanismo di difesa naturale contro gli animali erbivori, per impedire loro di mangiare le foglie e i frutti. Queste strutture pungenti svolgono una funzione protettiva essenziale, specialmente nelle fasi giovanili della pianta, quando è più vulnerabile agli attacchi esterni.

La presenza di spine acuminate sui rami è una caratteristica tipica del limone, che spesso suscita curiosità e dubbi nei coltivatori. Ma non tutte le piante di limone presentano lo stesso grado di “spinosità”. Ci sono infatti differenze tra limoni selvatici e domestici, e anche tra varietà diverse. In linea generale, le spine rappresentano un meccanismo di difesa naturale della pianta, e si sviluppano maggiormente su rami giovani.

Con una corretta gestione della chioma, potature mirate e la rimozione dei polloni, è possibile ridurre notevolmente la presenza di fastidiose spine senza effettuare tagli drastici. Analizziamo da vicino il tema delle spine nel limone.

Le spine nei limoni selvatici e in quelli domestici

Esistono differenze sostanziali nelle spine presenti nei limoni selvatici rispetto a quelli domestici coltivati per uso alimentare. Nei limoni selvatici, non frutto di incroci mirati, le spine hanno uno sviluppo molto pronunciato: sono aguzze, abbondanti e fitte tra loro, a scopo protettivo. I rami ne sono letteralmente ricoperti. Nei limoni domestici invece le spine hanno una conformazione meno accentuata e una densità minore.

Sono presenti ma non infestano completamente la chioma. Ciò è dovuto al fatto che i limoni da frutto sono stati selezionati per essere coltivati e gestiti più facilmente. La presenza di spine è quindi un tratto distintivo tra limoni selvatici, con spine aghiformi molto fitte, e limoni domestici da frutto, con spine meno pronunciate e più rade.

Dove nascono più spine nei limoni coltivati in vaso

Nei limoni coltivati in vaso, anche se si tratta di varietà domestiche, le spine possono svilupparsi in certi punti specifici della chioma. In particolare, i rami più soggetti alla formazione di spine sono i giovani polloni e i succhioni, ossia quei germogli rigogliosi e poco lignificati che spuntano con rapido accrescimento verticale.

Proprio su questi rami espansivi e slanciati in fase di prima crescita, la pianta tende a sviluppare maggiormente le spine come meccanismo di difesa naturale. Man mano che tali rami lignificano e maturano, la presenza delle spine si fa via via più rada. Quindi polloni e succhioni sono i punti critici dove proliferano maggiormente le spine nei limoni coltivati in vaso.

Potatura dei polloni e succhioni per ridurre le spine

Se vogliamo ridurre la presenza di spine sulla pianta di limone, una soluzione efficace è intervenire con una mirata potatura di polloni e succhioni. Questi germogli giovani che spuntano rapidamente verso l’alto, sono infatti i rami più ricchi di spine pungenti. Rimuovendoli alla base, eliminiamo proprio quei getti maggiormente spinosi che tendono a infestare la chioma.

Al posto dei polloni e succhioni potati, cresceranno rami più maturi e meno provvisti di spine. Quindi, con potature localizzate sui germogli più giovani, è possibile ridurre in modo sensibile la presenza di spine fastidiose nei nostri limoni coltivati in vaso.

Taglio delle spine a filo del ramo per sicurezza

Sebbene sia sempre meglio evitare potature drastiche, in alcuni casi può essere necessario rimuovere completamente le spine dai rami del limone per motivi di sicurezza. Ad esempio, se in casa ci sono bambini piccoli o animali domestici, le spine aguzze possono rappresentare un pericolo.

In questi casi specifici, è possibile tagliare con cura le singole spine, operando il taglio il più vicino possibile al ramo. In questo modo la pianta sarà in grado di cicatrizzare velocemente la ferita. Ovviamente è un’operazione lunga e meticolosa, da eseguire solo dove effettivamente indispensabile. Vanno usate forbici o cesoie affilate e pulite per non danneggiare la corteccia.

Domande frequenti

Ci sono rimedi naturali contro le spine del limone?

Non ci sono rimedi naturali efficaci, bisogna agire preventivamente con una corretta potatura.

Cosa succede se non poto un limone spinoso?

Se non si pota adeguatamente un limone spinoso, si ha una proliferazione incontrollata di rami intricati e spinosi che rendono difficile la gestione della pianta, limitano la produzione di frutti e richiedono in seguito potature drastiche per recuperare la situazione.

Le spine del limone sono velenose

Le spine del limone non sono velenose, provocano solo una reazione meccanica di dolore e infiammazione locale se pungono la pelle, ma non iniettano alcun tipo di tossina o veleno.

Il limone selvatico fa frutti?

Il limone selvatico, non essendo il frutto di incroci mirati per scopi alimentari, produce frutti di dimensioni molto piccole, con buccia spessa e scarsa polpa succosa al loro interno. Questi frutti hanno un sapore piuttosto acre e amaro, poco adatto al consumo umano, e contengono pochissimo succo.

Letture correlate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy