fbpx

Perché avere un orto per coltivare i propri ortaggi?

32

Un orto domestico da coltivare è un piccolo appezzamento di ortaggi, frutta e aromi direttamente nel proprio giardino o anche in spazi ridotti come un terrazzo. Richiede impegno nella cura delle piante ma regala in cambio raccolti sani, genuini e a km zero.

Avere un piccolo appezzamento di terra da coltivare e curare può regalare immense soddisfazioni e vantaggi a chi decide di creare un orto casalingo. Che si tratti del giardino o anche solo di un terrazzo o balcone, ritagliarsi uno spazio verde dove poter seminare e favorire la crescita di piante come verdure, frutta e aromatiche può davvero migliorare la qualità della vita.

Prendersi cura di un orto implica dedicare tempo e attenzioni alle piante, seguendole amorevolmente dalla semina fino alla raccolta dei frutti. Questo crea un profondo senso di soddisfazione e realizzazione personale nel veder crescere rigogliose le piante che si sono annaffiate, potate e curate con impegno e dedizione. Un orto domestico da coltivare diventa così un’attività rilassante e anti-stress, che permette di staccare la mente dai problemi e ritrovare il benessere psicofisico.

Coltivare il tuo orto può migliorare la tua salute e benessere

Prendersi cura di un orto e coltivare frutta, verdura e aromi è un’attività che fa bene alla salute e al benessere psicofisico. Trascorrere tempo all’aria aperta per innaffiare, sarchiare e dedicarsi alle piante ha effetti positivi mente e corpo. L’esposizione al sole favorisce la sintesi di vitamina D, mentre l’aria fresca e i profumi della terra e della vegetazione sono un vero balsamo rilassante per corpo e spirito.

Inoltre, consumare prodotti freschi e appena raccolti dal proprio orto fornisce un apporto ottimale di vitamine, antiossidanti e sostanze nutritive, migliorando l’alimentazione. Verdure e frutti coltivati nel proprio orto mantengono intatte le proprietà benefiche, non essendo sottoposti a lunghe manipolazioni e trasporti. Ecco perché fanno così bene alla salute e al benessere complessivo.

Avere un orto può ridurre l’impatto ambientale e promuovere la sostenibilità

Realizzare un orto, anche di piccole dimensioni, permette di ottenere frutti e ortaggi a km zero, riducendo drasticamente l’inquinamento dovuto ai lunghi trasporti che subiscono i prodotti acquistati al supermercato. Coltivare nel proprio giardino consente di eliminare completamente le emissioni di CO2 legate al trasporto su gomma o via nave di frutta e verdura.

Inoltre, coltivare con metodi biologici e senza l’utilizzo di pesticidi chimici o sostanze di sintesi ha un impatto positivo sull’ambiente. Un orto favorisce la biodiversità, attirando insetti impollinatori come api, farfalle e uccelli, che a loro volta saranno utili contro i parassiti. Con piccoli accorgimenti naturali si possono ottenere ottime rese senza danneggiare l’ecosistema.

Risparmiare denaro coltivando frutta e verdura nel tuo orto

Coltivare un orto, anche in spazi ridotti come balconi e terrazzi, permette di ottenere frutta, verdura ed erbe aromatiche a costo praticamente nullo. Basta procurarsi i semitalee o piantine e avere un po’ di pazienza. In confronto all’acquisto di questi prodotti al supermercato o al mercato, si può ottenere un significativo risparmio economico.

I costi di realizzazione e gestione di un orto da coltivare sono minimi: acquisto di terriccioconcime naturaleattrezzipreparare il terreno e poco altro. Ma il raccolto abbondante di verdure e ortaggi ripagherà ampiamente della spesa iniziale. Inoltre, si possono coltivare varietà particolari di frutta e verdura non reperibili nei negozi.

Garantirti prodotti sani e genuini

Avere un proprio orto da coltivare garantisce prodotti sani, genuini e freschissimi, non trattati chimicamente o geneticamente modificati. Si può controllare l’intero processo di crescita delle piante, dalla semina al raccolto, essendo certi della provenienza e qualità di ciò che si porta in tavola.

I prodotti appena raccolti e consumati mantengono intatto il loro contenuto vitaminico e nutrizionale. Inoltre, la frutta e la verdura coltivate nel proprio orto hanno un sapore autentico e delizioso, maturando sulla pianta nel modo più naturale. Questo si traduce in cibi gustosi e salutari per tutta la famiglia.

Avere prodotti a km zero senza trasporto

Coltivare prodotti nel proprio orto significa eliminare completamente le lunghe distanze che devono percorrere per arrivare nei punti vendita, con enormi benefici ambientali. Niente più mezzi di trasporto, niente più consumo di carburanti fossili per importare frutta e verdura dall’estero. I prodotti crescono e maturano nel proprio giardino.

Inoltre, non essendo sottoposti a complesse e lunghe fasi di trasporto, immagazzinamento e manipolazione per la vendita, i prodotti dell’orto mantengono intatte fragranza, consistenza e proprietà nutritive. Tutto il sapore e la genuinità vengono preservati e si ha la certezza di consumare cibi freschissimi e appena raccolti.

Scoprire il piacere del fai da te e dell’attività all’aria aperta

Prendersi cura di un orto è un’attività gratificante che permette di scoprire la soddisfazione del fai da te. Dalla preparazione del terreno alla semina, dalle annaffiature alla raccolta, ogni fase rappresenta un piccolo successo personale nel vedere crescere e prosperare ciò che si è coltivato con le proprie mani.

Inoltre, trascorrere tempo all’aria aperta, a contatto con la natura, è un toccasana per il fisico e per lo spirito. Dedicarsi all’orto è un ottimo hobby anti-stress e rilassante, che tiene impegnati in maniera costruttiva e piacevole. È anche un’attività che può coinvolgere tutta la famiglia, dagli adulti ai bambini.

Non utilizzare pesticidi e coltivare bio

Avere un proprio orto permette di coltivare con metodi biologici, evitando completamente l’utilizzo di pesticidi, diserbanti chimici e concimi artificiali. Questo garantisce prodotti più sani e genuini per chi li consumerà. Inoltre, la coltivazione biologica ha un minore impatto ambientale poiché non impiega sostanze inquinanti per il suolo, le acque e gli animali.

Con alcuni semplici accorgimenti come rotazione delle colture, consociazioni, compost e infusioni naturali è possibile nutrire e proteggere le piante in modo naturale, ottenendo rese ottime. Il proprio orto diventa uno spazio libero da prodotti di sintesi, per il bene proprio, della famiglia e dell’ambiente.

Decidere cosa coltivare in base ai tuoi gusti personali

Quando si ha un orto da coltivare domestico si può scegliere liberamente cosa seminare e quali prodotti coltivare, in base ai propri gusti personali e alle esigenze di consumo. Non occorre adeguarsi necessariamente alla disponibilità di negozi e supermercati, ma si possono trovare e sperimentare nuove varietà di frutta, ortaggi e aromi che si desidera portare in tavola.

Dai classici pomodori ai peperoncini piccanti, dalle zucchine alle melanzane, dal prezzemolo al rosmarino, ciascuno può decidere di coltivare gli ortaggi, la frutta e le erbe aromatiche che preferisce per la propria cucina. La libertà di scegliere le specie da coltivare è uno dei grandi vantaggi di possedere un orto personale.

In sintesi, realizzare un piccolo orto da coltivare, oltre a garantire raccolti sani e genuini a costo zero, può davvero migliorare la qualità della vita sotto molti punti di vista. Rappresenta un’attività coinvolgente e appagante, oltre che un modo per adottare uno stile di vita più sano e rispettoso dell’ambiente.

Lettura correlata:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy