Frutti esotici: 18 opzioni da provare

116
frutta esotica

Perché non provare alcuni deliziosi frutti esotici provenienti da tutto il mondo? Dai frutti tropicali dei Caraibi alle esotiche bacche asiatiche, ci sono molte opzioni gustose e nutrienti ricche di benefici per la salute!

Quasi tutti amano la frutta. La frutta fresca tende ad essere dolce, succosa e deliziosa. Ma a volte ci stanchiamo delle stesse vecchie mele, banane e arance.

Se stai cercando un nuovo frutto da provare, perché non acquisire maggiori conoscenze sui frutti più esotici? Sebbene alcuni di questi frutti possano sembrare insoliti, non puoi classificarli finché non li provi.

Questo è particolarmente vero se stai pianificando di visitare un paese diverso o di andare in vacanza su un’isola tropicale perché è lì che si trovano le migliori versioni di questi frutti, poiché sono naturali, locali e freschi.

Quindi, se stai pianificando presto un viaggio fuori dall’Italia o sei solo curioso di conoscere altri frutti tropicali, ho elencato i migliori frutti esotici che ho mangiato, e alcuni li coltivo in giardino.







18 frutti esotici, tropicali e insoliti da provare

Di seguito, ho elencato 18 dei migliori frutti tropicali e altre scelte di frutta esotica, in modo da poterli riconoscere la prossima volta che li vedrai in mostra nel corridoio dei prodotti del tuo supermercato, negozio gastronomico locale o negozio di alimentari asiatico.

Ma se vivi nel Sud d’Italia potresti provare anche a coltivarli nel giardino di casa. Hai un preferito?

1. Frutto del drago

Il Dragon Fruit è il mio preferito tra tutti i frutti tropicali. Li ho avuti a Bali e in altre parti dell’Indonesia, e sono sempre succosi, con il giusto livello di dolcezza.

Le persone li usano comunemente in frullati. Questo uso è in parte dovuto al loro sapore gustoso e gradevole che si abbina bene a quasi tutti gli altri frutti: bacche, banane, e ananas.

Ma l’altro motivo per cui le persone li usano è il loro bellissimo colore rosa intenso! Rende i frullati molto più attraenti da mangiare.

Se vuoi goderti questo frutto da solo, ti consiglio di spremere un po’ di lime per esaltarne il sapore.




2. Guava

La guava è originaria del Centro e dell’alto Sud America, ed è uno dei frutti più gustosi che ho avuto il piacere di provare.

Il gusto è un mix tra una pera e una fragola, dal sapore leggermente dolce e acido. La consistenza è più morbida della pera ma non molliccia come una fragola.

Il frutto stesso viene solitamente consumato crudo e puoi persino mangiare i semi. Ma se non ti piacciono i semi, nessun problema: sono così piccoli che probabilmente non li noterai nemmeno.

La guava è anche una scelta popolare per succhi, marmellate e gelatine. Adoro bere il succo di guava al mattino per dare il via alla mia giornata tropicale.

Quindi, se vedi qualcuno di questi prodotti nel negozio, provalo sicuramente!




3. Durian

Il durian è un frutto del sud-est asiatico leggermente controverso che alcune persone amano e alcune persone odiano.

Sarò onesto: la prima volta che l’ho provato, non l’ho amato. Ma ho capito che era dovuto principalmente all’odore iniziale, leggermente stridente.

Una volta superato quell’odore (se non ti piace), il gusto è delizioso. È dolce, cremoso e ricco, un po’ come un incrocio tra una banana e un avocado.

Le persone usano spesso il durian in dessert come gelati e torte a causa della sua consistenza cremosa e dolcezza.

Mi è piaciuto di più questo frutto quando lo mangio congelato, come una pallina naturale di gelato alla frutta.

  • Se vivi nel centro sud d’Italia puoi provare a coltivarlo




4. Jackfruit

Il jackfruit è un frutto gigante originario dell’India ed è uno dei frutti più grandi del mondo. Puoi trovare alberi di jack in tutta l’India, Sri Lanka, Bangladesh, Indonesia e Malesia, solo per citare alcuni paesi.

Spesso non mangio il jackfruit crudo, ma lo cucino un po’ e lo uso per un piatto salato. È un sostituto della carne comune per vegetariani e vegani a causa della sua consistenza fibrosa che ricorda il maiale.

Ho persino mangiato jackfruit in tacos, burritos, piadine, panini e pizze! Quindi, se vedi il jackfruit in un menu da qualche parte, non esitare a provarlo.




5. Mangostano

Il mangostano è uno dei migliori frutti esotici perché è super dolce; ha quasi il sapore di caramelle!

Questo frutto tropicale è originario dell’Indonesia e delle isole tropicali circostanti nell’Oceano Indiano, ed è spesso usato in succhi, marmellate e altri dessert a causa della sua dolcezza.

Il frutto del mangostano è in realtà all’interno di un guscio duro, viola scuro. Una volta aperto, vedrai il frutto carnoso bianco all’interno. Questo frutto ricco di antiossidanti.

6. Frutto della passione

Il frutto della passione è un piccolo frutto rotondo originario del Sud America, in particolare dal Brasile meridionale all’Argentina settentrionale. Lo uso spesso in succhi, marmellate, frullati e dessert per via del suo sapore aspro e leggermente dolce.

L’esterno del frutto della passione è solitamente viola scuro o giallo e l’interno è pieno di minuscoli semi neri.




Uno dei miei modi preferiti per mangiare il frutto della passione è tagliarlo a metà e scavare l’interno con un cucchiaio.

Ma puoi anche aggiungere il frutto della passione a frullati, succhi o yogurt per un trattamento delizioso ed esotico. La prossima volta che fa caldo, prova a preparare i ghiaccioli al frutto della passione fatti in casa!

7. Frutto della stella

Carambola è il soprannome di un frutto originariamente chiamato carambola, che proviene dall’albero di Averrhoa carambola.

Come avrai intuito, ha preso il soprannome perché assomiglia a una stella quando viene tagliato, date le cinque o sei creste che di solito ha. Il carambola è sia agrodolce, il che lo rende una scelta eccezionale per scopi più salati, come condimenti e guarnizioni.

Puoi trovare frutti di stella freschi in varie regioni, tra cui il sud-est asiatico, l’Asia orientale e il Sud America.

Questa opzione è un frutto molto salutare, ma la sua leggera tossicità significa che non è la scelta migliore per le persone con problemi ai reni.




8. Acai

La bacca di Acai è un piccolo frutto arrotondato e nero che proviene dalla palma di Acai. Questo albero è originario dell’America centrale e meridionale, in particolare in paesi come Brasile e Venezuela.

La bacca di acai è diventata piuttosto alla moda di recente a causa dei suoi presunti benefici per la salute. Queste bacche sono molto ricche di antiossidanti, che possono aiutare a proteggere le cellule dai danni.

Sono anche ricchi di fibre, che sono eccellenti per la salute dell’apparato digerente e contengono grassi salutari per il cuore.




9. Cachi

Il cachi è un frutto originario della Cina ma ampiamente coltivato anche in Giappone e Corea.

Il cachi è tecnicamente classificato come una bacca. I cachi sono disponibili in due diversi tipi: astringenti e non astringenti. La varietà astringente è molto più comune, ma la varietà non astringente è più dolce e deliziosa, secondo me.

La varietà astringente di cachi è molto soda e ha un sapore piuttosto amaro se lo mangi prima che sia maturo.

Il tipo non astringente è molto più morbido e dolce, il che lo rende la scelta migliore.




10. Mano di Buddha

Come la carambola, la mano di Buddha ha un soprannome basato su come appare, con sezioni simili a dita divise in tutto il frutto.

Questo frutto è un agrume domestico che le persone hanno fatto risalire a varie parti dell’Asia meridionale e orientale. Ha proprietà antiossidanti e di riduzione dell’infiammazione e un sapore agrumato molto croccante simile al limone.

Inoltre, come un limone, puoi grattugiare o sbucciare la parte del limone e usarla come aggiunta piccante a vari piatti.

Le dita della mano del Buddha possono anche essere candite e utilizzate come decorazione su torte o altri dolci.




11. Cherimoya

La Cherimoya è un frutto originario del Sud America, in particolare in paesi come:

  • Ecuador
  • Perù
  • Bolivia

Questo frutto è spesso chiamato “mela crema” per la sua consistenza cremosa e dolcezza. Viene spesso paragonato all’ananas in termini di sapore.

Cherimoya è un’ottima fonte di vitamine C e B, fibre e rame. Puoi trovare questo frutto in molti mercati latinoamericani e mi piace mangiarlo da solo o includerlo in una macedonia con uva, arance e mele.




12. Kiwano

Il melone cornuto, chiamato anche kiwano, è un frutto originario dell’Africa meridionale e centrale, ma viene coltivato anche in Nuova Zelanda.

Questo frutto è tecnicamente classificato come una bacca ed è imparentato con i cetrioli e la zucca in termini di forma cilindrica e sapore delicato ma leggermente dolce.

Mi piace mantenerlo semplice con il melone cornuto semplicemente affettandolo a metà, quindi usando un cucchiaio per scavare le succose interiora. Potrebbe esserci un po’ di sapore aspro, il che va bene.




13. kumquat

Il kumquat è un agrume con polpa dolce e acida, simile a un’arancia nell’aspetto e nel gusto.

Se hai mai visto un frutto dall’aspetto arancione stranamente allungato, probabilmente hai visto un kumquat! I kumquat sono originari dell’Asia orientale ma ora vengono coltivati ​​in molte parti diverse del mondo.

Il frutto è ricco di antiossidanti e vitamine, il che lo rende un’ottima aggiunta a qualsiasi dieta.

Puoi mangiare i kumquat interi, oppure puoi affettarli e aggiungerli a frullati o altri piatti.




14. Longan

I Longans sembrano e si sentono simili a un litchi, di cui parlerò tra un po’, ma sono diversi.

Longan è un membro della famiglia delle bacche di sapone, mentre il litchi è un membro della famiglia delle rose.

Questo frutto è originario dell’Asia meridionale e sudorientale, ma ora viene coltivato nelle aree tropicali di tutto il mondo.

I longan hanno un guscio sottile, rosso-brunastro con carne bianca all’interno. Questo frutto è leggermente dolce e ha una consistenza gommosa, simile a un’uva.

Puoi usare i longan nei succhi di frutta e nella macedonia, ma li adoro soprattutto nel tè caldo di longan.




15. Nespolo

Il nespolo è un altro frutto esotico che si sposa perfettamente con il tè caldo.

Questo frutto è originario della Cina sud-orientale, ma ora viene coltivato in molte parti del mondo, tra cui Giappone, India, Pakistan e persino California. Ricordo con chiarezza che mio nonno lo coltivò in giardino nel centro Italia, o meglio, a Roma.

Il nespolo è un piccolo frutto rotondo dal sapore aspro. È simile a una prugna in apparenza, ma ha un sapore più simile a una mela crostata, con toni di albicocca e ciliegia: suona gustoso, giusto? Questo frutto è anche super salutare e ricco di:

  • Vitamina A
  • Vitamina C
  • Fibra
  • Potassio

La nespola all’inizio potrebbe sembrare difficile da mangiare, ma hai due opzioni: puoi sbucciare la pelle e mangiare intorno ai semi interni o tagliarla a metà ed estrarre i semi interni.




16. Litchi

I litchi sono originari della Cina meridionale, ma ora vengono coltivati ​​in molte aree tropicali, tra cui India, Thailandia, Vietnam e Florida.

I litchi sono uno dei miei frutti preferiti perché, come i mangostani, mi fanno sentire come se stessi mangiando caramelle. Ma a differenza delle caramelle, i litchi sono molto salutari per te, con molti minerali benefici, vitamine e antiossidanti.

A causa della loro dolcezza, adoro includere il litchi come ingrediente per dessert, come la crema pasticcera al litchi o la torta al litchi.

Puoi anche caramellare i litchi, trasformarli in un budino o persino fare lo sciroppo di litchi!




17. Pomelo

I pomeli sono grandi agrumi che ricordano i pompelmi e hanno un sapore molto aspro, dolce e amaro, anche come i pompelmi.

I pomeli sono originari del sud-est asiatico e sono disponibili in un’ampia varietà, sono un’ottima fonte di vitamine C e K e sono versatili. Li uso per fare ghiaccio tritato, insalate di gamberi e persino cocktail.

Per gustare questo frutto, dovrai rimuovere la buccia spessa e spezzare ogni spicchio.

18. Rambutan

Il Rambutan è originario della Malesia, dell’Indonesia e della Thailandia, ma ora viene coltivato in molte aree tropicali.

Le persone spesso li paragonano ai litchi, ma i rambutan sono un po’ più cremosi e i litchi sono un po’ più croccanti.

Mi piacciono i rambutan in elementi liquidi come frullati di frutta, cocktail e persino curry, forse a causa della loro consistenza leggermente più cremosa quando vengono miscelati.




Frutti esotici elencati in questo post

  • Frutto del drago
  • Guaiava
  • Durian
  • Jackfruit
  • Mangostano
  • Frutto della passione
  • Frutto della stella
  • Acai
  • Cachi
  • Mano di Buddha
  • Cherimoia
  • Melone cornuto (Kiwano)
  • kumquat
  • Longan
  • nespolo
  • Litchi
  • Pomelo
  • Rambutan

Frutti esotici: Conclusioni

Quindi, quale di questi frutti esotici proverai per primo? Sebbene la maggior parte di loro sia originaria del sud-est asiatico o dell’America centrale e meridionale, puoi trovarli nelle aree tropicali di tutto il mondo.

Secondo me, sono i migliori, i più freschi e i più gustosi quando si trovano nella loro regione d’origine. Ma se non hai intenzione di viaggiare a breve, potresti anche andare al tuo negozio di alimentari locale o al mercato degli agricoltori e vedere cosa puoi trovare.

Ad ogni modo, ora sei più informato su questi frutti esotici, quindi almeno saprai cosa sono se mai li vedi in giro!

Articoli correlati:



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close