Cosa piantare vicino alle zucchine

42.5K
compagnia

Le piante da compagnia delle zucchine includono l'erba cipollina, che respinge gli afidi e i coleotteri dei cetrioli, e la calendula francese, che attira impollinatori utili e funge da coltura trappola per lumache.

Le zucchine (Cucurbita pepo var. cylindrica) sono una coltivazione popolare nell’orto di casa. E non c’è da meravigliarsi perché: basta seminare solo una o due piante e si ottengono abbondanti quantità di frutti verdi e allungati.

Delicate nel gusto ma leggermente dolci, le zucchine si sposano bene con tante ricette a base di verdure. Non lasciare che il tuo surplus di zucchine vada sprecato: programma in anticipo e conserva quanto ne hai in eccesso.

Coltivare le piante di zucchine non è difficile, a patto che tu fornisca loro tutto ciò di cui hanno bisogno per prosperare e rispettare la distanza minima tra una pianta e l’altra.

Un modo per garantire che il tuo raccolto sia davvero eccezionale è quello di unire le tue piante di zucchine con i loro compagni di policoltura.

La consociazione e la bordatura dell’appezzamento con piante amiche delle zucchine portano con sé una migliore impollinazione, fertilità del suolo e controllo dei parassiti, il tutto aumentando le rese, migliorando il sapore e risparmiando spazio prezioso nel giardino.

Ecco 10 piante che si adattano bene alle zucchine (e due che non lo fanno).

1 Mais

Le zucchine, così come le altre cucurbitacee, presentano foglie ampie e larghe, che raggiungono un diametro di circa 30 centimetri. Alcune varietà di zucchine hanno un portamento rampicante, mentre altre hanno un’abitudine più cespugliosa, ma entrambe richiedono molto spazio per crescere adeguatamente.

La grande estensione delle piante di zucchine svolge la funzione di pacciame naturale. Grazie all’ombreggiamento del terreno e alla copertura della luce solare, il fogliame delle zucchine impedisce l’invasione delle erbacce e contribuisce a trattenere l’umidità nel terreno.

Il mais rappresenta un altro compagno ideale. La zucca e il mais si adattano bene l’uno vicino all’altro poiché presentano esigenze simili nell’orto. Entrambi richiedono molta luce solare, annaffiature regolari e una nutrizione adeguata.

2. Fagioli

I fagiolini necessitano di un supporto verticale per arrampicarsi, e le piante di mais, con i loro steli alti e robusti, offrono il perfetto sostegno per far avvolgere i fagiolini in modo spiraliforme.

Allo stesso tempo, i fagioli contribuiscono alla fertilizzazione del terreno sia per sé stessi che per le piante circostanti. Ciò è particolarmente vantaggioso quando si coltivano colture pesanti come zucca e mais.

In qualità di fissatori di azoto, i fagioli ospitano un particolare tipo di batteri del suolo noto come Rhizobium. Questi batteri estraggono l’azoto dall’atmosfera e lo rendono disponibile per il processo di assorbimento delle radici delle piante nel terreno.

D’altra parte, la zucca fornisce una certa protezione contro i parassiti. Le sue foglie e steli enormi sono ricoperti di peli e spine aculeate che dissuadono le creature e i roditori dal cercare di approfittare del mais e dei fagioli.

3. Piselli

Proprio come i fagioli, anche i piselli svolgono la funzione di fissatori di azoto, contribuendo così all’arricchimento della fertilità del terreno durante la loro crescita.

I piselli sono una coltura fresca che può essere seminata all’aperto non appena la temperatura del suolo raggiunge i 10°C. La maggior parte delle varietà richiede circa 60 giorni per crescere e maturare al meglio in una temperatura compresa tra i 13°C e i 18°C.

Tra le varietà di piselli, vi sono quelli da sgusciare (con baccello duro e non commestibile), i piselli a scatto (con baccello commestibile, simili ai fagiolini) e le taccole (con baccello piatto e commestibile).

Pianta i tuoi piselli in anticipo per arricchire il terreno in primavera e all’inizio della stagione, mentre le piante di zucchine sono ancora giovani e piccole. L’ideale è raccogliere i piselli poco prima che le zucchine abbiano bisogno di più spazio per espandersi.

4. Zucca blu Hubbard

La zucca Blue Hubbard è un’antica varietà invernale caratterizzata da una buccia irregolare di colore verde-bluastro e una polpa interna dolce.

Oltre ad essere un’aggiunta gustosa all’orto, funge da “trappola” per gli insetti dannosi per la zucca, come i coleotteri dei cetrioli e i piralidi della vite, che rappresentano tre dei parassiti più distruttivi per tutte le piante della famiglia delle cucurbitacee.

La zucca Blue Hubbard è il cibo preferito di questi parassiti e quindi rappresenta una coltura trappola efficace per tenerli lontani dalle tue preziose zucchine.

Per svolgere la sua funzione di coltura trappola, le piante di zucca Blue Hubbard devono essere più grandi delle piante di zucchine. Pertanto, pianta la Blue Hubbard due settimane prima di seminare o trapiantare le tue piantine di zucchine.

Tienile ad una distanza compresa tra 90 e 240 cm per impedire ai parassiti di attraversare. La zucca Blue Hubbard può essere piantata agli angoli dell’orto o coltivata in contenitori e posizionata strategicamente intorno al giardino.

Quando noti insetti della zucca e simili che infestano la zucca Blue Hubbard, è importante rimuovere immediatamente tutte le foglie interessate. Taglia le foglie, gli insetti e tutto ciò che è infestato e mettili in un sacchetto di plastica sigillato prima di eliminarli.

Nonostante sia così appetibile per questi parassiti, la zucca Blue Hubbard è straordinariamente resistente. Anche se viene utilizzata come raccolto trappola sacrificale, è probabile che tu possa comunque raccogliere alcune zucche blu per il tuo consumo.

5. Borragine

Le piante di zucchine che producono numerosi fiori gialli ma non sviluppano mai frutti spesso indicano una mancanza disperata di impollinatori nel giardino.

Sebbene tu possa certamente impollinare manualmente le zucchine, è molto più facile lasciare che la natura svolga il suo corso.

La borragine è una delle piante che attireranno api e altri impollinatori nel tuo orto.

Questa erba commestibile ha foglie aromatiche e profumate al sapore di cetriolo e fiorisce tra giugno e agosto con fiori a forma di stella di un vivido blu.

Le api sono particolarmente attratte dal colore e dalla forma dei fiori di borragine.

Piantando alcune di queste piante annuali vicino al tuo raccolto di zucchine, avrai una risemina generosa anno dopo anno.

6. Nasturzio

I nasturzi sono un’altra pianta amica degli impollinatori che presenta graziosi fiori a forma di imbuto nei toni del rosso, arancione e giallo.

Fioriscono per tutta la stagione, dalla primavera all’autunno, e i nasturzi sono una pianta rampicante attraente che attira farfalle e api nel giardino.

I nasturzi sono anche utili come trappola per afidi e mosche bianche.

Essendo una delle fonti di cibo preferite da questi parassiti agricoli, piantare nasturzi lungo il perimetro del tuo orto li allontanerà dalle piante di zucchine e dalle altre colture alimentari.

Gli afidi sono facili da individuare quando si radunano sulle foglie dei nasturzi. Taglia e rimuovi il fogliame infestato per evitare che si diffonda alle tue colture più preziose.

7. Calendula

La calendula francese è una presenza indispensabile nei giardini organici di policoltura.

Svolgendo vari ruoli e assumendo diverse funzioni, l’interposizione della calendula francese tra le zucchine e altre colture aiuta a rafforzare l’ecosistema intrinseco del giardino.

La calendula francese non solo attirerà api e farfalle nel tuo orto, ma attirerà anche insetti predatori. Coccinelle, mantidi religiose e vespe sono solo alcuni degli “insetti benefici” che offrono un controllo naturale dei parassiti come afidi e altri insetti fastidiosi.

Queste bellissime e luminose fioriture sono anche una coltura trappola efficace per lumache e chiocciole, salvando le tue piantine dalla distruzione totale.

Le radici della calendula francese emettono persino una sostanza chimica che respinge alcuni nematodi dannosi.

Ultimo, ma non meno importante, le calendule francesi aggiungono un tocco di colore all’orto. Fioriscono da giugno fino al primo gelo, i fiori possono essere di colore solido o bicolore, nei toni del giallo, arancione e rosso.

8. Aneto

L’aneto è un’erba aromatica e affascinante che raggiunge un’altezza di 90-150 cm entro la fine della stagione.

I suoi steli rigidi e cavi sono adornati da foglie di pizzo, delicate e filiformi. Raccogli le foglie proprio quando i fiori gialli a forma di cima piatta iniziano ad aprirsi per ottenere il miglior sapore. Lascia che le fioriture si completino per raccogliere i deliziosi semi di aneto.

La fragranza dell’aneto attira una moltitudine di benefici nel giardino, tra cui coccinelle, api, farfalle, merletti, sirfidi, mantidi religiose e vespe.

L’aneto aiuterà anche a tenere lontani acari e afidi dalle zucchine e da altre varietà di zucca.

9. Erba gatta

L’erba gatta è un’erba commestibile dal sapore di menta, da tempo utilizzata nelle tisane per alleviare il mal di gola, favorire il sonno e ridurre l’ansia.

Ha un portamento denso e diffuso, con steli quadrangolari ornati da foglie grigio-verdi dentellate grossolanamente e ricoperte di peluria.

Fiorisce ininterrottamente da maggio a settembre, producendo piccoli fiori bianchi e viola che attraggono api e altri impollinatori.

Piantare l’erba gatta lungo il bordo esterno dei letti aiuterà a tenere lontani afidi, formiche e insetti delle zucchine. Può persino scoraggiare topi, ratti, talpe e altri roditori.

E sebbene sia vero che i gatti impazziscano per l’erba gatta, piantarla in giardino può impedire ai nostri amici felini di scavare. Agendo come una sorta di trappola per i gatti, di solito si fermano davanti a una fila di piante di erba gatta: saranno semplicemente troppo affascinati dall’inebriante profumo dell’erba gatta per fare altro.

10. Erba cipollina

Come compagna ideale per la maggior parte delle verdure e delle erbe, l’erba cipollina si abbina perfettamente anche alle zucchine.

Le foglie di erba cipollina sono profumate, con un aroma e un gusto di cipolla. Sebbene sia deliziosa per noi, l’odore dei germogli di erba cipollina respinge i nemici delle zucchine, come afidi e coleotteri dei cetrioli.

Lasciando che alcune piante di erba cipollina fioriscano, attirerai un maggior numero di impollinatori nel tuo giardino.

Piante da evitare di piantare vicino alle zucchine

Le patate e le zucchine non sono compatibili tra loro e con altre varietà di zucca.

Poiché entrambe sono piante avidi consumatori di nutrienti, coltivare zucchine accanto alle patate porterà a una competizione per i nutrienti.

In una stagione di crescita particolarmente umida, calda e umida, aumenta il rischio di peronospora, un tipo di fungo che colpisce sia le piante di zucchine che le patate. Coltivare questi raccolti uno accanto all’altro favorirà solo la diffusione della peronospora e altre malattie.

Queste due piante non si adattano bene insieme poiché ognuna richiede molto spazio per crescere. Le zucche tendono ad essere più aggressive, soffocando le zucchine e altre zucche estive con i loro viticci rampicanti.

Oltre alla competizione per spazio, acqua e nutrienti, coltivare queste varietà di zucche vicine l’una all’altra può alterare l’aspetto e il sapore del frutto. Le zucche che si impollinano a vicenda possono portare a risultati interessanti, ma mantienile separate se hai intenzione di salvare semi che siano veri alla varietà originale.

Approfondimento:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy