fbpx

Cosa fare quando le piantine filano: Perché si piegano e come comportarsi

90

Il filamento del fusto è un problema che si manifesta frequentemente nelle piantine quando vengono coltivate in semenzaio. La causa principale è la carenza di luce, sia che si tratti di illuminazione naturale proveniente da sorgenti come il sole o di luce artificiale fornita da lampade specifiche. La scarsa luminosità induce la piantina ad allungarsi nel tentativo di intercettare quanti più raggi possibili. Questo porta ad uno sviluppo squilibrato, con un fusto alto e fragile incline a piegarsi e subire danni. Il problema si presenta sia nelle prime fasi di germinazione che durante la crescita.

Quando si effettua un semenzaio è fondamentale che le giovani piantine abbiano un corretto sviluppo, con un fusto robusto e compatto. Purtroppo però può capitare che le piantine inizino a filare, ovvero a crescere in altezza senza consistenza, piegandosi e curvandosi. Questo problema è causato principalmente dalla scarsità di luce durante la germinazione e le prime fasi di crescita.

In questi casi è necessario intervenire tempestivamente per fornire il giusto apporto luminoso ed evitare che le piantine si indeboliscano eccessivamente, andando incontro a marciumi e addirittura alla morte. Fortunatamente esistono semplici accorgimenti, come l’uso di lampade specifiche e concimi rinforzanti, che permettono di far crescere le piantine in modo sano e rigoglioso.

La causa principale: la mancanza di luce

Quando le piantine iniziano a filare, curvandosi e allungandosi eccessivamente durante la fase di germinazione e sviluppo, la causa principale è da ricercare nella mancanza di un adeguato apporto di luce. Infatti, per una crescita sana e compatta, le giovani piante necessitano di molte ore di illuminazione naturale o artificiale. In assenza di sufficiente luce, la piantina tende ad allungarsi eccessivamente nel tentativo di raggiungere una fonte luminosa.

Questo comportamento, detto fototropismo, provoca uno sviluppo squilibrato, con un fusto molto alto ma sottile e debole. La scarsa robustezza del fusto espone poi la piantina a diversi rischi, come l’inclinazione permanente e l’insorgenza di marciumi al colletto. Per evitare il filamento è dunque indispensabile garantire la giusta quantità di luce fin dalle prime fasi di sviluppo.

Piantine che cercano luce con fusto debole

La mancanza di illuminazione spinge la piantina a cercare attivamente la luce, curvandosi e allungandosi in una direzione. Si instaura così un circolo vizioso: più la piantina si allunga per raggiungere la luce, più il suo fusto diventa alto e sottile, perdendo robustezza e sostegno. Un fusto così debole non è in grado di sostenere il peso della chioma che continua a svilupparsi.

Di conseguenza la piantina tende a piegarsi in modo permanente da un lato, assumendo una forma obliqua e inclinata. La ricerca spasmodica della luce porta quindi a uno sviluppo completamente sbilanciato, con un apparato radicale limitato e un fusto esile, lungo ma fragile. La mancanza di sostegno rende la piantina estremamente instabile e soggetta a rotture e lesioni, oltre che inclinazioni irreversibili.

Rischio di marciume e morte delle piantine

La scarsa robustezza del fusto e l’eccessivo allungamento esponendo la giovane piantina a gravi rischi per la sua sopravvivenza. Il fusto sottile e fragile tende infatti a lesionarsi e spezzarsi con facilità, soprattutto in corrispondenza del punto di piegatura. Queste lesioni rappresentano altrettante porte d’ingresso per funghi e batteri responsabili di marciumi del colletto e del fusto, che possono estendersi fino a compromettere irrimediabilmente la piantina. Inoltre, in caso di rottura o piegatura permanente del fusto, il flusso della linfa elaborata viene interrotto, con conseguente appassimento e necrosi dei tessuti. Nei casi più gravi, il marciume e l’interruzione del flusso linfatico possono portare alla morte della giovane piantina, vanificando gli sforzi nel semenzaio. È quindi fondamentale intervenire prontamente alla comparsa dei primi sintomi di filamento per evitare queste problematiche.

Rinforzare con concimi a base di potassio

Quando si manifestano i primi sintomi di filamento e allungamento eccessivo del fusto, è possibile intervenire tempestivamente con prodotti che aiutano a rinforzare e irrobustire la piantina. In particolare, sono molto indicati i concimi a base di potassio, un elemento nutritivo fondamentale per la crescita della pianta. Il potassio contribuisce a consolidare i tessuti, rendendo fusti, rami e foglie più consistenti e resistenti.

Somministrato alla comparsa dei sintomi di filamento, il concime potassico permette di rendere più robusto e legnoso il fusto, riducendo la tendenza ad allungarsi a dismisura. Inoltre, potenzia l’apparato radicale dando maggiore stabilità alla piantina. L’integrazione mirata di potassio si rivela dunque una soluzione efficace per contrastare il filamento e mettere le piantine nelle condizioni ideali di crescere sane e forti.

Tappetini riscaldanti e lampade speciali

Oltre ai concimi, esistono anche soluzioni tecnologiche efficaci per garantire le condizioni ideali di luce e temperatura necessarie ad una crescita sana e compatta delle piantine. In particolare, per riscaldare il terreno di semina si possono utilizzare appositi tappetini riscaldanti elettrici, che consentono di mantenere la temperatura sempre nel range ottimale. Per quanto riguarda l’illuminazione, invece, in commercio si trovano delle speciali lampade per piantine che emettono la luce nelle lunghezze d’onda necessarie alla fotosintesi.

Orientando queste lampade sulla superficie del semenzaio si può garantire un adeguato apporto di luce artificiale, evitando che le piantine si allunghino per cercare la luce naturale. Abbinando queste soluzioni tecniche si può ricreare l’ambiente perfetto per una germinazione e un accrescimento ideali, prevenendo alla base problemi come il filamento del fusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy