Cosa fare con le foglie di limone: Tutti gli usi in cucina e i consigli per sfruttarne le proprietà

51
FOGLIE DI LIMONE, RICETTE E PROPRIETÀ

Le foglie di limone, spesso ignorate, sono un tesoro di proprietà benefiche. Queste piccole gemme verdi sono ricche di oli essenziali, tra cui il limonene e il bisabolene, noti per le loro proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Inoltre, le foglie di limone agiscono come un tranquillante naturale, aiutando a ridurre lo stress e l'ansia. Utilizzate in cucina, aggiungono un sapore unico e rinfrescante ai piatti, mentre in erboristeria vengono spesso impiegate per i loro benefici digestivi.

Le foglie di limone, riconoscibili per la forma ellittica e il colore verde scuro intenso, possono essere utilizzate in molti modi in cucina nonostante la loro consistenza dura e l’assenza di sapore.

Queste parti della pianta, infatti, sono ricche dello stesso olio essenziale benefico presente nei frutti, con elevate quantità di vitamina C, e altri composti. Dunque, anche se non commestibili direttamente, le foglie di limone possiedono eccezionali proprietà curative che si possono sfruttare in diverse preparazioni.

Ovviamente è fondamentale utilizzare solo foglie fresche e provenienti da coltivazioni biologiche, prive di antiparassitari chimici. Vediamo nel dettaglio i molteplici utilizzi che si possono fare in cucina di questa preziosa parte della pianta di limone.

Come utilizzare le foglie di limone

Le foglie di limone hanno molteplici utilizzi, sia in cucina che in casa. Possono insaporire e aromatizzare pietanze, infusi e limoncello, grazie alle proprietà benefiche. Non sono però commestibili direttamente data la consistenza coriacea e l’assenza di sapore.

In cucina sono ottime per decorare e profumare piatti a crudo. Si possono usare per preparare tisane e infusi energizzanti. In alternativa alla buccia, danno sapore e proprietà al limoncello. In giardino, foglie secche sono efficaci come pacciamatura er proteggere le colture. Inoltre nel compost aiutano la decomposizione e riducono i cattivi odori.

Dunque, pur non essendo mangiabili, sono un prezioso alleato in cucina e in casa grazie alle sostanze benefiche che contengono. Vanno però utilizzate solo foglie fresche e biologiche.

Come utilizzare le foglie di limone in cucina

Sono un ingrediente dalle mille potenzialità per insaporire e aromatizzare portate sia salate che dolci. Si possono utilizzare per avvolgere carni, pesci o formaggi prima della cottura, così da conferire loro un aroma agrumato: ad esempio avvolgendo bistecche, polpette o mozzarelle nelle foglie di limone prima di cuocerle in padella o al forno. Anche per la cottura al cartoccio di pesci come orate, branzini o gamberi, le foglie di limone creano un letto aromatico che ne esalterà il sapore.

Ottimo è l’utilizzo per insaporire zuppe, minestre e brodi, aggiungendole come si fa con l’alloro e rimuovendole prima di servire. Si possono tritare finemente per conferire aroma a infusi caldi o freddi come tè o tisane. Oppure utilizzarle per produrre limoncello o altri liquori, facendole macerare nell’alcool insieme alla scorza.

Una gustosa ricetta tradizionale sono i paparajotes spagnoli: le foglie vengono impastellate in una pastella di farina, uova e latte, poi fritte e cosparse di zucchero e cannella. Prima dell’utilizzo è bene ammorbidire le foglie in acqua e bicarbonato, poi sciacquarle e farle bollire per alcuni minuti. In questo modo si Eliminano eventuali residui e si preliberano le sostanze aromatiche.

Le foglie di limone così versatili e profumate possono davvero sostituire il comune alloro in moltissime preparazioni, conferendo un aroma fresco e agrumato nel modo più naturale.

Le ricette più conosciute con le foglie di limone

Tra le ricette più note che prevedono l’utilizzo delle foglie di limone vi sono sicuramente le bevande aromatizzate. In infusione o tritate, queste foglie danno profumo e sapore a tisane, tè e digestivi come il limoncello.

Un altro uso diffuso è nelle zuppe e minestre, per insaporire il brodo in modo naturale al posto dell’alloro. Inoltre si possono usare per avvolgere formaggi come mozzarella e scamorza prima della cottura, così che acquistino gradevoli note agrumate.

Tipici sono poi i paparajotes spagnoli, consistente in foglie impastellate e fritte, spolverate di zucchero e cannella. Oppure, in Sardegna, le foglie sostituiscono l’ostia nel tradizionale croccante di mandorle.

In sintesi, grazie alle eccezionali proprietà aromatiche, le foglie di limone trovano applicazione in molte ricette sia salate che dolci, per dare profumo e gusto in modo del tutto naturale a pietanze di ogni tipo, da portate principali a dessert.

Come conservare le foglie di limone

Per poter utilizzarle anche quando la pianta non è disponibile, esistono alcuni metodi di conservazione efficaci. Il periodo migliore per la raccolta va da luglio a ottobre. Si possono poi essiccare all’aria o in forno a bassa temperatura, e riporre in barattoli di vetro o sacchetti per alimenti.

In alternativa, è possibile lavarle, asciugarle e congelarle in sacchetti per il freezer. In questo modo si manterranno intatte aroma e proprietà. Prima dell’uso, le foglie essiccate andranno reidratate in acqua calda per almeno 10 minuti. Quelle congelate saranno pronte all’uso dopo lo scongelamento.

Conservate adeguatamente, le foglie di limone potranno essere utilizzate tutto l’anno per insaporire i piatti in modo naturale.

Letture correlate:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy