fbpx

Come sbucciare il fico d’india e pulirlo senza farsi male

12.4K
come pulire e sbucciare

Il fico d'india è un frutto dalla forma ovale e dimensioni variabili, con una buccia verde e spinosa che racchiude una polpa succosa e dolce, di colore rosso brillante o violaceo. La polpa è costituita da tante piccole parti carnose piene di semi commestibili, dalla consistenza gelatinosa e rinfrescante.

Il fico d’india è un frutto esotico che sta diventando sempre più popolare, venendo coltivato coltivato in vaso su terrazzi e balconi. La sua polpa dolce e succosa si presta a molte ricette, ma prima di poterla utilizzare è necessario rimuovere la buccia spinosa che protegge il frutto.

In questo articolo spiegheremo nel dettaglio come sbucciare correttamente il fico d’india, illustrando quando è il momento migliore per farlo, gli attrezzi necessari, le tecniche per eliminare le spine e la buccia e alcune gustose ricette per utilizzare la polpa. Sbucciare e pulire il fico d’india richiede un po’ di attenzione per evitare di pungersi con le spine.

Seguendo i nostri consigli, però, potrete ottenere facilmente la polpa succosa, sana e nutriente di questo frutto particolare. Inoltre vi daremo qualche dritta per conservare al meglio la polpa una volta rimossa la buccia spinosa.

Come sbucciare e pulire il fico d’india

Step numero 1

La tecnica migliore prevede di munirsi di robusti guanti da lavoro e staccare con cura i frutti dalla pianta. Una volta raccolti, i fichi d’india vanno immersi in una bacinella con acqua tiepida e lasciati in ammollo per circa 50 minuti. In questo modo le spine si ammorbidiscono e possono essere rimosse facilmente con le mani. Per una pulizia ottimale, si può utilizzare uno spazzolino delicato strofinando con cura la superficie.

Step numero 2

Indossare guanti in lattice, si tagliano le estremità del frutto e lo si infilza lateralmente con una forchetta, senza arrivare alla polpa. A questo punto, con un coltello ben affilato si incide la buccia per tutta la lunghezza e la si stacca facendo rotolare il fico d’india. La buccia rimarrà intatta. Per una pulizia perfetta, si può passare delicatamente uno spazzolino sulla superficie. Ora il fico d’india è pronto per essere consumato a fette, oppure utilizzato per creare sfiziose ricette dal sapore agrodolce. 

Come mangiare i fichi d’india puliti e sbucciati

Una volta puliti e privati della buccia, i fichi d’india possono essere gustati in molti modi. Ottimi tagliati a fette o cubetti, si prestano a creare sfiziosi spiedini, mentre i più golosi possono addentarli direttamente. È possibile mangiarli conservando i semi o prendendosi il tempo di eliminarli uno a uno. I fichi d’india sono un frutto versatile, ideale per una colazione energizzante, uno spuntino rinfrescante, o per concludere un pasto.

Essendo già sbucciati, si possono trasportare facilmente in contenitori ed averli a portata di mano in ufficio, in palestra, al parco. Attenzione però a non esagerare con le porzioni: il fico d’india ha ottime proprietà ma consumato in eccesso può causare problemi intestinali.

Come conservare il fico d’india sbucciato

Una volta sbucciato, il fico d’india deve essere consumato nel giro di pochi giorni, perché tende ad ossidarsi e perdere le sue proprietà. Per qualche giorno potete conservarlo così:

  • in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico o avvolto nella pellicola per alimenti. La bassa temperatura ne rallenta il deterioramento.
  • congelato, sia intero che tagliato a pezzi o frullato, per diverse settimane. Prima di congelarlo trasferitelo in contenitori o sacchetti per il freezer.
  • coperto da succo di limone o lime, che grazie all’acidità ne preserva il colore e il sapore.
  • immerso in sciroppo, preparando uno sciroppo con acqua e zucchero e mettendovi a macerare i pezzi di polpa.
  • trasformato in confettura, che si conserva a lungo grazie all’alta concentrazione di zucchero. Bollite la polpa con succo di limone e zucchero.
  • trasformato in sorbetto, versando il frullato in coppette monodose e congelando.

In generale è meglio non conservare il fico d’india sbucciato per più di 2-3 giorni in frigo o 1 settimana in freezer. Deve essere consumato fresco per apprezzarne appieno la consistenza e il sapore.

Approfondimento:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy