fbpx

Come salvare il limone in vaso? Consiglio del contadino facili da eseguire

81

Nel processo di cura delle piante di limone in vaso, l'olio di neem svolge un ruolo cruciale. Utilizzando l'olio di neem durante l'annaffiatura, si tiene lontani gli insetti dannosi per le radici, proteggendo la pianta da danni e infestazioni. Questo approccio naturale e efficace favorisce la salute e il benessere complessivo della pianta, offrendo una soluzione preziosa per mantenerla in condizioni ottimali.

Molti coltivatori di limoni in vaso si trovano ad affrontare una situazione diffusa: la pianta, dopo un periodo rigoglioso in cui produceva abbondanti fiori e frutti, inizia lentamente a deperire. Le foglie si fanno via via più piccole e giallastre, compaiono meno germogli e i rami si assottigliano. La chioma perde vigore, i fiori scarseggiano e i pochi limoni rimangono piccoli e acerbi cadendo dalla pianta.

La pianta diventa stentata e manifesta evidenti sintomi di sofferenza. Per un giardiniere attento è il segnale che è necessario intervenire rapidamente con le giuste strategie di cura, prima che il deperimento comprometta definitivamente la salute della pianta.

Cause della sofferenza delle piante di limone in vaso

La principale causa che porta ad una progressiva sofferenza delle piante di limone coltivate in vaso è da ricercarsi nel ristagno radicale. Con il passare del tempo e la crescita della pianta, l’apparato radicale tende ad espandersi oltre misura all’interno dello spazio limitato del contenitore. Le radici, non riuscendo più a trovare nuovo terreno da colonizzare, vanno a cozzare contro le pareti del vaso e si accalcano le une sulle altre.

In queste condizioni di forte costipamento, le radici non riescono più a svolgere normalmente le loro funzioni e iniziano a soffrire e deperire. Smettono di assorbire sufficienti quantità di acqua e nutrienti per sostenere la chioma. Nel ristretto volume di terriccio a disposizione, gli elementi nutritivi scarseggiano sempre più con il passare del tempo. Tutto ciò provoca stress e sofferenze nella pianta, manifestati con sintomi evidenti a carico di foglie, germogli e produzione di fiori e frutti.

Soluzioni per migliorare la condizione delle piante di limone in vaso

Per risolvere i problemi di sofferenza delle piante di limone coltivate in vaso, la soluzione ottimale sarebbe trapiantarle in piena terra, dove l’apparato radicale può espandersi senza limiti. Tuttavia, in molti casi questo non è possibile: in zone fredde la pianta morirebbe per il gelo invernale, oppure le dimensioni del vaso e della chioma non consentono di trovare un contenitore sufficientemente grande per il trapianto.

Esistono però altri interventi efficaci: si può stimolare la rigenerazione radicale con funghi micorrizici, che instaurano una relazione simbiotica; si possono rafforzare le difese della pianta distribuendo olio di neem nell’acqua di irrigazione; si può correggere il pH del terriccio troppo alcalino con ammendanti organici acidificanti o annaffiature a base di aceto. Si consiglia di somministrare con regolarità concimi organici per reintegrare gli elementi nutritivi.

Rigenerazione delle radici con tricodermi naturali

Un intervento fondamentale per risollevare le sorti di una pianta di limone sofferente consiste nel rigenerare l’apparato radicale, stimolando la formazione di nuove radici sane e funzionali. Infatti, con il passare del tempo e il ristagno nel vaso, le radici vanno incontro a progressivo deperimento: non trovando nuovo terreno da colonizzare, quelle più esterne finiscono per seccare a contatto con le pareti surriscaldate dal sole.

Per ovviare al problema, si possono utilizzare prodotti a base di tricodermi (acquistabili cliccando qui), funghi simbionti che instaurano una relazione mutualistica con le radici delle piante stimolandone la rigenerazione. Distribuiti nel vaso e annaffiati regolarmente, i tricodermi riattivano la crescita radicale, permettendo nuovamente un efficiente assorbimento di acqua e nutrienti. In questo modo si risolve una delle cause principali di declino della pianta, che può così tornare a produrre foglie sane, fiori abbondanti e gustosi frutti.

Utilizzo dell’olio di neem per migliorare le difese della pianta

L’olio di neem è un prodotto naturale molto utile per rafforzare le difese immunitarie delle piante di limone sofferenti. Contiene sostanze dalle proprietà insetticide, fungicide e antimicrobiche. Diluito in acqua e distribuito al suolo, l’olio di neem viene assorbito dalle radici e traslocato ai tessuti fogliari, aumentando la resistenza della pianta agli attacchi di parassiti e patogeni.

Ha un effetto repellente che tiene lontani gli insetti dannosi. L’olio di neem contribuisce così a migliorare lo stato vegetativo e produttivo della pianta, che può tornare a produrre germogli sani, fiori abbondanti e gustosi frutti.

Letture correlate:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy