fbpx

Come realizzare una compostiera in legno per produrre compost in giardino

116

La compostiera è un contenitore all’interno del quale si creano e vengono mantenute le condizioni ottimali affinché la decomposizione del materiale organico si possa svolgere rapidamente e al riparo da agenti atmosferici. La compostiera e’ quindi perfetta per trasformare, i nostri avanzi di cibo, scarti di frutta, verdure, sfalci d’erba, foglie e molto altro, in un compost/terriccio ricco di sostanze nutritive che servirà poi a concimare tutte le nostre piante.

Chi ha a disposizione un giardino o uno spazio verde può cimentarsi nella creazione del compost e per farlo serve una compostiera per raccogliere il materiale organico. Per la produzione di compost sarebbe sufficiente anche una buca o un cumolo ma la “compostiera” aiuta a stratificare meglio il materiale organico, a tenere pulito e a limitare eventuali accessi di animali.

È un contenitore semplice da creare con delle aperture laterali che garantiscono una ottimale areazione, di solito di forma quadrata o rettangolare, chiusa con un coperchio per impedire l’ingresso di animali e per mantenere al meglio l’umidità del compost. Nella parte bassa di essa viene lasciata sempre una apertura per raccogliere il compost quando sarà pronto.

Come costruire una compostiera

Di modi per creare una compostiera ce ne sono tanti e in questo articolo vediamo quelli principali e di facile realizzazione. In commercio ne troviamo anche di plastica o di resina già pronte ma noi consigliamo di usare quelle di legno, sono più naturali e anche più carine da vedere. Uno dei metodi più usati per la creazione della compostiera è quello con il legno che possiamo facilmente recuperare in modo economico dai pallet o bancali di legno usati per il trasporto delle merci.

È un lavoro divertente, semplice e basta assemblare i vari pezzi di legno creando una struttura quadrata. Questa struttura diventerà il contenitore per i nostri residui vegetali e organici per la creazione di un ottimo compost. Di questo primo metodo c’è un’altra variante dove si costruisce la parte dietro e quella laterale con dei blocchetti, tipo quelli di tufo e nella parte frontale si usano assi di legno, questa tipologia di compostiera ha ovviamente maggiore durata e si dovranno cambiare con l’usura del tempo solo le tavole frontali.

Un altro modo semplice di creare facilmente una compostiera è nel piantare 4 paletti nel terreno, in modo da delimitare un quadrato di almeno 1mt per lato e di procedere poi a fissare una rete di ferro da pollaio a maglie fini esagonali. Nella parte frontale lasceremo sempre un’apertura per prelevare il compost che si formerà e useremo una tavola di legno per chiudere tale contenitore.

Materiali necessari per costruire una compostiera fai-da-te

Come abbiamo visto sopra, ricapitoliamo meglio qui i materiali per costruire una compostiera; sono degli assi di legno, dei paletti di legno, chiodi e viti, reti di ferro da pollaio per la versione più semplice. Per quella in parte in muratura ci procureremo dei blocchetti di cotto o di tufo e un pochino di cemento oltre a qualche asse di legno.

Scegliere il giusto posizionamento per la tua compostiera

Molto importante è trovare il posto giusto dove posizionare la compostiera nei nostri giardini, deve essere un luogo il più possibile al riparo da agenti atmosferici, magari posizionata in un angolo di un giardino sotto un albero e meglio in un luogo non troppo esposto al sole; dato che è importante anche nei periodi caldi che si mantenga un certo grado di umidità. Meglio anche se lontana dall’abitazione per evitare eventuali odori fastidiosi.

Passaggi per assemblare la compostiera nel tuo giardino

L’assemblaggio che abbiamo già in parte visto nel capitolo come realizzare la compostiera è un’operazione molto semplice e alla portata di tutti noi. Ci costerà anche molto poco visto che la maggior parte del materiale, il legno, lo recuperiamo con facilità presso gli smorzi o nei magazzini merci. Ci procureremo quindi le tavole necessarie alla realizzazione della ns. compostiera e tutto l’occorrente tra cui viti, chiodi, martello, trapano avvitatore, seghetto e in poche ore il lavoro sarà ultimato. Anche le compostiere prefabbricate di legno o di plastica si assemblano in poco tempo e con facilità.

Consigli per la manutenzione e l’uso ottimale della compostiera

La manutenzione principale da fare nella nostra compostiera è quella di mescolare ogni tanto il materiale che abbiamo inserito all’interno. Sempre consigliato inserire materiale umido e secco in alternanza e va anche controllata spesso l’umidità del compost specialmente in primavera e d’estate, in caso fosse asciutto procederemo a bagnarlo ma sempre con attenzione a non eccedere.

Per massimizzare l’efficienza della compostiera è importante anche monitorare la temperatura del compost. Una temperatura tra i 55 e i 65 gradi è ideale per la maggior parte dei batteri del compostaggio. Se la temperatura scende il processo di decomposizione rallenterà, mentre se sale troppo i batteri utili moriranno.

Dato che Il processo di decomposizione e’ compiuto dai batteri che hanno necessità di alte dosi di azoto è sempre consigliabile aggiungere al materiale della compostiera del letame o degli attivatori per composta.

Letture correlate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy