Come proteggere l’orto dal sole

520
caldo eccessivo

Durante i caldi mesi estivi, può essere difficile mantenere le piante del tuo orto sane, idratate e forti. Fortunatamente, ci sono diversi modi per mantenere le piante fresche e adeguatamente idratate. Quando il sole sta tramontando, proteggi il tuo giardino fornendo umidità e ombra adeguate. Continua a leggere per sapere cose importanti che puoi fare per proteggere le tue piante durante i mesi estivi.

Le temperature torride spesso colgono di sorpresa i giardinieri, facendo appassire i trapianti in difficoltà proprio quando dovrebbero iniziare il loro scatto di crescita estiva. Non importa quanto sia calda l’estate, ci sono alcune semplici misure che i giardinieri possono adottare per contrastare il caldo e mantenere un giardino in crescita.

Le colture orticole e gli arbusti autoctoni più comuni possono resistere a periodiche ondate di calore senza perdere vigore. Tuttavia, le radici superficiali poco profonde non possono resistere allo stress del calore estremo che asciuga e incrosta il terreno nei primi pochi centimetri.

Prestando attenzione alle condizioni del terreno, un giardiniere può compensare gli effetti di un’ondata di caldo sulle piante in crescita.







Applicare il pacciame, preferibilmente un pacciame riflettente come l’erba secca

La prima linea di difesa contro il sole e le condizioni ventose che possono seccare il suolo superficiale è applicare uno strato abbondante di pacciame attorno alle piante. Questo protegge il terreno dall’esposizione diretta al sole, mantenendolo umido in superficie.

Il pacciame riduce anche l’evaporazione dell’acqua dal terreno, riducendo la necessità di annaffiare.

Ci sono molti diversi materiali di pacciamatura che i giardinieri possono usare. Durante un’ondata di caldo, i pacciami di colore chiaro rifletteranno la luce solare e aiuteranno a mantenere le condizioni del suolo in superficie più fresche.

Queste giovani piante di peperoni e zucca vengono pacciamate con erba secca.

È meglio lasciare l’erba appena tagliata per alcuni giorni sul prato prima di rastrellare se devono essere utilizzati per il pacciame. In pochi giorni di sole i ritagli verdi freschi diventeranno di un marrone chiaro e sono quindi ideali per l’uso come pacciame.

Negli anni passati, quando usavamo il taglio dell’erba fresca come pacciame per i nostri pomodori, che stavano appena iniziando a fiorire, l’alto livello di azoto nell’erba verde stimolava la crescita vegetativa e sopprimeva la fioritura. Abbiamo finito con piante di pomodori giganti che hanno prodotto solo leggermente rispetto agli anni precedenti.

Il pacciame di corteccia è comunemente usato per i letti di arbusti, poiché previene la crescita delle erbacce e allo stesso tempo ombreggia il terreno e aiuta a conservare l’acqua. Ma i giardinieri dovrebbero essere consapevoli del fatto che il pacciame di corteccia può contenere semi di erbe infestanti che possono introdurre una specie invasiva nell’aiuola.

Un paesaggista locale ha recentemente osservato che circa il 50% dei suoi clienti ha avuto i propri arbusti inondati di equiseto, un’erbaccia persistente che è difficile da sradicare. Se stai acquistando pacciame di corteccia, assicurati di chiedere la sua fonte e se ci sono state lamentele sui semi di erbaccia nel pacciame.




Innaffia il tuo orto e gli arbusti al mattino presto

Un’ondata di caldo può asciugare rapidamente il terreno superficiale, che disidrata le radici poco profonde. L’acqua viene persa anche attraverso le foglie quando fa caldo, quindi le tue piante avranno bisogno di un’irrigazione approfondita. Questo dovrebbe essere fatto al mattino presto, specialmente se usi un irrigatore per innaffiare, poiché la maggior parte dell’acqua di un irrigatore viene persa nel vento ed evapora durante le ore calde della giornata.

L’irrigazione al mattino previene anche le scottature da calore, che possono danneggiare le foglie che vengono annaffiate mentre il sole è direttamente sopra la testa. In climi estremamente caldi, le aiuole e le aiuole potrebbero aver bisogno di una seconda annaffiatura nel corso della giornata, insieme a aiuole e contenitori rialzati più piccoli.

Durante un’ondata di caldo, la necessità di conservazione dell’acqua aumenta. L’irrigazione manuale ha il vantaggio di fornire la giusta quantità di acqua per ogni raccolto. È anche un metodo di irrigazione più efficiente rispetto agli irrigatori, poiché vengono annaffiate solo le colture mirate.

I tubi per ammollo sono ideali poiché possono essere utilizzati in qualsiasi momento della giornata, poiché le foglie delle piante non vengono bagnate. I tubi flessibili dell’ammollo possono essere posizionati sotto il pacciame per accedere direttamente al terreno mentre sono nascosti alla vista.

L’irrigazione al mattino è anche un’ottima difesa contro le lumache, poiché le condizioni sono più asciutte durante la notte. Anche le malattie fungine sono sconsigliate. È anche più piacevole annaffiare al mattino presto mentre è ancora fresco in giardino.




Utilizzare un telo ombreggiante o coperture protettive per le file

Il telo ombreggiante offre una protezione parziale e temporanea dal sole per le piante da giardino ed è disponibile presso i garden center in una varietà di dimensioni, fattori di ombra e configurazioni. I “fattori di ombra” si riferiscono al grado di luce solare bloccata e possono variare dal 25% al ​​90%. Le piante sensibili come l’insalata verde possono richiedere un fattore di ombra del 50-60%, mentre le piante più tolleranti al calore come zucca e fagioli possono beneficiare di un telo ombreggiante del 30%.

Un telo ombreggiante è temporaneo, ma occorre prestare attenzione per posizionarlo in modo da bloccare la luce solare senza ridurre l’aerazione. Le piante non hanno bisogno di essere racchiuse in un telo ombreggiante; di solito sarà sufficiente posizionarlo da un solo lato o sopra la pianta.
È inoltre necessario prestare attenzione per garantire che la struttura del tessuto possa resistere al vento e non danneggi le piante cadendo su di esse.

Il tessuto ombreggiante fatto in casa può essere realizzato utilizzando una rete da pesca con strisce di stoffa intrecciate e appese temporaneamente su colture vulnerabili. Le coperture per le file offrono vantaggi simili al telo ombreggiante a condizione che vi sia molta ventilazione, ma non sono disponibili nei fattori di ombra.




Individuare i nuovi trapianti all’interno della copertura dei vicini più alti

Un’ondata di caldo è più difficile per i trapianti. Gli apparati radicali delle giovani piante starter sono poco profondi e più suscettibili alle condizioni di essiccazione nei primi pochi centimetri del terreno. Idealmente, potresti aspettare che l’ondata di caldo sia passata prima di iniziare i trapianti. Ma se hai trapianti che devono essere preparati, cerca opportunità di ombreggiamento parziale fornite da piante più alte e mature.

Non vuoi posizionare i trapianti in un’area all’ombra permanente, quindi cerca i punti nudi nel giardino accanto alle piante che si stanno avvicinando alla maturità e saranno presto estratte. In questo modo, il sole sarà disponibile per i trapianti quando si saranno stabilizzati meglio.

I trapianti di broccoli sono parzialmente ombreggiati da gambi di asparagi.

Nella foto sopra, i trapianti di broccoli sono stati disposti accanto agli alti steli simili a felci di piante mature di asparagi. Le felci forniscono ombra parziale per le giovani piantine, ma non abbastanza ombra per interferire con la crescita delle piante una volta che i principianti si sono stabiliti. Gli steli di felce forniscono anche un riparo dal vento per i fragili trapianti come bonus aggiuntivo.




Mantieni i prati alti almeno 7 cm

È logico che l’erba più alta proietti ombre più lunghe. E l’ombreggiatura aggiunta dal lasciare l’erba più alta del solito gioverà al terreno aiutando a trattenere l’umidità. Una profondità minima per ottenere un vantaggio all’ombra è di tre pollici e alcuni giardinieri impostano i tosaerba fino a sei pollici durante le ondate di calore o le condizioni di siccità.

Evita di applicare fertilizzanti al tuo prato o giardino durante un’ondata di caldo, poiché la capacità delle radici di assorbire i nutrienti è ridotta. Aspetta che il tempo si raffreddi prima di aggiungere fertilizzanti alle colture da giardino e al prato.

E mentre stai pensando a come proteggere il tuo giardino durante un’ondata di caldo, non dimenticare di preparare dell’acqua per gli uccelli!

Come proteggere l’orto dal sole: Conclusioni

Le ondate di calore di solito sono di durata abbastanza breve da consentire ai giardinieri di riuscire a produrre raccolti di successo. Le ondate di caldo prolungate, ovviamente, sono più impegnative e i raccolti possono essere stentati o i raccolti ridotti.

Sfortunatamente, le prospettive a lungo termine per il nostro clima indicano che nei prossimi anni noi giardinieri dovremo affinare le nostre capacità di giardinaggio quando fa caldo. Le misure sopra descritte saranno probabilmente di dominio pubblico negli anni a venire.

Articoli correlati:



Unisciti alla conversazione

  1. Ottimi consigli grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close