Come fare una talea

65

Le piante da giardino possono essere propagate in molti modi, ma uno dei metodi più semplici è quello di tagliare le talee. Coltivare le piante dalle talee è semplice: taglia una parte sana dello stelo, mettila in acqua o in un terreno di coltura finché non sviluppa le radici, quindi piantala in un vaso o nel terreno.

Coltivare piante da talee è un modo comune per creare nuove piante d’appartamento , ma può funzionare anche per molte piante da giardino.

Nelle zone a clima freddo, alcuni giardinieri prelevano i ritagli di tenere annuali e li radicano all’interno per preparare una scorta di nuove piante da piantare in giardino in primavera.

Ecco cosa sapere su come fare una talea da un taglio del gambo.




Quando prendere talee del gambo

Le talee dello stelo possono essere prelevate e radicate quasi in qualsiasi momento durante il periodo di crescita attiva della pianta madre. Puoi anche prelevare talee da molte piante legnose (piante con steli duri) durante la loro dormienza.

Nei climi freddi, puoi prelevare le talee in autunno prima che arrivi il gelo, sradicarle al chiuso e poi trasferirle nei vasi. Entro la primavera, avrai piante in vaso vigorose che possono tornare in giardino.




Tipi di piante da coltivare da talee

Le piante erbacee a stelo morbido sono le più facili da coltivare da talee, ma molte piante legnose possono anche essere propagate con questo metodo. L’elenco seguente include esempi di piante che crescono da talee.

  • Le talee semidure sono legnose intorno alla base ma hanno steli più morbidi nella parte superiore. Esempi di piante che possono essere propagate tramite talee semi-dure includono agrifoglio, ortensie e azalee.
  • Le talee di legno duro hanno steli legnosi dappertutto. Esempi di piante che possono essere propagate tramite talee di legno duro includono il mirto crespo, la forsizia e le specie di rose.
  • Le talee di conifere hanno steli morbidi flessibili. Esempi di piante che possono essere propagate tramite talee di conifere includono clematidi, astri e crisantemi.
  • Le talee di legno verde sono molto simili alle talee di legno tenero, tranne per il fatto che la loro base è leggermente più dura e impiegano un po’ più di tempo per crescere. Esempi di piante che possono essere propagate tramite talee di legno verde includono bossi, dalie e gardenie.




Come fare una talea: Accorgimenti

La chiave per una corretta radicazione dei ritagli di stelo è trovare il livello di umidità e temperatura appropriato per ogni tipo di pianta. Fai qualche ricerca sulle specie che stai cercando di propagare per conoscere le condizioni che gli piacciono di più.

Puoi far crescere le tue talee più velocemente non solo fornendo le condizioni che preferiscono, ma anche applicando l’ormone radicante all’estremità tagliata, che aiuta a incoraggiare la produzione di radici. È anche meglio prendere diversi ritagli per massimizzare le tue possibilità di successo.

Il tempo impiegato dalle talee per radicare varia ampiamente a seconda del tipo di pianta. Molte annuali erbacee raggiungeranno rapidamente la maturità. Ma le talee di piante perenni e legnose, come gli arbusti, possono essere più difficili da radicare e impiegare più tempo per raggiungere la maturità.

Nota:

È possibile coltivare una pianta da una talea in acqua. Metti semplicemente l’estremità tagliata in un contenitore parzialmente riempito con acqua naturale e rinfresca l’acqua ogni pochi giorni fino a quando non si è formato un sostanziale apparato radicale. Tuttavia, il trasferimento di una piantina radicata nell’acqua nel terreno non ha sempre successo, quindi generalmente è meglio piantare talee direttamente nel terreno.




Di cosa hai bisogno per fare una talea

Attrezzature/strumenti

  • Lametta o forbici
  • Piccolo contenitore per ormone radicante (opzionale)
  • Matita o bastone

Materiali

  • Contenitori da 15 cm per la semina
  • Miscela di invasatura fuori suolo
  • Pianta esistente (pianta madre)
  • Alcool
  • Ormone radicante (opzionale)
  • Sacchetto di plastica




Come coltivare piante da talee

  1. Prepara un contenitore: Riempi un contenitore pulito e profondo 15 cm con un impasto per invasatura fuori suolo per contenere le talee per il radicamento. Un mix fuori suolo drena bene e fornisce condizioni adeguatamente umide che incoraggiano il taglio a radicare. Non utilizzare il normale terreno del giardino, poiché potrebbe contenere agenti patogeni che possono uccidere il taglio prima che metta radici.
  2. Scegli una pianta madre: Seleziona una pianta madre sana da cui prelevare le talee. Evita le piante con malattie o molte foglie cadenti o morenti. I migliori esemplari per talee avranno un sacco di nuova crescita e saranno abbastanza grandi da non danneggiarli.
  3. Trova i migliori steli per il taglio: Scegli steli verdi, morbidi (non legnosi) per le talee. La crescita più recente è più facile da radicare rispetto agli steli legnosi e più vecchi. Cerca uno stelo con un nodo , una protuberanza lungo lo stelo dove si attacca una foglia o un bocciolo di fiore. Questo è il punto in cui emergeranno nuove radici.
  4. Prendi il taglio della pianta: Usa un paio di forbici o una lametta che è stata sterilizzata in alcool per fare un taglio netto appena sotto un nodo. Il taglio non deve essere lungo, ma deve contenere almeno due foglie e un nodo. Di solito è sufficiente un taglio lungo da 10 a 15 cm. Le talee più lunghe a volte si seccano quando vengono poste nel loro terreno di coltura.
  5. Prepara il Taglio: Posiziona il taglio su una superficie piana e dura e fai una fetta pulita e parziale attraverso il centro del nodo con una lametta sterilizzata. Cicatrizzare il nodo aumenterà le possibilità che le radici emergano da questo punto. Quindi, rimuovi tutte le foglie tranne una o due sul taglio. Il taglio ha bisogno di un po’ di crescita delle foglie per continuare la fotosintesi, ma troppe foglie consumeranno energia che altrimenti andrebbe alla creazione delle radici. Se le foglie sono molto grandi in proporzione allo stelo, taglia le metà superiori delle foglie.
  6. Applicare l’ormone radicante (opzionale): Bagna l’estremità del nodo del taglio, quindi immergila in un piccolo contenitore di ormone radicante. Togli l’ormone in eccesso; troppo in realtà ostacola le possibilità di successo. Questo passaggio è facoltativo. Alcune piante radicano facilmente da sole, ma l’ormone radicante può aiutare altre stimolando il taglio a inviare nuove radici.
  7. Praticare un buco per piantare: Usa una matita o un oggetto appuntito simile per praticare un buco nel terriccio, invece di piantare il taglio direttamente nel terreno. Fai il foro leggermente più grande del diametro dello stelo. In questo modo eviterai che l’ormone radicante venga spazzato via quando incorpori lo stelo nel vaso, ed è anche più delicato sullo stelo.
  8. Pianta la talea nel terreno: Pianta con cura il taglio nel buco che hai fatto nel terriccio e tampona delicatamente il terreno attorno ad esso. Puoi inserire più talee in un contenitore, ma distanziale in modo che le foglie non si tocchino.
  9. Copri il contenitore: Metti il ​​contenitore con il taglio in un sacchetto di plastica. La borsa manterrà l’umidità alta e manterrà il calore. Ma non sigillare completamente il sacchetto perché è necessario un po’ di flusso d’aria per prevenire la putrefazione dei funghi. Conserva il contenitore in un luogo caldo della casa, idealmente in un’area con luce indiretta intensa. Non mettere il taglio in piena luce solare fino a quando le nuove foglie iniziano a comparire lungo lo stelo.
  10. Monitorare il taglio: Fino alla formazione delle radici, mantieni il terreno leggermente umido ma non così bagnato da formare condensa all’interno del sacchetto di plastica. Controlla regolarmente la presenza di segni di marciume e rimuovi eventuali ritagli sospetti non appena noti problemi. Dopo due o tre settimane, inizia a controllare le radici tirando delicatamente la talea. Quando inizi a sentire resistenza, significa che le radici si sono sviluppate. A questo punto, puoi trapiantare la talea nel proprio vaso o nel terreno.

Radicare in acqua

Alcune piante con steli morbidi radicano così facilmente che puoi semplicemente avviarle in un bicchiere o un barattolo d’acqua. Puoi provarlo con molti tipi di piante grasse, nonché con piante da aiuola popolari come bambù fortunato, coleus, geranio, begonia e impatiens.

Taglia semplicemente uno stelo lungo da 7 a 15 cm. Eliminate le foglie nella metà inferiore e mettete il gambo in acqua. Cambia l’acqua ogni pochi giorni in modo che rimanga fresca e limpida.

Articoli correlati:



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close