Come fare un orto sul balcone

570
orto balcone

Quando hai solo un balcone o una terrazza sul tetto, può essere difficile sapere cosa coltivare e come assicurarti che prosperi. Uscire sul tuo balcone per essere accolto da pareti spoglie e una pianta in vaso semimorta può essere piuttosto scoraggiante.

Quando lo spazio è limitato, non hai spazio per esperimenti che vanno male. Quindi, abbiamo eliminato le congetture dalla coltivazione del balcone, per assicurarci di farlo bene ogni volta. Abbiamo selezionato i fiori, le verdure e le erbe aromatiche migliori da coltivare su un balcone e ti spieghiamo come coltivarli. Ci sono anche trucchi intelligenti per inserire più piante in uno spazio ristretto e soluzioni a quei problemi comuni del balcone.

Prima di iniziare il tuo giardino o orto sul balcone, è importante essere sicuri di quanto peso può sopportare il balcone. Il compost umido e i vasi di pietra o terracotta possono essere sorprendentemente pesanti.

Potresti optare per contenitori leggeri di plastica o resina, anche se se il tuo balcone è esposto e ventoso, questi possono essere facilmente spazzati via a meno che non siano fissati in posizione. Sono disponibili anche compost leggeri, progettati specificamente per la coltivazione in contenitori, che vale la pena considerare. In alternativa se ti piace il fai da te, puoi realizzare il tuo giardino verticale con un pallet di legno.







Cosa posso coltivare su una terrazza, balcone o tetto?

Come si avvia un giardino in un appartamento o condominio senza un cortile adeguato? Se hai accesso a un balcone, un tetto, una terrazza o un patio, puoi comunque coltivare una vasta gamma di verdure, erbe aromatiche, piante perenni, fiori e viti in contenitori! Ecco 10 cose a cui pensare quando ti immergi nel giardinaggio da balcone.

10 cose da considerare quando si fa giardinaggio sul balcone o sul tetto

  1. Se vivi in ​​un condominio, il tuo edificio lo consente? Prima di iniziare, assicurati di controllare le regole per il tuo edificio. Alcuni edifici non consentono piante sui balconi o consentono solo fiori (poiché le verdure possono attirare uccelli o parassiti).
  2. Il tuo balcone o tetto può sopportare il peso aggiunto di vasi pieni di terra? I vasi in terracotta e in ceramica sono pesanti, quindi potresti dover utilizzare vasi per il riso, contenitori in plastica o fibra di vetro o sacchi per la coltivazione in tessuto combinati con miscele di terriccio leggere.
  3. Come porterai l’acqua alle tue piante? Se stai coltivando su un tetto, è una lunga strada trascinarsi dietro brocche d’acqua! Potresti prendere in considerazione l’irrigazione a goccia o pentole autoirriganti. Puoi anche investire in un annaffiatoio facile da riempire dalla vasca da bagno. L’acqua in eccesso delle tue piante pioverà sui vicini sottostanti? Sii cortese e metti dei piattini o dei vassoi sotto le tue piante per raccogliere il trabocco.
  4. Quali sono le migliori piante da coltivare su un balcone o un terrazzo? La scelta delle piante giuste per il tuo sito è la cosa più importante. Non sprecare spazio su qualcosa che non prospererà. La quantità di luce solare è la domanda più critica.
  • Il tuo balcone è esposto a sud e riceve il sole DIRETTO tutto il giorno? I cactus, molti fiori e la maggior parte delle verdure, se tenuti ben annaffiati, lo adoreranno lì.
  • Se il tuo balcone è rivolto a nord o è ombreggiato da altri edifici per la maggior parte della giornata, cerca piante in condizioni di scarsa illuminazione come coleus, felci, impatiens, hostas e begonie.
  • Alcune verdure come bietole, spinaci o lattuga possono crescere con meno di mezza giornata di sole. Anche alcune erbe riescono, il che è ottimo per usi culinari!




Molte persone sopravvalutano la quantità di sole che ricevono. Tieni presente che la maggior parte delle verdure ha bisogno di un minimo di 6-8 ore di sole al giorno per crescere davvero bene e produrre!

  1. Il tuo balcone o terrazzo è ventoso? Sii consapevole di eventuali condizioni estreme. Più in alto ti trovi, più vento è probabile che tu abbia e i venti caldi e secchi possono seccare rapidamente le tue piante. Ottieni il doppio servizio da un reticolo o un traliccio di filo metallico che può bloccare i venti prevalenti fornendo supporto anche per le viti rampicanti. Aggiungerà anche un tocco di privacy. Dal momento che il vento si sta asciugando, devi davvero rimanere in cima all’irrigazione. Guarda nei vasi autoirriganti.

Alcune delle tue piante d’appartamento potrebbero apprezzare una vacanza estiva all’aperto. Esponili gradualmente nella loro nuova posizione per evitare che il sole e il vento brucino sulle foglie.

  1. Quanto è caldo il tuo balcone o tetto? Senza il sole che si riflette dalle finestre, il calore tende a essere un problema. La lattuga appassirebbe semplicemente. Se il calore è un problema, forse vai esotico con le piante tropicali! Un solo vasetto di alocasia, banana o canna può conferire un’atmosfera da giungla allo spazio. Le piante grasse prospereranno! Pensa al tuo balcone come a una piccola stanza all’aperto. Se hai spazio, aggiungi un tavolo e delle sedie e divertiti a sederti nel verde. Se la tua posizione è troppo rumorosa, una fontana gorgogliante o alcuni campanelli eolici possono aiutare ad aggiungere un po’ di suono rilassante al rumore di fondo.
  2. Quanto è grande il tuo spazio? Se è piccolo, ti consigliamo di iniziare in piccolo. Sì, alla fine puoi pensare al giardinaggio verticale, ma un principiante dovrebbe iniziare con alcuni vasi. Devi avere un’idea di quanto tempo hai a disposizione per fare giardinaggio e non esagerare. Disporre letti e contenitori più grandi attorno ai bordi esterni per definire lo spazio e distribuire il carico. Sfrutta lo spazio della parete per appendere mezzi cestini e tasche a muro.
  3. Vuoi coltivare edibili? Probabilmente non sarai in grado di coltivare abbastanza cibo per soddisfare tutte le tue esigenze, ma alcuni fagiolini, un vaso di lattuga, pomodorini e una o due piante di pepe ti daranno un fresco assaggio dell’estate. Assicurati che si trovino nei punti più luminosi.
  4. Hai tempo per prenderti cura delle tue piante? La manutenzione è importante in un piccolo giardino. Quando le piante sono in contenitori anziché nella terra, devono essere annaffiate più spesso. Questo è un altro motivo per considerare contenitori autoirriganti o irrigazione a goccia. Fertilizzare, e pizzicare le piante con le gambe lunghe per mantenerle nei limiti e incoraggiare la folta vegetazione. Assicurati che le verdure vengano raccolte quando maturano per mantenere le piante produttive.
  5. Hai il budget? Fai attenzione a non comprare solo piante già coltivate a meno che tu non voglia spendere una fortuna. Prova a trovare pentole alle vendite in giardino. Acquista semi o chiedi agli amici di condividere i semi. Prendi le piantine di semi scartate dai vivai. Trasforma i barattoli di caffè in contenitori carini (facendo dei buchi sul fondo). L’unica cosa su cui devi davvero spendere soldi è un terriccio di qualità. Lo “sporco” regolare non è sterile e porta malattie e problemi. Impara come creare il tuo compost.




Progettazione dell’orto nel balcone

Ogni balcone è unico, quindi il capolavoro di giardinaggio urbano che decidi di creare dovrebbe essere adattato alla tua situazione. Detto questo, ci sono alcune regole pratiche di base da seguire per creare un giardino con balcone che sia bello, funzionale e, soprattutto, produttivo. I balconi hanno tre sezioni distinte da considerare, che sono il pavimento, la ringhiera e tutto il resto. Pensare in questi tre livelli ti aiuterà a sfruttare al meglio lo spazio limitato che hai.

Cosa fare con il pavimento del balcone

Se sei disposto a sacrificare un po’ di spazio per i piedi, il pavimento del tuo balcone è un ottimo posto per contenitori più grandi pieni di piante che hanno bisogno di un po’ di spazio per crescere. Pomodori, peperoni, melanzane e fagioli sono tutte ottime piante da coltivare in contenitori sul pavimento del balcone. Col tempo, riempiranno bene lo spazio.




Installazione di fioriere per ringhiere per balconi

Le tue ringhiere sono la crème de la crème location nel tuo balcone giardino. Sono esposti alla maggior parte del sole e non occupano spazio extra poiché sono appesi al balcone. Nonostante tutto il loro valore, non c’è pezzo più confuso di attrezzi da giardinaggio delle fioriere per ringhiere del balcone.

Poiché ci sono così tanti tipi diversi di ringhiere, spesso si confonde esattamente come attaccare le fioriere alle ringhiere. Data la quantità di vento a cui sono soggetti i balconi, l’ultima cosa che vuoi fare è attaccare in modo scadente una fioriera a ringhiera solo per vederla cadere a terra.

Fioriere da appoggio

Se le tue ringhiere sono di dimensioni standard, puoi spesso raccogliere fioriere con un fondo dentellato esattamente di quelle dimensioni. Queste sono ottime opzioni se vuoi scegliere un’opzione plug-and-play.

Tutto quello che devi fare è metterci un po’ di terreno, riempirli di piante e iniziare a crescere. Se il tuo balcone riceve una discreta quantità di vento, questi potrebbero non essere la scelta migliore, in quanto possono soffiare via, soprattutto quando il terreno si asciuga e la fioriera diventa più leggera.

Semplificare la cura del giardino del balcone

Il giardinaggio sul balcone è attraente perché è un metodo così semplice per iniziare, ma i seguenti sono alcuni suggerimenti che lo rendono un gioco da ragazzi.




Pianta le piantine, non i semi

È più facile iniziare bene il tuo giardino se acquisti piantine da un vivaio locale e le trapianti semplicemente nel tuo giardino sul balcone. Iniziare i semi è sicuramente un’opzione divertente da provare se vuoi flettere i muscoli del giardinaggio. Ma se sei un giardiniere per la prima volta che cerca di crescere velocemente, acquista le piantine da un vivaio locale.

Contenitori più grandi = meglio

La più grande rovina della coltivazione in contenitori su un balcone è proprio che… stai coltivando in contenitori. Si asciugano rapidamente, soprattutto se usi pentole di terracotta. Per contrastare questo problema e dare alle tue piante l’umidità uniforme di cui hanno bisogno, seleziona i vasi più grandi che puoi. L’aumento del volume consentirà al terreno di trattenere più acqua ed evaporare molto più lentamente.




Colture facili per un giardino balcone

L’unico vero requisito per un giardino con balcone è che non coltivi nulla che occupi assolutamente lo spazio. Le piante di zucca tentacolare, ad esempio, non sarebbero la scelta migliore. Detto questo, anche lo squash è possibile. Tuttavia, ci sono alcune piante che sono più adatte per abbellire un balcone, come elencate di seguito.

Ulteriore lettura: Verdure facili da coltivare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close