fbpx

Come fare l’orto in casa in piccoli spazi per produrre ortaggi e verdure bio

1.1K
orto in casa

Per realizzare un orto domestico, anche senza giardino, basta scegliere il metodo più adatto allo spazio disponibile. In vaso o cassoni su balconi e terrazzi, si possono coltivare ortaggi come pomodori, insalate, aromatiche. In casa vanno bene i micro-orti idroponici ed erbe in vaso. Con annaffiature e concimazione adeguate, in poche cure quotidiane si ottengono prodotti sani e genuini, con soddisfazione e risparmio sulla spesa.

Coltivare un orto in casa è un’attività alla portata di tutti, che permette di risparmiare sulla spesa e di portare in tavola prodotti sani e genuini.

Secondo una ricerca Nomisma, la passione degli italiani per il giardinaggio è in continua crescita. Anche chi non ha un terreno può creare un orto domestico sfruttando spazi come terrazzi o balconi.

In questa guida scoprirai come realizzare un orto casalingo con successo, anche partendo da zero. Forniremo tutti i consigli necessari dalla scelta dello spazio più adatto, a come scegliere semi e piantine fino alle tecniche colturali e di cura più efficaci.

Illustreremo i metodi per creare orti verticali, in vaso o in cassoni rialzati, perfetti anche per spazi ridotti.

Con i giusti accorgimenti potrai ottenere un rigoglioso orto domestico e raccogliere frutta, verdura e aromi sani e genuini, con grandi benefici per la spesa, la salute e il benessere.

Come coltivare un orto in casa

Realizzare un orto domestico non richiede necessariamente grandi spazi o un giardino. Si può coltivare con successo anche in terrazzo o balcone, ottenendo benefici per la spesa e la salute.

Basta scegliere le specie che si adattano meglio in base all’esposizione e alla luce. In balcone sono ideali gli ortaggi, ma anche piante aromatiche e fragole in vaso. Per ottimizzare, si possono usare cassoni rialzati e sistemi di irrigazione efficienti come quelli di Mondoirrigazione.it.

In casa si possono coltivare micro-orti idroponici, oppure creare giardini verticali. Le erbe aromatiche crescono bene anche in vasi da interno. Con i consigli giusti su illuminazione, annaffiature, concimazione e cura delle piante, è possibile ottenere prodotti sani e genuini. Il tutto con grande soddisfazione e vantaggi per la spesa e l’alimentazione.

Coltivare in casa non è difficile, basta scegliere il metodo più adatto alle proprie esigenze e seguire poche regole d’oro.

Come realizzare un orto in casa con i nostri consigli

Realizzare con successo un orto domestico è possibile seguendo alcuni semplici accorgimenti.

Innanzitutto, è meglio partire da piantine già cresciute da trapiantare in vasi proporzionati alle dimensioni della pianta. Per le erbe aromatiche bastano contenitori di 30 cm, per zucchine e pomodori almeno 50 cm.

Si consiglia di iniziare con ortaggi a ciclo breve o piante decorative come peperoncini e fragole. Fondamentale è scegliere un terriccio di qualità, eventualmente miscelato con sabbia grossa per il drenaggio. Le piantine vanno trapiantate tra fine marzo e aprile. È importante rispettare le distanze di semina specifiche per ogni specie.

Con l’esposizione alla luce e le annaffiature corrette, in pochi mesi si potranno raccogliere prodotti sani e genuini. Seguendo questi semplici consigli, anche i meno esperti potranno realizzare con soddisfazione un rigoglioso orto casalingo.

Come realizzare un orto in casa con il fai da te

Per realizzare un orto fai da te in casa, vanno considerate alcune accortezze in base allo spazio a disposizione. Dopo il trapianto, le piantine vanno innaffiate in profondità al tramonto, così da dare tempo all’acqua di essere assorbita durante la notte. L’innaffiatura va fatta dal basso verso l’alto senza bagnare le foglie.

In base all’esposizione, si scelgono specie più o meno esigenti di luce. In zone trafficate, i vasi si possono coprire con tessuto-non-tessuto. Per ottimizzare gli spazi, una soluzione è realizzare orti in cassetta riciclando cassette della frutta riempite di terriccio. Anche i sistemi di irrigazione a goccia permettono di risparmiare acqua.

I momenti migliori per annaffiare sono la prima mattina e dopo il tramonto, mai in pieno sole. L’acqua va distribuita in modo uniforme e dal basso verso l’alto. Con poche accortezze e ricorrendo anche al fai da te, è possibile realizzare un rigoglioso orto domestico e ottenere soddisfazioni gustative e visive.

Cosa coltivare nell’orto fatto in casa

Scegliere cosa coltivare in un orto domestico dipende molto dallo spazio disponibile, ma ci sono alcune piante particolarmente adatte. Tra gli ortaggi da prediligere ci sono pomodori, pomodorini, lattughe, spinaci, rucola, cavolo riccio, finocchi, scalogno e peperoncino. Ottimi anche lo zenzero e le fragole in vaso.

Queste specie non richiedono molto spazio radicale e si adattano bene alla coltivazione in contenitori o cassoni rialzati. Se si ha un terrazzo o balcone abbastanza ampio, si possono coltivare piccoli alberi da frutto come meli, peri, peschi e limoni. Basta scegliere varietà nane o colonnari che restano contenute.

Oltre alla verdura e frutta, non possono mancare le aromatiche come basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino e timo, perfette per insaporire i piatti. Con i consigli giusti, anche uno spazio ridotto può trasformarsi in un rigoglioso orto e regalare buoni frutti!

Approfondimento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy