Come coltivare il ciclamino

502

Il ciclamino è una pianta appartenente alla famiglia delle Primulacee, originaria dell’Asia e dell’Europa.

Ha foglie verdi e lanceolate, e fiori di diverse tonalità di rosa, viola o bianco, a seconda della specie. I fiori sono solitamente riuniti in gruppi di tre o più su un unico stelo.

La pianta del ciclamino è molto apprezzata come pianta da appartamento per la bellezza dei suoi fiori, che sbocciano in autunno e in inverno, quando le altre piante sono meno fiorite.




Inoltre, è anche una pianta facile da coltivare, anche per i principianti, se si presta attenzione alle sue esigenze.

Come coltivare il ciclamino e quando piantarlo

In questo articolo scoprirai come coltivare il ciclaminoquando seminarlo e come prendersi cura del ciclamino nella sua fase di crescita. Il ciclamino ( Cyclamen persicum ) è una piccola pianta da fiore che ha piccole fioriture profumate e piccole su lunghi steli che si estendono sopra il fogliame.




È una pianta perenne tuberosa, il che significa che muore fino alle sue spesse radici (tuberi) durante il suo periodo di dormienza estiva e poi ricresce rapidamente ogni autunno. I suoi fiori sono disponibili nei toni del rosaviolarosso e bianco.

Le sue foglie a forma di cuore sono di un verde medio, spesso con marmorizzazione argentata. È comunemente coltivato come pianta d’appartamento. I semi possono essere piantati a fine estate per le fioriture nell’inverno dell’anno successivo (circa 18 mesi dopo).

Quando piantare il ciclamino

Il ciclamino è una pianta a fiore originaria delle regioni temperate dell’Asia e dell’Europa. Si tratta di una pianta perenne, che può essere coltivata in vaso o in giardino, e che fiorisce durante la primavera e l’autunno.

In Italia, il ciclamino è coltivato sia al nord che al sud, anche se le condizioni climatiche possono variare significativamente tra le diverse zone del Paese.




Nel nord Italia, ad esempio, il ciclamino può essere coltivato in vaso o in giardino durante tutto l’anno, poiché le temperature sono più miti e l’umidità è generalmente più alta.

Al sud Italia, invece, il ciclamino può essere coltivato solo durante la primavera e l’autunno, poiché le temperature estive sono troppo calde e secche per questa pianta.

Inoltre, anche la collina e la montagna possono offrire condizioni climatiche più adatte per la coltivazione del ciclamino, rispetto alla pianura, a causa delle temperature più fresche e dell’umidità più alta presenti in queste zone.

Specifiche di coltivazione

  • PH Terreno: 5,8 – 6,4
  • Semina: Luglio – Settembre
  • Sole: Parziale

Maggiori informazioni per la coltivazione

  • Tipo di terreno: umido, ben drenato.
  • PH Terreno: Neutro
  • Tempo di fioritura: Dall’autunno alla primavera.
  • Colore del fiore: Rosa, bianco, rosso, viola.




Istruzioni per la coltivazione

  1. Pianta i tuberi di ciclamino appena sotto il livello del suolo.
  2. Innaffia bene le piante e lascia che il terreno si asciughi leggermente tra un’annaffiatura e l’altra.
  3. Non lasciare che il terreno rimanga umido e inzuppato, poiché può verificarsi la putrefazione delle radici.
  4. Per una crescita ottimale delle piante, aggiungi il fertilizzante mensilmente.
  5. Temperature elevate o poca luce possono causare l’ingiallimento delle foglie e l’appassimento dei boccioli dei fiori prima dell’apertura.

Come curare una coltivazione di ciclamini

Il ciclamino viene solitamente coltivato in vaso al chiuso. Va in letargo per l’estate, ma con la cura adeguata ricrescerà e rifiorirà in autunno. Il momento esatto in cui il ciclamino diventa completamente dormiente dipende dalle sue condizioni di crescita.

Le temperature calde lo spingono alla dormienza, ma se mantieni fresca la tua casa, la tua pianta potrebbe non sembrare completamente dormiente.

Invece potrebbe semplicemente perdere alcune foglie e non avere un aspetto migliore o fiorire per un paio di mesi.

Per incoraggiare la rifioritura durante il suo periodo di crescita, taglia i gambi dei fiori morti alla base. Quindi, man mano che la fioritura rallenta, lascia che la pianta si asciughi gradualmente per due o tre mesi. Sta entrando nella sua fase dormiente e troppa acqua farà marcire il tubero.

Si consiglia un po’ d’acqua, ma non si desidera che il terreno rimanga bagnato.

Puoi abbinare la coltivazione insieme ai gerani.




Terreno ideale per la coltivazione del ciclamino

Il ciclamino preferisce crescere in un terreno ricco di sostanze organiche e ben drenante con un PH del terreno leggermente acido come i tulipani. Per le piante in contenitore, puoi usare un normale terriccio, ma poi mescolare un po’ di torba di sfagno nel terreno per aumentare l’acidità.

Acqua

Quando le foglie sono presenti, la pianta sta crescendo attivamente. Durante questo periodo, innaffia ogni volta che il terreno è asciutto. Evita di bagnare le foglie o la corona della pianta (parte dove il fusto incontra le radici), che può farla marcire.

Mentre la pianta è dormiente (perdendo la maggior parte o tutte le foglie), il ciclamino ha bisogno di poca acqua, solo per evitare che il terreno si secchi completamente.




Temperatura ed umidità per la crescita del ciclamino

Le piante di ciclamino non amano il caldo estremo, le correnti d’aria o l’aria secca. Danno il meglio in un clima che replica il loro ambiente nativo, preferendo temperature tra 10 e 15 gradi di notte e tra 20 e 25 gradi durante il giorno. L’elevata umidità, soprattutto durante l’inverno, è fondamentale. Per aumentare l’umidità, tieni la tua pianta su un vassoio pieno d’acqua e sassolini, assicurandoti che il vaso non tocchi l’acqua (in quanto ciò può causare la putrefazione delle radici).

Se hai spostato la tua pianta all’aperto per l’estate, riportala in casa prima che il tempo diventi freddo. Una buona regola è portarlo all’interno mentre la temperatura è ancora comoda per aprire le finestre.

Articolo correlato: Come coltivare bucaneve.



Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close