fbpx

Come avvicinare i giovani al mondo dell’orticoltura con il servizio civile agricolo

92
servizio civile agricolo

Il nuovo servizio civile agricolo vuole avvicinare i giovani al prezioso mondo della terra, dando la possibilità di scoprire in prima persona le soddisfazioni dell'orto e le best practice green. Grazie a questa opportunità formativa, i partecipanti potranno acquisire competenze utili imparando il rispetto per l'ambiente. Inoltre, coltivando ortaggi e conoscendo i benefici dell'autoproduzione potrebbero appassionarsi al settore, diventando i protagonisti di un'agricoltura sostenibile per il futuro. Si tratta di un'iniziativa importante che coniuga tutela ambientale e formazione delle nuove generazioni.

La cura dell’orto e della terra rappresenta da sempre un’attività benefica sia per il corpo che per la mente. Purtroppo i ritmi frenetici della società moderna hanno allontanato molti giovani da questa sana pratica. Come riportato dall’ANSA, per incentivare l’avvicinamento delle nuove generazioni all’agricoltura sostenibile, i Ministri Abodi e Lollobrigida hanno recentemente firmato un importante protocollo d’intesa.

Grazie a questo accordo interministeriale prenderà il via il “servizio civile agricolo“, progetto volto a coinvolgere 1000 ragazzi nella tutela e nella promozione del settore verde. Un’occasione unica per trasmettere alle giovani leve la cultura del rispetto per la terra e l’importanza delle buone pratiche ambientali.

Attraverso mansioni pratiche come la semina, l’irrigazione e la raccolta dei prodotti dell’orto, i partecipanti avranno modo di scoprire il meraviglioso mondo della coltivazione direttamente ” sul campo“, comprendendone l’intrinseco valore in termini di benessere, educazione e occupazione.

Un nuovo progetto per l’agricoltura sostenibile

Il protocollo firmato dai ministri Abodi e Lollobrigida intende promuovere un approccio green alle attività agricole, favorendo lo sviluppo sostenibile del settore. Grazie allo stanziamento di 7 milioni di euro, nel corso del primo anno saranno coinvolti ben 1000 giovani under 28 anni in un percorso formativo innovativo e rispettoso dell’ambiente.

Il “servizio civile agricolo” consentirà ai partecipanti di apprendere le tecniche di coltivazione bio applicando i principi della tutela ambientale. Mediante attività pratiche quali la semina di ortaggi, l’uso razionale delle risorse idriche e la scelta di varietà autoctone e resi stagnanti, i ragazzi potranno sperimentare direttamente le best practices green e le nuove frontiere dell’agricoltura carbon neutral.

Un progetto all’avanguardia che punta a formare i protagonisti del futuro in un’ottica di sostenibilità a 360 gradi.

I benefici dell’orto familiare

Coltivare i propri ortaggi e verdure in giardino o sul balcone offre numerosi vantaggi, sia per il corpo che per la mente. Innanzitutto, avere a disposizione prodotti freschissimi permette di portare in tavola cibi ricchi di nutrienti e privi di conservanti. Inoltre, prendersi cura personalmente delle piante favorisce un sano contatto con la natura e il rispetto dei ritmi stagionali.

Dedicarsi all’orto stimola anche il benessere psicofisico, alleviando lo stress grazie alle attività rilassanti come la potatura e l’innaffiatura. Da non sottovalutare è poi l’aspetto economico: coltivando in casa si può abbattere notevolmente la spesa alimentare, evitando gli sprechi e riducendo l’impatto ambientale dovuto ai trasporti.

Infine, avere il proprio orto permette di sperimentare e personalizzare la produzione scegliendo gli ingredienti più adatti al gusto e alle esigenze nutrizionali individuali e familiari.

Il ruolo dei giovani nel futuro dell’agricoltura

I giovani ricopriranno un ruolo chiave per garantire un’agricoltura di qualità e sostenibile anche in futuro. Da un lato, portando idee innovative e capacità digitali potranno contribuire alla transizione ecologica di questo settore fondamentale.

Dall’altro, andando ad aumentare il ricambio generazionale nelle aziende agricole potranno dare impulso all’introduzione di tecniche colturali sempre più rispettose dell’ambiente. Grazie a programmi come il servizio civile agricolo, molti ragazzi potrebbero appassionarsi a questo mestiere scegliendo di intraprendere studi o lavori specializzati nell’agricoltura bio, nell’economia circolare o nelle energie rinnovabili applicate.

Il loro entusiasmo e la loro formazione saranno essenziali per far fronte alle sfide del futuro, garantendo cibo sano in modo sostenibile per le nuove generazioni.

Coltivare per sé e per l’ambiente

L’orto familiare rappresenta una risorsa preziosa non solo per il benessere personale e familiare, ma anche per la tutela dell’ecosistema. Coltivando verdure, ortaggi e piante aromatiche in giardino o in vaso, si riducono notevolmente le emissioni di CO2 dovute ai lunghi tragitti del cibo importato.

Optando per colture di stagione e varietà autoctone si utilizzano sementi adatte al clima locale, riducendo lo spreco di acqua e i trattamenti chimici. Inoltre, creando un piccolo angolo verde si agevola l’impollinazione grazie alle sue preziose api e farfalle. Piccole azioni come il compostaggio degli scarti e la raccolta dell’acqua piovana completano un approccio green a 360°.

Coltivando per noi stessi facciamo del bene al Pianeta, insegnando ai più giovani il rispetto per Madre Terra in modo creativo e concreto.

Un’opportunità per avvicinarsi alla terra

Il progetto di servizio civile agricolo rappresenta un’occasione unica per i giovani di scoprire in prima persona le meraviglie e le soddisfazioni della vita rurale. Prendendosi cura dell’orto, seminando, annaffiando e raccogliendo i frutti del proprio lavoro, i partecipanti potranno sviluppare un contatto autentico con la natura.

Grazie a mansioni concrete impareranno il rispetto delle stagioni e dei cicli biologici, apprezzando appieno la fatica ma anche l’orgoglio di veder crescere le piante. Inoltre, grazie a questa esperienza formativa molti ragazzi potrebbero appassionarsi al punto da intraprendere studi o lavori in campo agricolo.

Si tratta di un’opportunità preziosa per far conoscere alle nuove generazioni la bellezza e l’importanza del lavoro della terra, incentivando la tutela del territorio e dei prodotti locali.

Approfondimento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy