Coltivare i pomodori San Marzano

517
San Marzano

Il pomodoro San Marzano è una varietà rinomata per il suo pregiato sapore e origine italiana. Le sue caratteristiche includono polpa densa, basso contenuto di umidità e un gusto dolce con leggera acidità, perfetto per salse, pizze e piatti cucinati.

Quando si parla della varietà di pomodori Cimelio, pochi nomi sono altrettanto riconoscibili come San Marzano.

Questo celebre pomodoro, conosciuto per le sue origini italiane e utilizzato in rinomati piatti come la pizza napoletana, è amato in tutto il mondo non solo dagli appassionati di giardinaggio, ma soprattutto da chef e cuochi casalinghi per il suo pregiato sapore.

Se stai cercando un concentrato di pomodoro da coltivare nel tuo giardino, San Marzano dovrebbe essere il primo nella tua lista.

Origine e storia del pomodoro San Marzano

Tra tutte le storie sull’origine del pomodoro, la più affascinante è senza dubbio quella di San Marzano. I veri pomodori San Marzano vengono coltivati nella valle del fiume Sarno, nella regione italiana della Campania, vicino alla città di San Marzano da cui prendono il nome. Questa zona si trova nelle parti sud-occidentali dell’Italia, vicino a Napoli, una famosa regione gastronomica italiana.

Come molte storie legate all’origine dei prodotti orticoli, ci sono molti miti e leggende che circondano la storia di questo pomodoro pregiato. Si dice che i pomodori San Marzano siano arrivati a Napoli come dono al Re proveniente dal Vicereame del Perù. Anche se questa storia non ha molte prove a sostegno, ci fornisce un’idea di quanto siano apprezzate queste piante di pomodoro.

Ciò che rende questi pomodori così speciali è il terreno in cui crescono. I veri pomodori San Marzano sono coltivati lungo le pendici del Vesuvio, in un ricco terreno vulcanico che si ritiene conferisca loro il loro carattere unico. Il suolo vulcanico è ricco di fosforo e potassio, due macroelementi essenziali per la produzione di fiori e soprattutto di frutti.

I pomodori San Marzano sono una pregiata esportazione della regione e possono essere ufficialmente etichettati e venduti con questo nome solo se coltivati in questa zona specifica. È simile alle regole che circondano l’etichettatura dello champagne proveniente dalla regione della Champagne in Francia. Secondo la legislazione dell’UE, i veri pomodori San Marzano devono provenire dalla Valle del Sarno e devono avere l’emblema “DOP” (Denominazione d’Origine Protetta) dell’UE.

Nonostante queste restrizioni, è possibile coltivare pomodori San Marzano nel proprio giardino. Potrebbero non essere paragonabili a quelli autentici, ma il loro sapore sarà comunque superiore a molti altri pomodori destinati alla preparazione di salse.

Specifiche del pomodoro San Marzano

  • Specie: Solanum lycopersicum
  • Famiglia: Solanaceae
  • Pianta: Pianta annuale
  • Altezza: Varia, generalmente tra 120-180 cm
  • Origine: Italia, specificamente nella regione della Campania
  • Fiori: Gialli
  • Foglie: Verde intenso, di forma ovale
  • PH Terreno: 6,0 – 7,0
  • Semina interna: Da Gennaio a Marzo
  • Semina esterna: Da Aprile a Maggio
  • Trapianto: Maggio – Giugno
  • Sole: Pieno
  • Tipologia Terreno: Ben drenato, ricco di sostanza organica
  • Irrigazione: Regolare e moderata

Profilo aromatico del pomodoro San Marzano

I pomodori San Marzano sono acclamati come i pomodorini più gustosi disponibili. Le numerose precauzioni prese nella loro coltivazione e confezionamento sono sicuramente una prova di ciò.

Sono anche la scelta principale per la preparazione della vera pizza napoletana, probabilmente la pizza più famosa al mondo.

Ci sono diversi fattori che contribuiscono al loro gusto superiore. La loro polpa più spessa e un basso contenuto di umidità conferiscono loro un sapore intenso di pomodoro che è ricco, ma non schiacciante. Nonostante il basso contenuto di umidità, la polpa esterna rimane morbida e possiede una consistenza meravigliosa, rendendoli ideali per la cottura.

I pomodori San Marzano hanno anche un sapore più dolce rispetto ad altri pomodori simili e una leggera acidità che li rende ideali per salse e preparazioni che richiedono una grande quantità di pomodori. Inoltre, presentano pochi semi, una caratteristica apprezzata in molte ricette.

In sostanza, questi pomodori bilanciano il meglio delle caratteristiche fruttate, arricchiti da un pizzico di sapore che li rende adatti a molteplici utilizzi in cucina.

Usi del pomodoro San Marzano

Se non l’hai ancora intuito, uno degli utilizzi principali dei pomodori San Marzano, sia in Italia che nel resto del mondo, è per la preparazione della salsa per la pizza. La consistenza densa e vellutata della salsa è ottenuta grazie al basso contenuto di umidità di questi pomodori.

Questa caratteristica si applica anche alle salse per la pasta, dove i sapori dolci si sposano bene con le erbe italiane come l’origano. Oltre alla pasta di pomodoro, i San Marzano sono adatti per qualsiasi piatto a base di salsa. Ad esempio, i curry a base di pomodoro beneficiano della dolcezza della frutta che si bilancia con il calore delle spezie aggiunte. Anche gli stufati tradizionali migliorano con l’aggiunta di questi pomodori, consentendoti di ottenere salse più dense senza diluirle troppo.

Tutti questi utilizzi indicano che i pomodori San Marzano vengono preferibilmente utilizzati cotti anziché crudi. Sono ideali per qualsiasi piatto a base di pomodoro che richiede la cottura, inclusi zuppe e minestre. Anche se possono essere utilizzati freschi, la loro qualità si esprime al meglio nelle ricette che prevedono la cottura.

Se alla fine della stagione ti ritrovi con un’eccedenza di frutti e non sai come utilizzarli, puoi considerare l’inscatolamento. In questo modo potrai conservarli più a lungo, ideale per l’utilizzo durante i mesi più freddi dell’anno, quando le piante non sono più in produzione.

Come coltivare i pomodori San Marzano

I pomodori San Marzano non sono piante difficili da coltivare, ma produrranno frutti dal sapore migliore con la giusta cura, dalla semina al raccolto.

Se vivi in un clima più fresco, è consigliabile iniziare la semina in casa durante l’inverno per avere un vantaggio sulla stagione di crescita. Poiché i frutti maturano abbastanza tardi, è consigliabile raccoglierne il maggior numero possibile prima del primo gelo autunnale che potrebbe danneggiare le piante.

Poiché i pomodori San Marzano sono piante indeterminate, avranno bisogno di un supporto per mantenere le viti lontane dal terreno e prevenire malattie. Installa un palo o una gabbia al momento della semina per evitare di disturbare le radici in seguito.

Innaffia regolarmente fin dalle prime fasi di crescita per promuovere steli forti e foglie rigogliose. Ciò sosterrà la pianta durante la fioritura e la fruttificazione. Alimenta con un fertilizzante ricco di fosforo e potassio per riprodurre le condizioni del suolo vulcanico che conferiscono ai frutti il loro sapore delizioso.

Come seminare i pomodori San Marzano

  • Preparazione del terreno: Prima di iniziare la semina dei pomodori San Marzano, è importante preparare adeguatamente il terreno. Rimuovi le erbacce e le radici, assicurandoti che il terreno sia ben drenato e ricco di sostanza organica. Puoi arricchire il terreno con compost o letame maturo per migliorarne la struttura e la fertilità.
  • Scelta delle piante: Acquista piante di pomodoro San Marzano di qualità da un vivaio specializzato o da un fornitore affidabile. Assicurati che le piante siano sane, senza segni di deterioramento o malattie.
  • Semina interna: La semina interna dei pomodori San Marzano può essere effettuata da febbraio a marzo. Riempire contenitori o cassette di semina con terriccio fertile. Pianta le piante a una profondità di circa 1-2 centimetri e mantieni una distanza di almeno 30-45 centimetri tra le piante.
  • Condizioni di crescita: Posiziona i contenitori in un’area ben illuminata, come un davanzale soleggiato o una serra. Mantieni il terreno costantemente umido, ma evita di inzuppare eccessivamente le piante. Puoi utilizzare un annaffiatoio o un sistema di irrigazione a goccia per fornire acqua in modo regolare e controllato.

Trapianto pomodori San Marzano

  • Trapianto: Dopo circa 6-8 settimane dalla semina, quando le piante di pomodoro San Marzano avranno raggiunto un’altezza di circa 15-20 centimetri, puoi effettuare il trapianto all’aperto. Assicurati che il rischio di gelate primaverili sia completamente passato prima di procedere al trapianto.
  • Preparazione del terreno esterno: Prima del trapianto, prepara il terreno all’esterno come descritto in precedenza. Rimuovi le erbacce, arricchisci il terreno con compost o letame maturo e assicurati che sia ben drenato.
  • Trapianto all’aperto: Scava buche nel terreno con una distanza di almeno 50-60 centimetri tra di loro. Prendi le piante di pomodoro San Marzano dal contenitore di semina e trapiantale nelle buche, assicurandoti di coprire completamente le radici con il terreno.
  • Cura delle piante: Dopo il trapianto, irriga abbondantemente le piante di pomodoro San Marzano. Mantieni il terreno costantemente umido, ma evita ristagni d’acqua. Rimuovi regolarmente le erbacce intorno alle piante per evitare la competizione per i nutrienti.

Con una cura costante delle piante di pomodoro, i tuoi pomodori San Marzano saranno pronti per essere raccolti in meno di tre mesi e potranno essere gustati in cucina. Per una guida completa passo dopo passo sulla coltivazione dei pomodori, dalla semina al raccolto, consulta la nostra guida qui di seguito:

Approfondimento:

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close