fbpx

Bocca di leone inverno: Guida completa alla cura nei mesi più freddi

51
Temperatura minima

Amanti del giardinaggio, se avete le piante Bocca di Leone nel vostro giardino, sappiate che sono abbastanza resistenti al freddo. Tuttavia, è bene tenere presente che la temperatura minima che queste affascinanti perenni possono sopportare si aggira intorno ai -4°C. Al di sotto di questa soglia, è importante prendere misure protettive per assicurare la loro sopravvivenza attraverso l'inverno.

La bocca di leone è una delle piante ornamentali più apprezzate per le sue vivaci fioriture estive, nonché di facile coltivazione. Nonostante sia considerata pianta annuale, con le giuste cure può superare indenne la stagione invernale ed essere coltivata come perenne anche nelle zone temperate.

In questa guida scopriremo tutti i segreti per far svernare con successo le bocche di leone. Imparerete come preparare nel modo corretto le piante in autunno, quali accorgimenti adottare per proteggerle dal freddo durante l’inverno, e come gestirle in primavera per ottenere una rigogliosa fioritura anche il secondo anno.

Ciclo vitale della bocca di leone durante le stagioni fredde

Durante le stagioni fredde, questa pianta perenne entra in una fase di dormienza, essenziale per accumulare energia e sbocciare in primavera. Per garantire la sopravvivenza, è cruciale mantenere il terreno ben drenato e proteggere le radici dal gelo. L’adozione di pacciamatura può aiutare a isolare il terreno, conservando il calore.

Nonostante la ridotta attività vegetativa, la Bocca di Leone necessita di cure, poiché le basse temperature possono influenzare il suo rientro in crescita attiva.

Le bocche di leone possono resistere al freddo invernale?

Non sopportano temperature rigide, ma con alcuni accorgimenti possono superare l’inverno anche in zone temperate. Nelle aree con clima mite, crescono meglio se piantate in autunno-inverno, mentre soffrono il caldo estivo. Nelle zone più fredde, invece, vengono coltivate come annuali da seminare in primavera. Con l’arrivo dell’inverno, foglie e fusti seccano e la pianta va in riposo vegetativo.

Per farle svernare con successo, prima delle gelate bisogna spostarle in posizione riparata, ridurre le annaffiature e proteggere radici e base del fusto con pacciamatura isolante. In primavera, le cure riprenderanno normalmente e le piante ricominceranno il loro ciclo vitale regalando una nuova rigogliosa fioritura.

Come proteggere la bocca di leone dalle gelate invernali

Per proteggere efficacemente la Bocca di Leone dalle gelate invernali, è fondamentale adottare strategie mirate. Innanzitutto, coprite il terreno con uno strato di pacciamatura organica per isolare le radici dal freddo pungente. Utilizzate tessuti non tessuti o tunnel di plastica per schermare le piante delicate, garantendo una barriera contro le basse temperature.

Letture correlate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Quando Si Pianta by Agenzia Eco Web Srl
© Copyright 2020. Tutti i diritti riservati.
Close
Preferenze Privacy